Discussione:
Andate subito sul sito IlPortaleOfferte di Acquirente Unico
Aggiungi Risposta
Roberto Deboni DMIsr
2021-12-31 14:58:04 UTC
Rispondi
Permalink
Andate subito sul sito:

<https://www.ilportaleofferte.it>

di Acquirente Unico a controllare i risultati.
Ovviamente mi riferisco ai residui clienti rimasti con
il Servizio Elettrico Nazionale (ma c'e' ancora qualcuno
qui su Usenet che e' rimasto ?).

Acquirente Unico ha appena adeguato la "pietra di paragone"
ovvero il calcolo costi per un cliente a tariffa di tutela.
L'effetto e' stato DRAMMATICO!

Offerte che fino a ieri erano indicate come di 16 euro
piu' costose della tutela sono ora indicate come circa
-200 euro rispetto alla tariffa di tutela.

Questo dovrebbe spingere, almeno in teoria (perche' se uno
e' zuccone, resta zuccone), dovrebbe spingere molti a
rivalutare la loro tesi sui vantaggi a restare a tariffa
di tutela.

In questo momento, per un contratto domestico, residente
3 kW e un consumo di 3'000 kW·h annui, Acquirente Unico
(Esercente i servizi di tutela) ha calcolato un costo
di 820 Euro (confesso, in realta' hanno scritto 819,99 ...).
Ma se vi interessa solo il confronto sul primo trimestre
2022, allora tale cifra va aumentata a 1'354,78 !!!

Se siete scettici, lo vedrete il 31 marzo 2022, quando
Acquirente Unico dovra' mettere nella sua "media annua",
anche le tariffe del secondo trimestre 2022.

Ma forse fatte prima a capirlo quando vi arriva la fattura
con il mese di gennaio 2022 (se sapete come si fa a moltiplicare
per 12 ...).
e***@o.o
2021-12-31 16:56:13 UTC
Rispondi
Permalink
On Fri, 31 Dec 2021 08:58:04 -0600, Roberto Deboni DMIsr
Post by Roberto Deboni DMIsr
<https://www.ilportaleofferte.it>
di Acquirente Unico a controllare i risultati.
Ovviamente mi riferisco ai residui clienti rimasti con
il Servizio Elettrico Nazionale (ma c'e' ancora qualcuno
qui su Usenet che e' rimasto ?).
ho seguito il Tuo consiglio, e verificato, ipotizzato 3200kWh/anno
(famiglia media)

una a caso...

http://prntscr.com/25fr13k

che reclamizza -206.06€

che poi in dettaglio

https://prnt.sc/25fr5ts

cliccato dove mi porta il link sulla pagina

http://prntscr.com/25fra56

arrivo

https://www.eon-energia.com/luce/casa/eon-luce-click-verde.html

clicco sulle condizioni economiche, scarico

https://www.eon-energia.com/content/dam/eon/eon-energia/Documents/CTE-UA/E.ON_LuceClickVerde_Web.pdf

ed ecco la tabella di confrontabilità tra l'offerta e iil SEN

http://prntscr.com/25frlti

secondo la quale spendo + 15,24€

Reclamizzato -206.06, confrontato +15.24

una riflessione la farei, ma è l'ultimo dell'anno e devo cucinare.
Roberto Deboni DMIsr
2022-01-02 04:24:50 UTC
Rispondi
Permalink
8>< ----
ed ecco la tabella di confrontabilità tra l'offerta e il SEN
http://prntscr.com/25frlti
Confermo, e' esattamente quella che ho davanti.
secondo la quale spendo + 15,24
Reclamizzato -206.06, confrontato +15.24
una riflessione la farei, ma è l'ultimo dell'anno e devo cucinare.
Direi che la mia riflessione e' che lei non ha letto cosa
"Acquirente Unico ha appena adeguato la "pietra di paragone"
ovvero il calcolo costi per un cliente a tariffa di tutela.
L'effetto e' stato DRAMMATICO!"
Il cambiamento e' avvenuto tra il 30/12 e il 31/12/2021.
17/12/2021.
Ora, lei potrebbe criticare E.ON per non avere passato
la notte del 30/12 ad adeguare subito tutte le schede
di confrontabilita' (che tra parentesi andrebbero ritenute
del tutto superate grazie al Portale Offerte), ma
E.ON potrebbe anche replicare, ci scusi,
Mi correggo, non e' E.On che deve preparare i valori
di riferimento alla tariffa di tutela, ma e' ARERA:

