Discussione:
Per risparmiare aprite un rapporto su due banche diverse
(troppo vecchio per rispondere)
Roberto Deboni DMIsr
2021-09-05 11:19:32 UTC
Permalink
Per chi ha difficolta' a risparmiare, ovvero ha le mani
leggermente bucate, ma vorrebbe riuscire a mettere da parte
un po' di soldi per emergenze, un trucco e' quello di
aprire un conto in una banca diversa oltre a quello che
si ha gia' per le spese da fare nel mese.
Il secondo rapporto va dedicato solo per il risparmio.

Ovvero, voi decidete a priori quanti soldi volete (o dovete)
spendere in un mese. E se riuscite a stabilire un limite
per cui avanza qualcosa a fine mese (cosa non per tutti),
impostate un bonifico automatico mensile dal vostro conto
di servizio "spesa" al rapporto di risparmio sull'altra banca.

Sostanzialmente accade che quando, verso fine mese,
guardate l'estratto conto del vostro "conto di spesa",
vedete la cifra residua di quello che avete deciso deve
essere il vostro bilancio ("budget") mensile e non la
cifra piu' grossa del totale del vostro stipendio.
E vedendo la cifra piu' ridotta, o financo quasi a zero,
e' piu' facile per voi decidere di limitarvi nella spesa.

L'importante e' che il prelievo verso il conto "risparmio"
sia fatto all'inizio del mese, e non con quello che e'
avanzato a fine mese, altrimenti il trucco "mentale" non
funziona. Usare una diversa banca serve a ridurre la
tentazione di accedere al volo all'altro rapporto e
farsi mettere in tentazione dalla somma crescente.
In realta', il conto di risparmio e' pensate che voi lo
dimentichiate, limitando a guardarlo solo una volta al
trimestre, a verifica della chiusura trimestrale (le banche
vanno sempre controllate ...). Il "conto di risparmio"
potrebbe anche essere un libretto di risparmio (dato che
non vi interessa l'operativita'), dove ancora esiste.

Ovviamente questo ha senso se il secondo conto e' a costo
modico (non vi interessa l'operativita'), meglio ancora se
gratuito. Oppure se gestite molti soldi.

Un altro beneficio e' che in caso di "default" (cosa che oggi
non e' affatto rara come il secolo scorso), non vi restano
bloccati tutti i soldi. Se vi bloccano i soldi del conto
di spesa, potete spostarvi sull'altra banca, quella del
conto di risparmio, e trasformarlo nel nuovo conto di spesa
(spostandoci li' le entrate) in attesa di definizione della
situazione nella banca di spesa.
pirex
2021-09-05 19:28:42 UTC
Permalink
Post by Roberto Deboni DMIsr
Per chi ha difficolta' a risparmiare, ovvero ha le mani
leggermente bucate, ma vorrebbe riuscire a mettere da parte
un po' di soldi per emergenze, un trucco e' quello di
aprire un conto in una banca diversa oltre a quello che
si ha gia' per le spese da fare nel mese.
Il secondo rapporto va dedicato solo per il risparmio.
Ovvero, voi decidete a priori quanti soldi volete (o dovete)
spendere in un mese. E se riuscite a stabilire un limite
per cui avanza qualcosa a fine mese (cosa non per tutti),
impostate un bonifico automatico mensile dal vostro conto
di servizio "spesa" al rapporto di risparmio sull'altra banca.
Sostanzialmente accade che quando, verso fine mese,
guardate l'estratto conto del vostro "conto di spesa",
vedete la cifra residua di quello che avete deciso deve
essere il vostro bilancio ("budget") mensile e non la
cifra piu' grossa del totale del vostro stipendio.
E vedendo la cifra piu' ridotta, o financo quasi a zero,
e' piu' facile per voi decidere di limitarvi nella spesa.
L'importante e' che il prelievo verso il conto "risparmio"
sia fatto all'inizio del mese, e non con quello che e'
avanzato a fine mese, altrimenti il trucco "mentale" non
funziona. Usare una diversa banca serve a ridurre la
tentazione di accedere al volo all'altro rapporto e
farsi mettere in tentazione dalla somma crescente.
In realta', il conto di risparmio e' pensate che voi lo
dimentichiate, limitando a guardarlo solo una volta al
trimestre, a verifica della chiusura trimestrale (le banche
vanno sempre controllate ...). Il "conto di risparmio"
potrebbe anche essere un libretto di risparmio (dato che
non vi interessa l'operativita'), dove ancora esiste.
Ovviamente questo ha senso se il secondo conto e' a costo
modico (non vi interessa l'operativita'), meglio ancora se
gratuito. Oppure se gestite molti soldi.
Un altro beneficio e' che in caso di "default" (cosa che oggi
non e' affatto rara come il secolo scorso), non vi restano
bloccati tutti i soldi. Se vi bloccano i soldi del conto
di spesa, potete spostarvi sull'altra banca, quella del
conto di risparmio, e trasformarlo nel nuovo conto di spesa
(spostandoci li' le entrate) in attesa di definizione della
situazione nella banca di spesa.
Ci sono due sistemi senza spese:
- Conto Depositro Online legato al proprio c/c
- Libretto Coop
--
pirex <***@pakita.sus>
pirex, stesso nick dal marzo del 2003, chi non mi sopporta può
plonkarmi facilmente.
Diffidate dei poveri mentecatti, odiatori di professione, bugiardi
xenofobi nazifascioidi dai mille nick
che si spacciamo per pirex per vomitare la loro bile.
https://tinyurl.com/y38zfyz9
https://tinyurl.com/yfj98c85
James T.Kirk
2021-09-05 20:04:55 UTC
Permalink
Post by Roberto Deboni DMIsr
Il secondo rapporto va dedicato solo per il risparmio.
Un conto corrente per risparmiare?
Stavolta il tuo pusher è andato giù pesante...
pirex
2021-09-05 20:12:08 UTC
Permalink
Post by James T.Kirk
Post by Roberto Deboni DMIsr
Il secondo rapporto va dedicato solo per il risparmio.
Un conto corrente per risparmiare?
Stavolta il tuo pusher è andato giù pesante...
Deboni non beve, non fuma, non si droga,
solo seghe mentali. :-)
--
pirex <***@pakita.sus>
pirex, stesso nick dal marzo del 2003, chi non mi sopporta può
plonkarmi facilmente.
Diffidate dei poveri mentecatti, odiatori di professione, bugiardi
xenofobi nazifascioidi dai mille nick
che si spacciamo per pirex per vomitare la loro bile.
https://tinyurl.com/y38zfyz9
https://tinyurl.com/yfj98c85
James T.Kirk
2021-09-06 12:02:34 UTC
Permalink
Post by pirex
Post by James T.Kirk
Post by Roberto Deboni DMIsr
Il secondo rapporto va dedicato solo per il risparmio.
Un conto corrente per risparmiare?
Stavolta il tuo pusher è andato giù pesante...
Deboni non beve, non fuma, non si droga,
solo seghe mentali. :-)
Sapevo, pensavo avesse fatto lo step successivo lol
rootkit
2021-09-05 22:01:56 UTC
Permalink
un secondo conto corrente per il risparmio?
In Inghilterra negli anni '80 ogni conto corrente era doppio. C'era un
"deposit account" (che dava interessi) e un "current account" da cui si
poteva prelevare e emettere assegni. E decidere quanto tenerci.
cioè un conto deposito.
lui dice un'altra cosa, aprire un secondo conto corrente e in una seconda
banca.
Roberto Deboni DMIsr
2021-09-06 00:59:06 UTC
Permalink
Post by rootkit
un secondo conto corrente per il risparmio?
In Inghilterra negli anni '80 ogni conto corrente era doppio. C'era un
"deposit account" (che dava interessi) e un "current account" da cui si
poteva prelevare e emettere assegni. E decidere quanto tenerci.
cioè un conto deposito.
lui dice un'altra cosa, aprire un secondo conto corrente e in una seconda
banca.
Esatto.

E il meccanismo sta nel bonifico automatico ad inizio mese, che
"preleva" quel tanto dallo stipendio senza alcuna azione da
parte vostra, e in una banca diversa, il che significa che se
volete fare qualcosa su quei soldi, dovete fare un altro "login"
(o visitare un altra filiale).
rootkit
2021-09-06 06:47:20 UTC
Permalink
Post by Roberto Deboni DMIsr
Post by rootkit
un secondo conto corrente per il risparmio?
In Inghilterra negli anni '80 ogni conto corrente era doppio. C'era un
"deposit account" (che dava interessi) e un "current account" da cui
si poteva prelevare e emettere assegni. E decidere quanto tenerci.
cioè un conto deposito.
lui dice un'altra cosa, aprire un secondo conto corrente e in una
seconda banca.
Esatto.
E il meccanismo sta nel bonifico automatico ad inizio mese, che
"preleva" quel tanto dallo stipendio senza alcuna azione da parte
vostra, e in una banca diversa, il che significa che se volete fare
qualcosa su quei soldi, dovete fare un altro "login"
(o visitare un altra filiale).
il meccanismo che hai in mente è chiaro. il problema è che usare un conto
corrente, per di più aprendo un rapporto con un'altra banca, per tenere
dei soldi immobilizzati è proprio un consiglio del kaiser.
Roberto Deboni DMIsr
2021-09-07 01:27:19 UTC
Permalink
Post by rootkit
Post by Roberto Deboni DMIsr
Post by rootkit
un secondo conto corrente per il risparmio?
In Inghilterra negli anni '80 ogni conto corrente era doppio. C'era un
"deposit account" (che dava interessi) e un "current account" da cui
si poteva prelevare e emettere assegni. E decidere quanto tenerci.
cioè un conto deposito.
lui dice un'altra cosa, aprire un secondo conto corrente e in una
seconda banca.
Esatto.
E il meccanismo sta nel bonifico automatico ad inizio mese, che
"preleva" quel tanto dallo stipendio senza alcuna azione da parte
vostra, e in una banca diversa, il che significa che se volete fare
qualcosa su quei soldi, dovete fare un altro "login"
(o visitare un altra filiale).
il meccanismo che hai in mente è chiaro. il problema è che usare un conto
corrente, per di più aprendo un rapporto con un'altra banca, per tenere
dei soldi immobilizzati è proprio un consiglio del kaiser.
L'idea e' quella del micro-risparmio graduale. Per esempio, con 100 euro
al mese, cosa ci fa ? Invece una volta che ha accumulato quei 1200 euro
a fine anno, potra' decidere per un conto vincolato o qualche
obbligazione alla portata di quella piccola somma.

