Discussione:
L’UNIONE EUROPEA VUOLE LA TUA CASA!
Aggiungi Risposta
Hugo Stiglitz
2021-10-09 21:58:16 UTC
Rispondi
Permalink
Alzare gli estimi catastali vuol dire, in futuro, andare a colpire la prima
casa, gli italiani per l’80% hanno la prima casa, non è così in Europa e
questo ai grandi gruppi capitalistici multinazionali non piace e l'Unione
Europea fa eseguire ai governi nazionali queste operazioni per arrivare al
loro scopo.


https://www.facebook.com/watch/?v=893562398243479
--
Italiani sempre rumore, sempre cantare chitarra e
mandolino! Silenzio! Teteschi noi, no italiani mandolino.
Roberto Deboni DMIsr
2021-10-12 00:34:33 UTC
Rispondi
Permalink
Post by Hugo Stiglitz
Alzare gli estimi catastali vuol dire, in futuro, andare a colpire la
prima casa, gli italiani per l’80% hanno la prima casa, non è così in
Europa e questo ai grandi gruppi capitalistici multinazionali non piace
e l'Unione Europea fa eseguire ai governi nazionali queste operazioni
per arrivare al loro scopo.
Ma non scriva scemenze!
Dove sta scritto che vogliono alzare in modo generalizzato gli estimi ?
Prima idiozia!

Se vogliono aumentare le tasse a tutti, non hanno alcuna necessita' di
aumentare gli estimi, doppia idiozia. Oggi il valore usato per il
calcolo delle imposte va aumentato del 5%. Basta che vadano a ritoccare
questo parametro, ad esempio, al 10%, ed hanno un aumento graduale
generalizzato. Di anno in anno, possono arrivare i dieci anni a
raddoppiare le tasse, senza colpo ferire.

Ritoccare gli estimi invece significa quello che c'e' scritto
nella legge: permettere ai comuini e viceversa di collegarsi alle
banche dati del catasto, e quindi a snidare quelle situazioni di
abuso e privilegio. Per non dire le ristrutturazioni e aumento di
cubatura ancora non trasposte nel catasto. Etc.

E non dimentichiamo le case abusive, che dopo essere state risanate,
pero ancora non sono state incluse nel catasto. Perche' caso lei e'
un abusivo che vuole continuare ad evadere le tasse ?

Quello che accadra' con la riforma della cosidetta riforma degli estimi,
che in realta' e' una riforma che vuole agevolare la comunicazione tra
chi conosce il territorio (tipo le situazioni abusive poi sanate), cioe'
i comuni, e il catasto, che spesso arriva con decine di anni di ritardo,
lo abbiamo gia' visto con la tassa di possesso di un televisore.
Con l'allargamento della platea dei pagamenti, hanno fatto pagare meno
a chi gia' pagava.

Quindi questa riforma si puo' dire essere un "pagare tutti, per pagare
meno." Visto che io sono uno di quelli che le tasse le paga e che ho
gli estimi catastali perfettamente corrispondenti al valore commerciale,
non posso, come altri tanti milioni di italiani, plaudire a questa
legge sulle rendite catastali. W la riforma!

Continua a leggere su narkive:
Loading...