<https://www.arera.it/it/docs/21/022-21dmrt.htm>

"Aggiornamento, per il trimestre 1 gennaio – 31 marzo 2022,
delle schede di confrontabilità relative ai prezzi di
fornitura di energia elettrica e di gas naturale"

Me ne sono dimenticato e non e' nella lista delle delibere
ma in altra parte del sito. Ecco la tabella aggiornata
al primo trimestre:

<https://www.arera.it/allegati/docs/21/022-21dmrt_tab.xlsx>

La scheda mostra a 3'200 kW·h un totale (senza accisa e
IVA, si badi bene) di 979,29 €.

Ora i conti le tornano ? ARERA ha anche completato i suoi
listini elettrici:

domestico:

<https://www.arera.it/allegati/dati_documenti/prezzi/elettricita-domestici.xls>

vedo le seguenti cifre:

F1 = 0,39186 + accisa + IVA
F23 = 0,34894 + accisa + IVA

monoraria F0 = 0,36358 + accisa + IVA

non domestico:

<https://www.arera.it/allegati/dati_documenti/prezzi//elettricita-non-domestici.xls>

vedo cifre fino a:

F1 = 0,40836 + accisa + IVA
F2 = 0,38719 + accisa + IVA
F3 = 0,33355 + accisa + IVA

E gas:

domestico:

<https://www.arera.it/allegati/dati_documenti/prezzi/gas-domestici.xls>

vedo cifre fino ai 1,1 euro/m3 + imposte + IVA

tra

condomini uso domestico:

<https://www.arera.it/allegati/dati_documenti/prezzi/gas-condomini.xls>

vedo cifre fino ai 1,1 euro/m3 + imposte + IVA
Henri de Toulouse-Lautrec
2022-01-02 08:38:38 UTC
Rispondi
Permalink
Post by Roberto Deboni DMIsr
<https://www.ilportaleofferte.it>
di Acquirente Unico a controllare i risultati.
Ovviamente mi riferisco ai residui clienti rimasti con
il Servizio Elettrico Nazionale (ma c'e' ancora qualcuno
qui su Usenet che e' rimasto ?).
Acquirente Unico ha appena adeguato la "pietra di paragone"
ovvero il calcolo costi per un cliente a tariffa di tutela.
L'effetto e' stato DRAMMATICO!
Non metto in dubbio che OGGI se vai nel privato spendi meno, ma dopo?
Io passati anni fa ad un'ottima tariffa nel privato (chiamiamola tariffa
X). Dopo un po' di tempo mi arriva una comunicazione che mi avrebbero
passato unilateralmente alla tariffa inculatissima iperspendente Y.
Chiesi allora di tornare alla X, che esisteva sempre, e mi risposero che
quella è attivabile solo dai nuovi clienti.
Allora me ne andai e cercarono pure di estorcermi una penale da 100 euro.
Non è tutto oro quello che luccica.
Deboni, lo sa perché io rimango nel mercato tutelato e perché, ad
esempio, ho il conto corrente alle Poste che è piu' caro di molti altri?
Perché sono quelli che non ti fregano.
Ora, magari lei sarà pure in pensione e puo' ogni mese passare dal
gestore all'altro, ma io ho un lavoro e una famiglia e non posso stare
dietro così spesso a tutto.
Se lei vuole andare nel meraviglioso mondo del privato dove si
"risparmia di piu'" ci vada, ma impedirmi di rimanere nel mercato
tutelato è FASCISMO.

Continua a leggere su narkive:
Loading...