Nel periodo di amministratore condominiale ho avuto a che fare con
persone, che se andavao a bussare per incassare 50'000 lire al mese, non
avevano problemi di sorta a pagare, ma non riuscivano mai a pagare se
mi presentavo trimestralmente per 150'000 lire. Avevano solo quelle
50'000 lire.
C'e' gente che non riesce ad usare quella autodisciplina per mettere
da parte, ad esempio, un 10% dello stipendio, a meno che non usi
qualche trucco.
rootkit
2021-09-07 07:56:17 UTC
Permalink
Post by Roberto Deboni DMIsr
L'idea e' quella del micro-risparmio graduale.
non discuto il fine ma il mezzo. aprire un conto corrente per simulare un
piano di accumulo è una idiozia.
la gente normale litiga per chiudere i conti correnti inutilizzati perché
sono solo dei money leak. tu invece consigli di aprirli a scopo
risparmio. fatti due domande.
Hans
2021-09-07 08:00:40 UTC
Permalink
Post by Roberto Deboni DMIsr
Nel periodo di amministratore condominiale ho avuto a che fare con
persone, che se andavao a bussare per incassare 50'000 lire al mese, non
avevano problemi di sorta a pagare, ma non riuscivano mai a pagare se
mi presentavo trimestralmente per 150'000 lire. Avevano solo quelle
50'000 lire.
Altri tempi
Post by Roberto Deboni DMIsr
C'e' gente che non riesce ad usare quella autodisciplina per mettere
da parte, ad esempio, un 10% dello stipendio, a meno che non usi
qualche trucco.
Vero, c'e' chi pure spende e spande senza quella "autodisciplina" di cui
hai fatto cenno ma e' vero anche che e' oramai da qualche anno e piu' che
la maggior parte delle persone percepiscono stipendi ovvero salari da fame,
se non da schiavi, che ben al di sotto di quanto invece pomposamente la
stessa italica costituzione prevede con il termine di "dignitoso".

Quindi ti chiedo, mi chiedo, di cosa ossia di che "classe" economica e
finanziaria stiamo scrivendo? E per conseguenza al tuo post sorge pure
chiederti quale sia il tuo reddito.

Poi oggi, con gli aumennti delle utilities come pure dei beni primari e
sommandosi con l'inflazione in atto e chi in affitto con importi locativi
al di fuori della realta' mentre, per contro e dall'altra, gli stipendi
ovvero i salari subendo addirittura in diminuzione mentre le pensioni
avendo aumenti a dir poco ridicoli, quindi chi vuoi che ancora possa
arrivare a fine mese avendo pure una somma destinata a risparmio (?) se non
chi invece facente parte di quella "classe" di cui sopra.

Tutto cio' ricorda il passatempo preferito che avviene nei salotti dei c.d.
radical chic.
Roberto Deboni DMIsr
2021-09-07 15:34:43 UTC
Permalink
Post by Hans
Post by Roberto Deboni DMIsr
Nel periodo di amministratore condominiale ho avuto a che fare con
persone, che se andavao a bussare per incassare 50'000 lire al mese, non
avevano problemi di sorta a pagare, ma non riuscivano mai a pagare se
mi presentavo trimestralmente per 150'000 lire. Avevano solo quelle
50'000 lire.
Altri tempi
Post by Roberto Deboni DMIsr
C'e' gente che non riesce ad usare quella autodisciplina per mettere
da parte, ad esempio, un 10% dello stipendio, a meno che non usi
qualche trucco.
Vero, c'e' chi pure spende e spande senza quella "autodisciplina" di cui
hai fatto cenno ma e' vero anche che e' oramai da qualche anno e piu' che
la maggior parte delle persone percepiscono stipendi ovvero salari da fame,
se non da schiavi, che ben al di sotto di quanto invece pomposamente la
stessa italica costituzione prevede con il termine di "dignitoso".
E quanto sarebbe questo "al di sotto" ?

C'e' chi, vivendo nella prima e unica casa, se la cava con 400 euro
al mese. Chi e' in affitto dovra' calcolare l'affitto, che in
provincia puo' essere di 200 euro al mese e a Milano, per lo stesso
bilocale, 800 euro al mese. Quindi, per vivere dignitosamente
al "provinciale" bastano 600 euro al mese, per il milanese, sono
1200 euro al mese. Naturalmente si pone la domanda: ma chi fa
fatica a Milano, che ci sta ancora a fare a Milano ? Oppure
glielo ha ordinato il medico di stare a Milano ?
Post by Hans
Quindi ti chiedo, mi chiedo, di cosa ossia di che "classe" economica e
finanziaria stiamo scrivendo? E per conseguenza al tuo post sorge pure
chiederti quale sia il tuo reddito.
E' una domanda idiota, perche' non pertinente.

Siamo d'accordo che in Italia ci sono grosso modo 6 milioni di famiglie
povere. E possiamo concordare che ci sono altrettante famiglie che
arrivano giusto a livelli "dignitosi" (ma senza risparmi).
Ma in Italia ci sono 40 milioni di famiglie, e quindi direi che
almeno meta' degli italiani puo' essere in grado di fare risparmi.

Insomma, se lei fa parte dell'Italia disagiata, mi spiace per lei,
ma e' in minoranza.
Post by Hans
Poi oggi, con gli aumennti delle utilities
Sono aumenti solo per chi e' passivo, suddito.
Gli altri possono facilmente neutralizzare questi aumenti
cambiando operatore ogni anno, al peggio.
Ha presente illiad nel caso della telefonia mobile ?
Guardi che differenza c'e' con gli operatori "tradizionali".
E' cosi' anche in ambito elettrico, mentre il cliente utonto
di SEN paga 11 centesimi, il cliente di Engie che ha fatto
una scelta occulata l'agosto scorso, oggi paga 3 centesimi.
E gli sono stati proposti 5 centesimi per il rinnovo.

In realta', mai come in questo decennio si e' pagato cosi'
poco per tutti i servizi, acqua esclusa. Ed e' interessante
che l'acqua continui ad essere cara, visto che non c'e'
stata neanche una mezza liberalizzazione ...
Post by Hans
come pure dei beni primari
Definire "beni primari". Chi acquista olio, farina, verdure
e tagli "poveri" di carne (poveri, ma spesso piu' "gustosi"
della insipida fettina di vitello gonfiato ad estrogeni),
e cucina il tutto a casa propria, non ha visto alcun rincaro,
anzi, forse, dopo la botta causata dalla scemenza delle
"bio-energie", ora i prezzi si sono pure calmierati.
Post by Hans
e sommandosi con l'inflazione in atto
Io non vedo questa grande inflazione. Ed attenzione, spesso
l'inflazione si auto alimenta quando tutti gridano all'inflazione.
Per fare un paragone, e' come chi grida che una banca sta per
fallire, allora tutti corrono a prelevare i risparmi da quella
banca, e la banca fallisce veramente. Lei la vuole la inflazione,
a costo di gridare che c'e', quando in realta' ha visto solo
la ciclica variazione stagionale dei prezzi ?
Post by Hans
e chi in affitto con importi locativi al di fuori della realta'
Definire "al di fuori della realta'" e la citta'.
Post by Hans
mentre, per contro e dall'altra, gli stipendi
ovvero i salari subendo addirittura in diminuzione
Dove ?
Post by Hans
mentre le pensioni avendo aumenti a dir poco ridicoli,
I pensionati oggi stanno bene. Finche' dura.
Post by Hans
quindi chi vuoi che ancora possa
arrivare a fine mese avendo pure una somma destinata a risparmio (?) se non
chi invece facente parte di quella "classe" di cui sopra.
C'e' una cultura di chi viene dal settentrione, se vuole, di chi
arriva dalla montagne o dintorni, per cui, anche chi si trova nella
fascia sotto l'ambiente abbiente, ma sopra il vero povero (cioe'
quella fascia che lei pare affermare non e' in grado di fare
risparmi (e nella discussione ho indicato proprio cifre da 100 euro
al mese, ma potrebbero anche essere 50 euro al mese), in realta',
secondo questa cultura s'ha da risparmiare in ogni caso. E se c'e'
la volonta', anche se mancasse l'autodisciplina all'atto pratico,
ci si riesce. La ragione e' che chi proviene da quelle culture
"rigide" e' il risultato di secoli di selezione naturale, ove
l'avere mancato un minimo di scorta, poteva significare la morte
per inedia o congelamento. In realta', il mio suggerimento ha
ben piu' valore per chi e' di poco sopra la fascia di poverta',
perche l'abbiente, che lei pare guardare con rabbiosa invidia,
in realta' non ha problemi di come mettere da parte 100 euro al
mese. Ma a cosa serve al "poveretto" (ma non povero vero), mettere
da parte qualche soldo ? Serve perche' un imprevisto puo' sempre
capitare, e salvo vivere secondo l'ottica di chiedere prestiti
agli usurai o alle istituzioni, avere un mini-riserva puo'
evitare guai ben piu' grossi (morosita', interessi, spese legali,
etc.). E non tutti hanno l'amministratore che bussa cortesemente
alla porta ogni mese per ritirare l'obolo (peraltro oggi non si
potrebbe piu' fare ... dicono, beati gli ultimi se i primi avran
giudizio, ma sicome ci sono stati abusi da tutte le parti, oggi
devono pagare tutti, anche quelli che non amano le banche).
Post by Hans
Tutto cio' ricorda il passatempo preferito che avviene nei salotti dei c.d.
radical chic.
Sta insinuando che sarei un radical chic ?
La scusa del povero nella testa (e quindi povero poi nelle tasche)
per non affrontare in modo costruttivo le sue difficolta' ?
Hans
2021-09-08 07:32:16 UTC
Permalink
Allora, ho letto il tuo lungo post, in alcune parti pure volutamente
provocatorio ma ci sta perche' fa parte del gioco, interessante solo come
distrazione, diversivo e svago sebbene a mio parere per ora pierino rimane
ancora sul podio.

Quindi per un attimo svaghiamoci pure, perche' no.
Post by Roberto Deboni DMIsr
Post by Hans
Post by Roberto Deboni DMIsr
Nel periodo di amministratore condominiale ho avuto a che fare con
persone, che se andavao a bussare per incassare 50'000 lire al mese,
non avevano problemi di sorta a pagare, ma non riuscivano mai a
pagare se mi presentavo trimestralmente per 150'000 lire. Avevano
solo quelle 50'000 lire.
Pure quale manovalanza dell'usuraio? Del capobastone? Ah si', la coppola
era d'ordinanza?
Post by Roberto Deboni DMIsr
Post by Hans
Altri tempi
Post by Roberto Deboni DMIsr
C'e' gente che non riesce ad usare quella autodisciplina per mettere
da parte, ad esempio, un 10% dello stipendio, a meno che non usi
qualche trucco.
Vero, c'e' chi pure spende e spande senza quella "autodisciplina" di
cui hai fatto cenno ma e' vero anche che e' oramai da qualche anno e
piu' che la maggior parte delle persone percepiscono stipendi ovvero
salari da fame, se non da schiavi, che ben al di sotto di quanto
invece pomposamente la stessa italica costituzione prevede con il
termine di "dignitoso".
E quanto sarebbe questo "al di sotto" ?
Sebbene avendo riserve relative l'ISTAT, ricordo che quest'ultimo gia' nel
2017 indicaca '<= euro 2417/mese' quale somma delle spese mensili che
considerava per vivere in modo accettabile, cioe' 'dignitoso', in tal caso
era pure comprensivo della locazione media ad uso abitativo.

Fatti un giro e otterrai.
Post by Roberto Deboni DMIsr
C'e' chi, vivendo nella prima e unica casa, se la cava con 400 euro
al mese. Chi e' in affitto dovra' calcolare l'affitto, che in
provincia puo' essere di 200 euro al mese e a Milano, per lo stesso
bilocale, 800 euro al mese. Quindi, per vivere dignitosamente
al "provinciale" bastano 600 euro al mese, per il milanese, sono
1200 euro al mese. Naturalmente si pone la domanda: ma chi fa
fatica a Milano, che ci sta ancora a fare a Milano ? Oppure
glielo ha ordinato il medico di stare a Milano ?
Baggianate, sei fuori dal tempo nonche' dal mercato locativo del nord
italia, di nuovo fatti un giro ossia, meglio ancora, mostraci un immobile
abitativo in regola a 200 euro mese.

Ognuno poi avendo una sua croce quindi sussistendo pure differenti ma anche
altre esisgenze primarie, pure sanitarie, di cui non hai tenuto conto, gia'
indice del non saper far di conto.
Post by Roberto Deboni DMIsr
Post by Hans
Quindi ti chiedo, mi chiedo, di cosa ossia di che "classe" economica
e finanziaria stiamo scrivendo? E per conseguenza al tuo post sorge
pure chiederti quale sia il tuo reddito.
E' una domanda idiota, perche' non pertinente.
lol tanto come previsto, risposta attesa, manca solo il passare al 'Mi dia
del Lei' ovvero al 'Lei non sa chi sono io' o altre simili decrepite
amenita'.

Su, forza e coraggio, spara il tuo reddito comprensivo del nero, pure con
coppola.

Inoltre, tralasciando l'idiozia che fa parte del gioco ma invece per
restare impernenti, where from? Inoltre, dove sei? Dove abiti? Al nord
ovvero al centro ovvero al sud?
Post by Roberto Deboni DMIsr
Siamo d'accordo che in Italia ci sono grosso modo 6 milioni di
famiglie povere.
Ma va?

https://www.istat.it/it/files/2021/06/REPORT_POVERTA_2020.pdf
Post by Roberto Deboni DMIsr
E possiamo concordare che ci sono altrettante
famiglie che arrivano giusto a livelli "dignitosi" (ma senza
risparmi).
i see
Post by Roberto Deboni DMIsr
Ma in Italia ci sono 40 milioni di famiglie, e quindi direi
che almeno meta' degli italiani puo' essere in grado di fare risparmi.
Il 'direi' e' quanto meno fuori luogo, ma prendiamo pure per buono i tuoi
numeri considerato le 'risorse umane' del pachiderma statale.

Se per 'risparmio' intendi i 100 euro ebbene basta e avanza il vecchio
porcellino come salvadanaio perche' il vero 'risparmio' invece e'
considerato per tutt'altro importo.

Il dato di fatto e' che gia' pre pandemia solo il 10 per cento delle
famiglie italiane, cioe' circa 2 milioni 400 mila famiglie, controllava e
ancora controlla il 45 per cento dell'intera ricchezza nazionale. In media,
ognuna di queste famiglie ricche aveva ed ha un patrimonio di 1 milione 620
mila euro, oltre 22 volte la ricchezza di quella meta' d'italia che sono le
famiglie dei -> ceti popolari.
Post by Roberto Deboni DMIsr
Insomma, se lei fa parte dell'Italia disagiata, mi spiace per lei,
ma e' in minoranza.
lol come previsto ed ecco spuntare il 'lei', bravo (!), bhe' ci hai provato
e fa parte del gioco, ritenta e nel frattempo rilancio con altri 100.

Attento pero', qualcuno potrebbe equivocare ossia pensare che sei un
'fascista', sebbene mancherebbe il 'voi', ovvero piu' un 'nazista' al pari
del 'arbeit macht frei' e pensando nonche' agendo a tal guisa ovvero
qualche complottisa pensando che tu sei uno degli untori del covid per
l'eliminazione delle 'minoranze'.

Quindi, per restare imperninenti, confermi di far parte di quel 10%?
Post by Roberto Deboni DMIsr
Post by Hans
Poi oggi, con gli aumennti delle utilities
Sono aumenti solo per chi e' passivo, suddito.
Gli altri possono facilmente neutralizzare questi aumenti
cambiando operatore ogni anno, al peggio.
lol infatti sono tutti Santa Claus ... ah si', per restare in italia, poi
c'e' pure la Befana vien di notte con le scarpe tutte rotte ... senza ali,
con la scopa e coi regali ...

Li vedo, immagino lo scenografia come fosse soap opera, tanti passare
l'anno facendo conti e comparazioni con tanto di tabelle excel oltre
telefonare ovvero ricercare a dx e a manca a go go senza contare il 'tempo'
dedicato per le volture, quindi contratti ecc., per poi accorgersi di
essersi impantanati nelle ennesime trappole da supercazzola e pensa che
c'e' pure chi lo fa veramente, quasi come una professione a tempo pieno
ovvero come una missione ad vitae, in fondo con 400 euro di reddito ma con
casa di proprieta' come potrebbe passare il 'tempo' (?) e, inoltre, che
altro potrebbe fare?

Pero', infine, gli eroi di cui sopra ecco che alla fine ottenendo i 100
euro da porre sul secondo conto dopo aver spese 'tempo' per migliaia di
euro.

Nota che ti ho lasciato una mano aperta, ora fai il tuo gioco.
Post by Roberto Deboni DMIsr
Ha presente illiad nel caso della telefonia mobile ?
Non 'ha' ma 'hai', su forza. Comunque conosco.
Post by Roberto Deboni DMIsr
Guardi che differenza c'e' con gli operatori "tradizionali".
Si, vero, ma esistono sempre le eccezioni.
Post by Roberto Deboni DMIsr
E' cosi' anche in ambito elettrico, mentre il cliente utonto
di SEN paga 11 centesimi, il cliente di Engie che ha fatto
una scelta occulata l'agosto scorso, oggi paga 3 centesimi.
E gli sono stati proposti 5 centesimi per il rinnovo.
Devo dirti che non seguo, non ho proprio il 'tempo' di farlo ma dato anche
l'eta' e gli acciacchi vari non ho neppure la forza per occuparmi pure di
questo sebbene potendo vivere di rendite ma ho ancora tanto, troppe cose da
occuparmi personalmente prima di 'riposare' ossia prima che tutto cio' non
mi 'secchi' prima, occupandosi invece altra persona per queste cose, per
l'abitazione, lo sudio, per l'azienda e pure per le sedi su estero come per
altro ancora. Segnalero' e vedremo, TY.

Per restare nell'impertinenza, fatto salvo forse dedicandoti tu come
procacciatore d'affari ovvero come rappresentante per Engie? Quale il tuo
contatto?
Post by Roberto Deboni DMIsr
In realta', mai come in questo decennio si e' pagato cosi'
poco per tutti i servizi,
Vero, ma dillo a quella 'minoranza' di cui ben sopra hai accennato di
farsene una ragione del loro status di poverta', mah!
Post by Roberto Deboni DMIsr
acqua esclusa. Ed e' interessante
che l'acqua continui ad essere cara, visto che non c'e'
stata neanche una mezza liberalizzazione ...
Ho proprio sottomano una fattura elettronica relativa l'acqua e leggo in
dettaglo diverse voci relative a 'conguagli tariffe acqua 2021' +- per un
totale di 1 euro.

Che dici? Devo dire al collaboratore di cui sopra di iniziare la soap opera
piu' sopra epsosta e immaginata?
Post by Roberto Deboni DMIsr
Post by Hans
come pure dei beni primari
Definire "beni primari".
Beu sai di che si intende ovvero vorresti farmi credere che sei alla ABC?

I beni primari sono i beni economici che soddisfano i bisogni primari
dell'uomo. L'insieme dei beni primari e' composto dal cibo, dai vestiti,
dalla sicurezza, dalla sanita' ecc. Sono detti 'primari' in quanto sono i
primi beni economici ad essere acquistati e consentono di soddisfare la
base della piramide di bisogni dell'uomo, vedasi piramide di Maslow.
Post by Roberto Deboni DMIsr
Chi acquista olio, farina, verdure
e tagli "poveri" di carne (poveri, ma spesso piu' "gustosi"
della insipida fettina di vitello gonfiato ad estrogeni),
e cucina il tutto a casa propria, non ha visto alcun rincaro,
anzi, forse, dopo la botta causata dalla scemenza delle
"bio-energie", ora i prezzi si sono pure calmierati.
Restando ancora in ambito di Costituzione nonche' in tema di vita dignitosa
essendo invece nella media ben incrementati, come in ogni occasione storica
di stati di emergenza non sono mancati i tanti rincari e ancora non e'
finita.

Inoltre non dimendicare che la spesa dei beni primari e' molto elevata in
proporzione al reddito quando il livello del reddito e' basso, al crescere
del reddito la proporzione dei beni primari sulla spesa complessiva invece
tende a ridursi se non per quel 10% quasi ad annullarsi.
Post by Roberto Deboni DMIsr
Post by Hans
e sommandosi con l'inflazione in atto
Io non vedo questa grande inflazione. Ed attenzione, spesso
l'inflazione si auto alimenta quando tutti gridano all'inflazione.
C'e' ed e' palese e pragmaticamente correndo.

Invece non mi interessa affatto del blaterare dei media.
Post by Roberto Deboni DMIsr
Per fare un paragone, e' come chi grida che una banca sta per
fallire, allora tutti corrono a prelevare i risparmi da quella
banca, e la banca fallisce veramente. Lei la vuole la inflazione,
a costo di gridare che c'e', quando in realta' ha visto solo
la ciclica variazione stagionale dei prezzi ?
Come sopra.
Post by Roberto Deboni DMIsr
Post by Hans
e chi in affitto con importi locativi al di fuori della realta'
Definire "al di fuori della realta'" e la citta'.
Il c.d. 'caro affitto' da anni e' un tema ribattuto in tutte le salse e
cio' conseguente pure la pressione delle lobby sulla politica, corrotta, e
in primis da quella bancaria finalizzato allo stato di bilancio ossia
relativo l'attivo delle stato patrimoniale affinche' non vi sia conseguente
abbattimento, valutato mediamente del 30% pure dalla worldbank, sul valore
degli immobili ma cio', il caro affitto, essendo pure interesse che resti
allo status attuale pure dell'italico fisco nonche' dalla filiera relativa
l'edilizia ecc..

Dato di fatto in generale gli immobili sono volutamente sopra valutati e
ben oltre del loro valore reale conseguente cosi' pure lo stesso valore
locativo.

Scrivevi di Milano, ebbene non dirmi perlomeno di non sapere dello status
del 'caro affitto' e dello 'scandalo perenne' questione che tra l'altro non
tocca solo Milano bensi' pure la provincia come pure altre citta', province
e pure piccoli remoti Comuni e cio' specialmente quanto riguarda il centro
e il nord d'italia, fatto salvo di rare eccezioni.

Il 'caro affitto' e' stato, come a tutt'oggi lo e' ancora, una forma
diciamo costrittiva finalizzata piuttosto all'aquisto degli immobili, di
cui le banche come pure altre lobby e il fisco pure, avendo interesse che
avvenga, un po' come forma e finalita' avendo oggi il green pass
chiaramente quest'ultimo finalizzato a tutt'altra finalita' sebbene la
'beffa' di quest'ultimo sembra che stia per scoppiare.

Addirittura la stessa EU convalida il 'caro affitto' come tasso di
onerosita' eccessiva dei costi abitativi, percentuale della popolazione che
vive in famiglie che spendono il 40% o piu' (anno 2018) del reddito
disponibile per l'abitazione tant'e' che la considerazione fu che:

'La disponibilita' di un'abitazione dignitosa, a un prezzo accettabile e in
un ambiente sicuro e' una necessità fondamentale ed e' considerata da molti
un diritto umano. La soddisfazione di tale bisogno, che puo' attenuare la
poverta' e l'esclusione sociale, costituisce tuttora un'importante sfida in
diversi paesi europei.'

In Italia, in linea generale, uno tra tanti, relativo l'incidenza
dell'affitto di casa sul reddito delle famiglie lo puoi pure osservare qui:

<https://www.idealista.it/news/immobiliare/residenziale/2021/04/13/153565-
quanto-incide-laffitto-di-casa-sul-reddito-delle-famiglie-scopri-i-valori-
per>

Come puoi ben capire dai numeri e' facile pure dedurre il reddito, di cui
ben piu' sopra e' gia' stato affrontato, come d'altro canto i redditi
invece essendo, nella vita reale, ben piu' bassi quindi con incidenza ben
maggiore dedicato alla locazione, nel caso ad uso abitativo.

Tralascio le considerazioni che di per se', per logica, puoi trarre pure
tu.
Post by Roberto Deboni DMIsr
Post by Hans
mentre, per contro e dall'altra, gli stipendi
ovvero i salari subendo addirittura in diminuzione
Dove ?
Ancora non ti sei accorto della lotta in essere relativo al c.d. lavoro di
cittadinanza? Ossia delle intenzioni di Amazon, di Ikea e altri e in primis
del fronte della confindustria? Dove? in Italia ma pure accadendo anche in
altri paesi.
Post by Roberto Deboni DMIsr
Post by Hans
mentre le pensioni avendo aumenti a dir poco ridicoli,
I pensionati oggi stanno bene. Finche' dura.
L'assolutismo sembra far parte di te, non esistono solo il bianco e il
nero.
Post by Roberto Deboni DMIsr
Post by Hans
quindi chi vuoi che ancora possa
arrivare a fine mese avendo pure una somma destinata a risparmio (?)
se non chi invece facente parte di quella "classe" di cui sopra.
C'e' una cultura di chi viene dal settentrione, se vuole, di chi
arriva dalla montagne o dintorni, per cui, anche chi si trova nella
fascia sotto l'ambiente abbiente, ma sopra il vero povero (cioe'
quella fascia che lei pare affermare non e' in grado di fare
risparmi (e nella discussione ho indicato proprio cifre da 100 euro
al mese, ma potrebbero anche essere 50 euro al mese), in realta',
secondo questa cultura s'ha da risparmiare in ogni caso. E se c'e'
la volonta', anche se mancasse l'autodisciplina all'atto pratico,
ci si riesce.
Cultura che ben conosco essendo ben al piu' nordico confine.
Post by Roberto Deboni DMIsr
La ragione e' che chi proviene da quelle culture
"rigide" e' il risultato di secoli di selezione naturale, ove
l'avere mancato un minimo di scorta, poteva significare la morte
per inedia o congelamento. In realta', il mio suggerimento ha
ben piu' valore per chi e' di poco sopra la fascia di poverta',
Ci risiamo, esprimiti senza giri di parole ma con i numeri, pragmaticamente
indica il reddito.
Post by Roberto Deboni DMIsr
perche l'abbiente, che lei pare guardare con rabbiosa invidia,
E perche' mai!? Per nulla, anzi! Sono invece pragmatico per natura, mi
informo, leggo, vedo rilevo i numeri ma quelli reali e, qui per farla
breve, infine traggo le rispettive conclusioni.

Anche questa mano la stai giocano male, fa parte del gioco, riprova.
Post by Roberto Deboni DMIsr
in realta' non ha problemi di come mettere da parte 100 euro al
mese. Ma a cosa serve al "poveretto" (ma non povero vero), mettere
da parte qualche soldo ? Serve perche' un imprevisto puo' sempre
capitare,
Tant'e' che scrissi pure che era bene anche avere in caso del contante, non
sono per nulla contario alla finalita' bensi' era il mezzo e la modalita'
di cui in primis tu avevi indicato.
Post by Roberto Deboni DMIsr
e salvo vivere secondo l'ottica di chiedere prestiti
agli usurai
Se possibile da evitare, con coppola o meno che siano.
Post by Roberto Deboni DMIsr
o alle istituzioni,
Qui aprendosi un altro paragrafo piuttosto ampio, vedasi es. crediti di
imposta e tanto altro ancora.
Post by Roberto Deboni DMIsr
avere un mini-riserva puo'
evitare guai ben piu' grossi (morosita', interessi, spese legali,
etc.).
Tralasciamo in italia lo status legale, nel caso aggiungo pure
professionisti nonche' avvocati ossia legulei compresi e giustizia, e'
l'ennesima piaga! Avendo in italia qualche credito sull'ordine dei 3mln e
piu' e penso che, considerato pure l'eta', infine non li vedro' mai ...
forse chi dopo di me, mah!
Post by Roberto Deboni DMIsr
E non tutti hanno l'amministratore che bussa cortesemente
alla porta ogni mese per ritirare l'obolo
Con la coppola? Solitamente inizialmente si presentano anch'essi
cortesemente.
Post by Roberto Deboni DMIsr
(peraltro oggi non si potrebbe piu' fare ...
Eh si', ricordi i tempi andati in cui il c.d. stalking era prassi? Che
nostalgia, vero?
Post by Roberto Deboni DMIsr
dicono, beati gli ultimi se i primi avran giudizio,
Amen, ma nel tempo ne hanno dette e raccontate cosi' tante che ormai
nessuno crede piu' a tali baggianate, ma ancora e tanti ci fanno e ci
provano e specialmente quelli intonacati come pure altri. Parole, Mina lo
ripete' piu' volte e infine attraverso' il confine sebbene anche li non
mancando le tonache.
Post by Roberto Deboni DMIsr
ma sicome ci sono stati abusi da tutte le parti, oggi
devono pagare tutti, anche quelli che non amano le banche).
Della serie, per colpa di qualcuno si salva piu' nessuno? E tu ancora ci
credi? Benetton ma pure quello della Fiat (o come si chiama, sorry non
ricordo) ma pure quelli di MPS han dimostrato tutt'altro.
Post by Roberto Deboni DMIsr
Post by Hans
Tutto cio' ricorda il passatempo preferito che avviene nei salotti
dei c.d. radical chic.
Sta insinuando che sarei un radical chic ?
Chissa', nel tuo intimo forse lo vorresti pure ... ma no, non potresti
esserlo pure per come ti esprimi ossia, evitando fraintendimenti, non
sembri un sessantottino, loro sanno leccare e far ipocrite paternali e
giustificando pure l'ingiustificabile, bhe' tal volta ci provi ma non e' da
te, se ti impegni forse puoi farlo come infiltrato ma la vedo hard ... e
poi come potresti proseguire il salottiero colloquio collevistico se per te
le 'minoranze', di cui piu' sopra, devono farsene ragione ecc.?
Post by Roberto Deboni DMIsr
La scusa del povero nella testa (e quindi povero poi nelle tasche)
per non affrontare in modo costruttivo le sue difficolta'?
What? Vedi, pure questo e' incomprensibile.

Bon, per oggi e' stata una buana distrazione, ogni tanto ci vuole, il
giocare a poker e nel frattempo confrontarci e' pure interessante. Ora
molla la cassa, alla prossima.
Hans
2021-09-08 08:02:15 UTC
Permalink
Post by Hans
'<= euro 2417/mese'
sorry, '=> euro 2417/mese'
Roberto Deboni DMIsr
2021-09-08 15:52:07 UTC
Permalink
8>< ----
Post by Hans
Post by Roberto Deboni DMIsr
Post by Hans
Post by Roberto Deboni DMIsr
Nel periodo di amministratore condominiale ho avuto a che fare con
persone, che se andava a bussare per incassare 50'000 lire al mese,
non avevano problemi di sorta a pagare, ma non riuscivano mai a
pagare se mi presentavo trimestralmente per 150'000 lire. Avevano
solo quelle 50'000 lire.
Pure quale manovalanza dell'usuraio?
Erano incontri rilassati, a seconda della abitudine,
mi offrivano un the', un caffe', oppure un bicchiere di vino.
Ed era l'occasione per parlare del condominio, insomma
durava una oretta. Ovviamente un amministratore di mestiere
(quelli che "vivono" faccendo di professione l'amministratore
condominiale) non potrebbero mai fare un servizio del genere.
Io invece ero uno dei proprietari, che per due decenni ha
amministrato il condominio e li conoscevo personalmente tutti
da vecchia data. Poi le cose sono cambiate, quelli della
mia generazione sono morti, sono arrivati i piu' giovani,
in genere molto arrabbiati, e oggi abbiamo amministratori
di mestiere e tante cause legali in corso, oltre che lavori
rifatti due-tre volte senza risultato o anche sbagliati.
Post by Hans
Del capobastone? Ah si', la coppola era d'ordinanza?
Ora sono curioso, ma di che regione, di che cultura e' la sua
provenienza ? Lei deve vivere in un mondo molto brutto.
Post by Hans
Post by Roberto Deboni DMIsr
Post by Hans
Altri tempi
Post by Roberto Deboni DMIsr
C'e' gente che non riesce ad usare quella autodisciplina per mettere
da parte, ad esempio, un 10% dello stipendio, a meno che non usi
qualche trucco.
Vero, c'e' chi pure spende e spande senza quella "autodisciplina" di
cui hai fatto cenno ma e' vero anche che e' oramai da qualche anno e
piu' che la maggior parte delle persone percepiscono stipendi ovvero
salari da fame, se non da schiavi, che ben al di sotto di quanto
invece pomposamente la stessa italica costituzione prevede con il
termine di "dignitoso".
E quanto sarebbe questo "al di sotto" ?
Sebbene avendo riserve relative l'ISTAT, ricordo che quest'ultimo gia' nel
2017 indicaca '=> euro 2417/mese' quale somma delle spese mensili che
considerava per vivere in modo accettabile, cioe' 'dignitoso', in tal caso
era pure comprensivo della locazione media ad uso abitativo.
Ho scoperto in questo istante di fare parte della categoria dei
"poveri in canna". Interessante, anche perche' non mi sento per nulla
povero.
Post by Hans
Fatti un giro e otterrai.
?
Post by Hans
Post by Roberto Deboni DMIsr
C'e' chi, vivendo nella prima e unica casa, se la cava con 400 euro
al mese. Chi e' in affitto dovra' calcolare l'affitto, che in
provincia puo' essere di 200 euro al mese e a Milano, per lo stesso
bilocale, 800 euro al mese. Quindi, per vivere dignitosamente
al "provinciale" bastano 600 euro al mese, per il milanese, sono
1200 euro al mese. Naturalmente si pone la domanda: ma chi fa
fatica a Milano, che ci sta ancora a fare a Milano ? Oppure
glielo ha ordinato il medico di stare a Milano ?
Baggianate, sei fuori dal tempo nonche' dal mercato locativo del nord
italia, di nuovo fatti un giro ossia, meglio ancora, mostraci un immobile
abitativo in regola a 200 euro mese.
<https://www.idealista.it/affitto-case/reggio-emilia/con-prezzo-min_200/?ordine=prezzi-asc>

Ma forse lei ha scambiato "provincia" con "sobborgo di qualche
metropoli" ? Ci sono tante parti d'Italia (piu' di meta' degli
abitanti) che vivono lontano dalle metropoli e vedono affitti
(e un costo della vita) ben diverso da quelli di una "milano"
o altra grossa citta'.
Post by Hans
Ognuno poi avendo una sua croce quindi sussistendo pure differenti ma anche
altre esisgenze primarie, pure sanitarie, di cui non hai tenuto conto, gia'
indice del non saper far di conto.
Lei da' la sensazione di dipingere il suo caso (grossa citta', problemi
di salute) e volerlo imporre come modello nazionale.

Ma vediamo: se uno ha esigenza sanitarie e non e' abbiente, secondo
lei deve pagarsi tutto di tasca propria ? A me risulta che ancora
un po' ma anche un 20'000 euro/anno di reddito si trova buona parte
dei ticket scontati e financo la casa popolare a prezzo simbolico
(100 euro al mese). Ma forse dipende dalla regione: pare che dove c'e'
molta corruzione i soldi pubblici siano finiti per dare case gratuite
a politici e nipoti/amici o semplicemente chi ha pagato la tangente
al responsabile delle assegnazioni. Ma questo e' un vostro problema,
siete voi a volere che sia cosi', presumo perche' sperate, magari
invano, di essere dalla parte vantaggiosa della barricata.

8>< ----
Post by Hans
Post by Roberto Deboni DMIsr
Siamo d'accordo che in Italia ci sono grosso modo 6 milioni di
famiglie povere.
Ma va?
https://www.istat.it/it/files/2021/06/REPORT_POVERTA_2020.pdf
NEl 2020 citano 5,6 milioni, quindi ricordavo giusto
("grosso modo" 6 milioni).

Vedo che la soglia si e' abbassata a 1'002 euro di spesa mensile
(era di 1'095 euro nel 2019). Ma la invio a riflettere che
1'002 euro e' una media statistica che copre il povero
che vive a Milano, pagando un affitto spropositato, e chi vive
altrove. Ne viene fuori spezzando le medie, che deve esserci
chi e' povero con 1'200 euro di spesa mentre altrove, a
*pari tenore di vitaé, se la cava con una spesa di 800 euro.
Messi insieme i due casi fanno 1'000 euro a testa, ma e'
evidente che l'ipotesi di un aiuto economico unico
nazionale uguale per tutti finisce per regalare il benessere
ad alcuni nel mentre e' di modesto sollievo per altri.
Sarebbe stato utile se l'ISTAT avesse fornito il dato "mediano"
invece della "media".

Se poi il "povero" e' proprietario della propria abitazione,
una parte della sua spesa e' "virtuale" consistendo nella
mancata spesa per affitto, e considerando quanto pesa
l'affitto sui poveri, significa che *a pari tenore di vita*
la soglia di poverta' per chi non paga l'affitto e' un 36%
piu' bassa (dato "medio" come indicato a pagina 6) ovvero
di 742 euro mensili, sempre come dato medio.

Vedo a pagina 12 gia' una tabella che distingue una ampia
casistica, che va da 504 euro di spesa mensile ai 1.419 euro.
Mi limito al caso medio nazionale da 1 a 2 componenti per
famiglia, dato che e' ovvio che per una famiglia numerosa
la spesa "di poverta'" schizza verso l'alto, fino ai
2.047 di una famiglia di 5 componenti e quello dei problemi
delle famiglie numerose non era tema della discussione.
E peraltro la numerosita' del nuclea famigliare fa scattare
fattori riduttivi a livello ISEE che fanno scattare tale
sostegni economici, piu' o meno automatici, da attenuare
il problema della capacita' di spesa a livello delle
famiglie di solo 1-2 componenti.

8>< ----
Post by Hans
Li vedo, immagino lo scenografia come fosse soap opera, tanti passare
l'anno facendo conti e comparazioni con tanto di tabelle excel oltre
telefonare ovvero ricercare a dx e a manca a go go
Idiozie! Acquirente Unico fornisce un servizio gratuito
(pagato con i prelievi sulle nostre bollette elettriche)
che fa gia' tutto:

<https://www.ilportaleofferte.it/portaleOfferte/>

C'e' un elenco, non resta che leggere, e, dopo la prima volta
(che sempre da prendere pratica la prima volta), ogni anno bastano
dieci minuti per decidere.
Post by Hans
senza contare il 'tempo' dedicato per le volture, quindi contratti ecc.,
L'operazione si svolge on-line nel giro di un ora ad andare
calmi (cioe' volendo anche leggere i contratti).
Altrimenti ci si puo' rivolgere a questo gruppo o it.discussioni.energia
per avere qualche dritta in caso di dubbio.

Mi sto giusto preparando per il cambio di quest'anno, poi
faro' il resoconto cronometrato.
Post by Hans
per poi accorgersi di essersi impantanati nelle ennesime trappole
da supercazzola e pensa che c'e' pure chi lo fa veramente,
Dedicare un ora per risparmiare 50 euro non mi sembra una brutta
paga. Oppure, lei intende che il povero ha il diritto di girare
i pollici e aspettare la pappa pronta ?

Tra parentesi, quella di fare comparazioni e' cosa che milioni
di persone fanno ogni giorno quando vanno a fare la spesa.
Pochi entrano nel punto vendita, scorrendo in modo semiautomatico
le corsie, mentre buttano nel carrello questo e quello.
Invece vedo tanti che guardano il prezzo, prendono una scatola,
la posano indietro, poi guardano un altra e relativo prezzo.
Secondo lei cosa stanno faccendo ?

Ma lei e' un figlio di papa' ?
O di mamma ? Mai andato a fare la spesa quotidiana ?
Acquista cibi pronti, cibo spazzatura o sa almeno fare una
pastasciutta e condire una insalata ?
Post by Hans
quasi come una professione a tempo pieno
Credo per milioni di persone e' una professione che porta via
2-3 ore al giorno. Tranne ai figli di papa' o di mamma.
Post by Hans
ovvero come una missione ad vitae, in fondo con 400 euro di reddito ma con
casa di proprieta' come potrebbe passare il 'tempo' (?) e, inoltre, che
altro potrebbe fare?
Ed a quanto pare, l'essere povero, secondo lei equivale ad una licenza
di fannulloneria. Dalle mie parti, invece, l'essero povero e' un
incentivo a darsi da fare per le cose domestiche, come minimo cucinare,
per ridurre la spesa, senza perdere in qualita' di cio' che si mangia.
Altrimenti si vive solo di cibo spazzatura e si diventa dei barili
di un paio di quintali, cioe' veri casi pietosi (tutto costa poi di
piu' ...).
Post by Hans
Pero', infine, gli eroi di cui sopra ecco che alla fine ottenendo i 100
euro da porre sul secondo conto dopo aver spese 'tempo' per migliaia di
euro.
Il suo pare l'inno alla fannullonaggine.

8>< ----
Post by Hans
Per restare nell'impertinenza, fatto salvo forse dedicandoti tu come
procacciatore d'affari ovvero come rappresentante per Engie? Quale il tuo
contatto?
Veramente sto per pasare ad un altro ...
Quando ho completato la scelta, faro un rendiconto per
dare un contributo informativo, costruttivo, sul campo.

8>< ----
Post by Hans
Post by Roberto Deboni DMIsr
acqua esclusa. Ed e' interessante
che l'acqua continui ad essere cara, visto che non c'e'
stata neanche una mezza liberalizzazione ...
Ho proprio sottomano una fattura elettronica relativa l'acqua e leggo in
dettaglo diverse voci relative a 'conguagli tariffe acqua 2021' +- per un
totale di 1 euro.
Che dici? Devo dire al collaboratore di cui sopra di iniziare la soap opera
piu' sopra epsosta e immaginata?
E' proprio un idiota: NON PUO' FARLO. Lei ha il suo fornitore acqua e se
lo tiene vita natural durante (ovvero finche' mantiene quel domicilio).
Post by Hans
Post by Roberto Deboni DMIsr
Post by Hans
come pure dei beni primari
Definire "beni primari".
Beu sai di che si intende ovvero vorresti farmi credere che sei alla ABC?
I beni primari sono i beni economici che soddisfano i bisogni primari
dell'uomo. L'insieme dei beni primari e' composto dal cibo, dai vestiti,
dalla sicurezza, dalla sanita' ecc. Sono detti 'primari' in quanto sono i
primi beni economici ad essere acquistati e consentono di soddisfare la
base della piramide di bisogni dell'uomo, vedasi piramide di Maslow.
Bene, tutto questo oggi costa molto poco. Sempre che lei non sia
alla ricerca dell'ultima moda. L'intimo lo puo' pagare 1 euro al
pezzo, anche 50 centesimi in promozione fine-scorta, come 10 euro
al pezzo (di marca acquistato a prezzo pieno). Come fa a decidere
il costo medio ? Per me conta cio' che e' acquistabile, non la
media dei prezzi tra caro e economico. Posso acquistare ad un euro ?
Bene, quello e' il mio prezzo. Punto. Scommetto che lei e' uno di
quei idioti che dice che il libero mercato e' caro perche' il 90%
delle offerte supera la tariffa ARERA. Come se i clienti fossero
cosi' tordi da "spalmarsi" su tutte le offerte invece di "concentrarsi"
su quelle migliori (invero c'e' un "nodo" di polli concentrati sulle
offerte piu' care di ENEL Energia ... chissa' come mai ...).

8>< ---- (preferisco dedicare il resto del tempo per risparmiare
sulla bolletta elettrica)
Hans
2021-09-09 03:32:19 UTC
Permalink
Post by Roberto Deboni DMIsr
Io invece ero uno dei proprietari,
1
Post by Roberto Deboni DMIsr
Ora sono curioso, ma di che regione, di che cultura e' la sua
provenienza?
Distratto
Post by Roberto Deboni DMIsr
Lei deve vivere in un mondo molto brutto.
why
Post by Roberto Deboni DMIsr
Post by Hans
Fatti un giro e otterrai.
?
La fuori
Post by Roberto Deboni DMIsr
<https://www.idealista.it/affitto-case/reggio-emilia/con-prezzo-min_200
/?ordine=prezzi-asc>
Eccezione, unico, annuncio non aggiornato.
Post by Roberto Deboni DMIsr
Lei da' la sensazione
Distratto
Post by Roberto Deboni DMIsr
A me risulta che ancora
un po' ma anche un 20'000 euro/anno di reddito si trova buona parte
dei ticket scontati e financo la casa popolare a prezzo simbolico
(100 euro al mese).
Saint Nicholas'Day
Post by Roberto Deboni DMIsr
Ma questo e' un vostro problema,
Vostro?
Post by Roberto Deboni DMIsr
Idiozie!
impertinente (by Roberto Deboni DMIsr)
Post by Roberto Deboni DMIsr
paga. Oppure, lei intende che il povero ha il diritto di girare
i pollici e aspettare la pappa pronta ?
Mai scritto / affermato cio'.
Post by Roberto Deboni DMIsr
Ma lei e' un figlio di papa' ?
O di mamma ?
Mater semper certa est, pater numquam. In altro senso: no.
Post by Roberto Deboni DMIsr
Mai andato a fare la spesa quotidiana ?
Gia risposto, distratto.
Post by Roberto Deboni DMIsr
E' proprio un idiota: NON PUO' FARLO. Lei ha il suo fornitore acqua e
se lo tiene vita natural durante (ovvero finche' mantiene quel
domicilio).
Disattento
Post by Roberto Deboni DMIsr
Scommetto che lei e' uno di quei idioti che dice che il libero mercato
e' caro perche' il 90%
Non legge.

Esagerazioni, iperboli e altre scemenze del genere ... (by Roberto Deboni
DMIsr)
Post by Roberto Deboni DMIsr
8>< ---- (preferisco dedicare il resto del tempo per risparmiare
sulla bolletta elettrica)
:-|
Roberto Deboni DMIsr
2021-09-10 12:36:24 UTC
Permalink
8>< ----
Post by Roberto Deboni DMIsr
Post by Hans
Per restare nell'impertinenza, fatto salvo forse dedicandoti tu come
procacciatore d'affari ovvero come rappresentante per Engie? Quale il tuo
contatto?
Veramente sto per pasare ad un altro ...
Quando ho completato la scelta, faro un rendiconto per
dare un contributo informativo, costruttivo, sul campo.
Maledizione, la GESAM ha ritirato la sua offerta di agosto
(circa 4 centesimi per il prossimo anno e sconto una tantum
nuovo cliente di 72 euro). E tutta colpa del tempo perso
a discutere con lei. Non immaginavo che gia' dopo una
settimana in settembre, il mercato sarebbe cambiato cosi'
rapidamente. Mi consolo osservando che mentre Engie mi
ha proposto 5 centesimi per il prossimo anno (che inizia
a ottobre), la sua migliore offerte per nuovi clienti e'
di 9 centesimi. Insomma, sembra che Engie ci tenga a tenere
i clienti.
Questo e' anche indizio che la tariffe ARERA di ottobre
avranno un ulteriore rincaro, anche se le tasse fanno in
modo che non si sentira' molto in bolletta (due terzi di
cio' che lei paga sono tasse e quelle non sono aumentate).


Vedi mio messaggio del 21 agosto:

Message-ID: <DbOdnaHZgdVHrL38nZ2dnUU78N-***@giganews.com>

a commento del mio messaggio del 19 agosto:

Message-ID: <4M-***@giganews.com>

in replica a discussione aperta dal messaggio del 19 agosto:

Message-ID: <f1b0c246-0afa-4aa2-b3f8-***@googlegroups.com>

8>< ----

Sinuhe
2021-09-05 22:54:18 UTC
Permalink
Post by Roberto Deboni DMIsr
Per chi ha difficolta' a risparmiare, ovvero ha le mani
leggermente bucate, ma vorrebbe riuscire a mettere da parte
un po' di soldi per emergenze, un trucco e' quello di
aprire un conto in una banca diversa oltre a quello che
si ha gia' per le spese da fare nel mese.
Il secondo rapporto va dedicato solo per il risparmio.
così quello che risparmi lo spendi per tenere aperto il conto e per la tassa
annuale di bollo...
Non è un trucco, è un barbatrucco...
Roberto Deboni DMIsr
2021-09-06 00:56:48 UTC
Permalink
Post by Sinuhe
Post by Roberto Deboni DMIsr
Per chi ha difficolta' a risparmiare, ovvero ha le mani
leggermente bucate, ma vorrebbe riuscire a mettere da parte
un po' di soldi per emergenze, un trucco e' quello di
aprire un conto in una banca diversa oltre a quello che
si ha gia' per le spese da fare nel mese.
Il secondo rapporto va dedicato solo per il risparmio.
così quello che risparmi lo spendi per tenere aperto il conto e per la
tassa annuale di bollo...
Mi spieghi quella della tassa annuale di bollo ...
Post by Sinuhe
Non è un trucco, è un barbatrucco...
Sinuhe
2021-09-06 22:56:31 UTC
Permalink
Post by Roberto Deboni DMIsr
Post by Sinuhe
Post by Roberto Deboni DMIsr
Per chi ha difficolta' a risparmiare, ovvero ha le mani
leggermente bucate, ma vorrebbe riuscire a mettere da parte
un po' di soldi per emergenze, un trucco e' quello di
aprire un conto in una banca diversa oltre a quello che
si ha gia' per le spese da fare nel mese.
Il secondo rapporto va dedicato solo per il risparmio.
così quello che risparmi lo spendi per tenere aperto il conto e per la
tassa annuale di bollo...
Mi spieghi quella della tassa annuale di bollo ...
vuoi spiegare agli altri giochi da finanziere e ignori i fondamentali?

<cit>L’imposta di bollo sul conto corrente si rivolge a tutti possessori di
conto correnti e viene addebitata trimestralmente qualora la giacenza media
trimestrale superi i 5000€.

L’importo da pagare è calcolato in misura fissa: nel caso di estratto conto
bancario per i conti delle persone fisiche ammonta a 34,20 euro, mentre per
soggetti diversi è pari a 100,00 euro. Solitamente viene ripartita nel corso
dell’anno con applicazione trimestrale, in coincidenza con la
rendicontazione. In mancanza di rendiconto nel corso dell’anno i calcoli
della giacenza media vengono effettuati su base annuale, anziché
trimestrale, e vengono addebitati direttamente il 31 dicembre.

Se il correntista, persona fisica, possiede un valore medio di giacenza
inferiore ai 5.000 euro, l’imposta non è dovuta. Vi è l’esenzione dell’imposta
anche nel caso in cui il valore medio della giacenza risulti essere
negativo.</cit>

A cui è da aggiungere anche il costo mensile del conto. Qualche banca lo
abbuona (ma quasi sempre lo riduce solo), ma devi versare tutto lo stipendio
in quel conto, non un po' qui e un po' là... e se hai meno di 5000 euro è
inutile avere un conto, apri un libretto in posta, o te li tieni in casa.
Roberto Deboni DMIsr
2021-09-07 01:37:06 UTC
Permalink
Post by Sinuhe
Post by Roberto Deboni DMIsr
Post by Sinuhe
Post by Roberto Deboni DMIsr
Per chi ha difficolta' a risparmiare, ovvero ha le mani
leggermente bucate, ma vorrebbe riuscire a mettere da parte
un po' di soldi per emergenze, un trucco e' quello di
aprire un conto in una banca diversa oltre a quello che
si ha gia' per le spese da fare nel mese.
Il secondo rapporto va dedicato solo per il risparmio.
così quello che risparmi lo spendi per tenere aperto il conto e per
la tassa annuale di bollo...
Mi spieghi quella della tassa annuale di bollo ...
vuoi spiegare agli altri giochi da finanziere e ignori i fondamentali?
<cit>L’imposta di bollo sul conto corrente si rivolge a tutti possessori
di conto correnti e viene addebitata trimestralmente qualora la giacenza
media trimestrale superi i 5000€.
Quindi mi pare che il messaggio e' che conviene avere due conti
separati, potendo cosi' arrivare a 10'000 € in totale, continuando
a "schivare" la rata ? Giusto per capire ...
Post by Sinuhe
L’importo da pagare è calcolato in misura fissa: nel caso di estratto
conto bancario per i conti delle persone fisiche ammonta a 34,20 euro,
mentre per soggetti diversi è pari a 100,00 euro. Solitamente viene
ripartita nel corso dell’anno con applicazione trimestrale, in
coincidenza con la rendicontazione. In mancanza di rendiconto nel corso
dell’anno i calcoli della giacenza media vengono effettuati su base
annuale, anziché trimestrale, e vengono addebitati direttamente il 31
dicembre.
Se il correntista, persona fisica, possiede un valore medio di giacenza
inferiore ai 5.000 euro, l’imposta non è dovuta. Vi è l’esenzione
dell’imposta anche nel caso in cui il valore medio della giacenza
risulti essere negativo.</cit>
A cui è da aggiungere anche il costo mensile del conto.
Mi pare di avere menzionato questo con la frase:

"Ovviamente questo ha senso se il secondo conto e' a costo
modico (non vi interessa l'operativita'), meglio ancora se
gratuito. Oppure se gestite molti soldi.

Dunque, se il conto e' gratuito o al massimo di 12 euro all'anno
(in quella escursione di valori ci sono molte offerte (in alcuni
casi hanno un canone irrisorio, ma un alto costo per le operazioni
allo sportello, tipo 2 euro di commissione per depositare soldi allo
sportello, etc. ma se l'idea e' di un conto "non-operativo", non ci
interessa il costo salato delle operazioni alla sportello, perche' al
massimo ne faremo solo una all'anno, mentre ci interessa pagare un
canone minimo), il costo diventa irrisorio.
Se invece il caso di chi gestisce molti soldi (stipendio fino a 5000
euro mensili), avere un secondo conto, lei ci mostra sopra, significa
potere stare sotto la soglia della tassazione grazie al secondo conto,
che anche se costasse 30 euro all'anno di canone si pagherebbe solo
per questo.
Post by Sinuhe
Qualche banca lo
abbuona (ma quasi sempre lo riduce solo), ma devi versare tutto lo
stipendio in quel conto, non un po' qui e un po' là... e se hai meno di
5000 euro è inutile avere un conto, apri un libretto in posta, o te li
tieni in casa.
Lei non ha capito, il suggerimento e' rivolto a persone con voglia
di risparmiare ma che mancano di quella autodisciplina necessaria.
Un bonifico automatico ad inizio mese puo' essere d'aiuto.
Non e' rivolto invece a chi e' capace di una totale autodisciplina
nel decidere quanti soldi spendre in un mese (tipo "Mister Monk",
per intenderci, come pare essere lei).
Sinuhe
2021-09-07 23:02:47 UTC
Permalink
Post by Roberto Deboni DMIsr
Qualche banca lo abbuona (ma quasi sempre lo riduce solo), ma devi
versare tutto lo stipendio in quel conto, non un po' qui e un po' là... e
se hai meno di 5000 euro è inutile avere un conto, apri un libretto in
posta, o te li tieni in casa.
Lei non ha capito, il suggerimento e' rivolto a persone con voglia
di risparmiare ma che mancano di quella autodisciplina necessaria.
Un bonifico automatico ad inizio mese puo' essere d'aiuto.
Non e' rivolto invece a chi e' capace di una totale autodisciplina
nel decidere quanti soldi spendre in un mese (tipo "Mister Monk",
per intenderci, come pare essere lei).
non ho idea di chi sia questo mister Monk che citi, e sinceramente non me ne
frega niente.
Se uno non riesce a gestirsi i soldi che ha, finiti quelli destinati alle
spese nel primo conto, come dici tu, se gli viene il ticchio di comprare
qualcosa, stai tranquillo che va a prelevarli dall'altro conto, non fa certo
finta di non averli.
Roberto Deboni DMIsr
2021-09-08 02:18:45 UTC
Permalink
Post by Sinuhe
Post by Roberto Deboni DMIsr
Qualche banca lo abbuona (ma quasi sempre lo riduce solo), ma devi
versare tutto lo stipendio in quel conto, non un po' qui e un po'
là... e se hai meno di 5000 euro è inutile avere un conto, apri un
libretto in posta, o te li tieni in casa.
Lei non ha capito, il suggerimento e' rivolto a persone con voglia
di risparmiare ma che mancano di quella autodisciplina necessaria.
Un bonifico automatico ad inizio mese puo' essere d'aiuto.
Non e' rivolto invece a chi e' capace di una totale autodisciplina
nel decidere quanti soldi spendre in un mese (tipo "Mister Monk",
per intenderci, come pare essere lei).
non ho idea di chi sia questo mister Monk che citi, e sinceramente non
me ne frega niente.
Se uno non riesce a gestirsi i soldi che ha, finiti quelli destinati
alle spese nel primo conto, come dici tu, se gli viene il ticchio di
comprare qualcosa, stai tranquillo che va a prelevarli dall'altro conto,
non fa certo finta di non averli.
C'e' sicuramente il tipo che e' incapace di tenere a freno "le voglie"
e quindi va a fare di tutto. Non sto certamente a negarlo.
Ma c'e' anche chi ha solo bisogno di una modesto freno, come il fatto
di vedere il conto "pagatore" quasi in rosso, per "frenarsi" quanto
basta. E' capace di concepire che ci sono persone diverse ?

Sa chi mi ricorda lei ? Quelli che sono disposti a fare vivere da
cani 6 milioni di poveri solo perche' ci sono 60'000 furbetti, o
peggio criminali rei condannati, che hanno abusato dell'aiuto
economico di stato. Ovvero, visto che c'e' sicuramente colui a
cui la tecnica del separare spesa dal risparmio non funzionerebbe
per nulla, allora lei scarica invece tutta la gente "buona",
ostacolando quella che invece puo' diventare una valida soluzione.

Perche' lo fa ? Odia cosi' tanto chi e' povero ? Crede che siano
tutti parassiti ? Non immagina che ci sia il povero che semplicemente
non ha mai avuto alcun possibilita' nella vita (magari mentalmente
meno sveglio di altri, o visto che siamo in Italia, semplicemente
troppo buono, lei lo definirebbe un "pollo" e lo odierebbe come i
nazisti odiano gli ebrei, solo perche' gli ebrei erano moralmente
migliori dei nazisti, da cui la ferocia nazista) oppure ha subito
un evento sfortunato tremendo, un danno alla salute, o anche un
fallimento a causa di un disastro (un terremoto le sembra una
ragione sufficientemente "non imputabile") ?
Sinuhe
2021-09-08 23:04:20 UTC
Permalink
Post by Roberto Deboni DMIsr
Post by Sinuhe
Post by Roberto Deboni DMIsr
Qualche banca lo abbuona (ma quasi sempre lo riduce solo), ma devi
versare tutto lo stipendio in quel conto, non un po' qui e un po' là...
e se hai meno di 5000 euro è inutile avere un conto, apri un libretto
in posta, o te li tieni in casa.
Lei non ha capito, il suggerimento e' rivolto a persone con voglia
di risparmiare ma che mancano di quella autodisciplina necessaria.
Un bonifico automatico ad inizio mese puo' essere d'aiuto.
Non e' rivolto invece a chi e' capace di una totale autodisciplina
nel decidere quanti soldi spendre in un mese (tipo "Mister Monk",
per intenderci, come pare essere lei).
non ho idea di chi sia questo mister Monk che citi, e sinceramente non me
ne frega niente.
Se uno non riesce a gestirsi i soldi che ha, finiti quelli destinati alle
spese nel primo conto, come dici tu, se gli viene il ticchio di comprare
qualcosa, stai tranquillo che va a prelevarli dall'altro conto, non fa
certo finta di non averli.
C'e' sicuramente il tipo che e' incapace di tenere a freno "le voglie"
e quindi va a fare di tutto. Non sto certamente a negarlo.
Ma c'e' anche chi ha solo bisogno di una modesto freno, come il fatto
di vedere il conto "pagatore" quasi in rosso, per "frenarsi" quanto
basta. E' capace di concepire che ci sono persone diverse ?
Sa chi mi ricorda lei ? Quelli che sono disposti a fare vivere da
cani 6 milioni di poveri solo perche' ci sono 60'000 furbetti, o
peggio criminali rei condannati, che hanno abusato dell'aiuto
economico di stato. Ovvero, visto che c'e' sicuramente colui a
cui la tecnica del separare spesa dal risparmio non funzionerebbe
per nulla, allora lei scarica invece tutta la gente "buona",
ostacolando quella che invece puo' diventare una valida soluzione.
Perche' lo fa ? Odia cosi' tanto chi e' povero ?
come al solito tu ti senti autorizzato a scrivere qualunque cagata ti passi
per il cervello, e a classificare come idiota chiunque la pensi
diversamente, (ho letto la risposta nei post precedenti)
Il fatto è che ancora una volta nei tuoi deliri vedi connotazioni
classistiche che non ci sono. Da dove hai eruttato questa ipotesi? Dove vedi
l'odio verso i poveri? Ma vai a cagare
Post by Roberto Deboni DMIsr
Crede che siano tutti parassiti ?
e tu credi di essere normale a divagare su connotazioni e ipotesi che vedi
solo tu?
Post by Roberto Deboni DMIsr
Non immagina che ci sia il povero che semplicemente
non ha mai avuto alcun possibilita' nella vita (magari mentalmente
meno sveglio di altri, o visto che siamo in Italia, semplicemente
troppo buono, lei lo definirebbe un "pollo" e lo odierebbe come i
nazisti odiano gli ebrei, solo perche' gli ebrei erano moralmente
migliori dei nazisti, da cui la ferocia nazista) oppure ha subito
un evento sfortunato tremendo, un danno alla salute, o anche un
fallimento a causa di un disastro (un terremoto le sembra una
ragione sufficientemente "non imputabile") ?
dammi retta, trova uno bravo e curati.
Pigrotto
2021-09-05 23:08:16 UTC
Permalink
Post by Roberto Deboni DMIsr
Per chi ha difficolta' a risparmiare, ovvero ha le mani
leggermente bucate, ma vorrebbe riuscire a mettere da parte
un po' di soldi per emergenze, un trucco e' quello di
aprire un conto in una banca diversa
Chi ha le mani bucate troverebbe un trucco per sperperarli entrambi ma
nel frattempo raddoppierebbero i costi di gestione dei conti e le tasse.
Post by Roberto Deboni DMIsr
Un altro beneficio e' che in caso di "default" (cosa che oggi
non e' affatto rara come il secolo scorso), non vi restano
bloccati tutti i soldi. Se vi bloccano i soldi del conto
di spesa, potete spostarvi sull'altra banca, quella del
conto di risparmio, e trasformarlo nel nuovo conto di spesa
(spostandoci li' le entrate) in attesa di definizione della
situazione nella banca di spesa.
Meglio ancora è chiudere il conto arancio e mettere i soldi in qualsiasi
altro conto che non scriva numeri a caso nella contabilità e nell'area
home banking dei clienti. Quello che è successo pochi giorni fa è
inconcepibile. Indice di una inaffidabilità allarmante.
Hans
2021-09-06 04:27:35 UTC
Permalink
Post by Roberto Deboni DMIsr
E se riuscite a stabilire un limite
per cui avanza qualcosa a fine mese (cosa non per tutti),
impostate un bonifico automatico mensile dal vostro conto
di servizio "spesa" al rapporto di risparmio sull'altra banca.
In tal caso, per chi puo' e per quanto possibile, sempre che si provveda
con attente triangolazioni oltre il secondo conto o piu' essere in paesi
differenti altrimenti in caso di default relativo a un conto, seppur avendo
piu' conti nello stesso paese, ti ritrovi con un click con tutti i conti
bloccati, comprese le carte di credito e di debito perche' dato di fatto
essere globalmente monopolizzate, e oggi non e' detto che ti ritrovi pure
bloccati in conti pure su estero ed e' per tal ipotesi che bisogna pure
fare molta attenzione alla scelta di dove e di quali conti servirsi e ancor
meglio periodicamente chiudere e aprire nuovi conti oltreche' distinguere
pure per quali finalita'.

Relativo ai costi dei conti, pure per quelli alternativi e su altri paesi,
ci sono pure conti di cui si paga solo la transazione senza aggiunta di
alcunche' d'altro.

Grazie ai fanatici delle carte pero' La fregatura di quanto sopra sono
proprio le carte di credito debito, perche' per logica ragione di cui sopra
sono i primi a sapere tutto, quindi in tal caso converrebbe ottenere carte
c.d. cifrate, anonime ovvero a copertura sebbene avendo costi maggiori,
chiaramente in tal caso e' da evitare il piu' possibile di richiedere
fatture ovvero prenotazioni ecc. bastando lo scontrino.

Fermo restando comunque di trattenere una riserva in contanti, ma ci sono
poi altri metodologie di financial engineering ancor piu' sofisticati.

Tutto cio' per chi ha quel minimo di disponibilita' altrimenti non rimane
altro che sopravvivere e adeguarsi come si puo' e amem.
Roberto Deboni DMIsr
2021-09-07 01:39:32 UTC
Permalink
Post by Hans
Post by Roberto Deboni DMIsr
E se riuscite a stabilire un limite
per cui avanza qualcosa a fine mese (cosa non per tutti),
impostate un bonifico automatico mensile dal vostro conto
di servizio "spesa" al rapporto di risparmio sull'altra banca.
In tal caso, per chi puo' e per quanto possibile, sempre che si provveda
con attente triangolazioni oltre il secondo conto o piu' essere in paesi
differenti altrimenti in caso di default relativo a un conto, seppur avendo
piu' conti nello stesso paese, ti ritrovi con un click con tutti i conti
bloccati, comprese le carte di credito e di debito perche' dato di fatto
essere globalmente monopolizzate, e oggi non e' detto che ti ritrovi pure
bloccati in conti pure su estero ed e' per tal ipotesi che bisogna pure
fare molta attenzione alla scelta di dove e di quali conti servirsi e ancor
meglio periodicamente chiudere e aprire nuovi conti oltreche' distinguere
pure per quali finalita'.
Relativo ai costi dei conti, pure per quelli alternativi e su altri paesi,
ci sono pure conti di cui si paga solo la transazione senza aggiunta di
alcunche' d'altro.
Grazie ai fanatici delle carte pero' La fregatura di quanto sopra sono
proprio le carte di credito debito, perche' per logica ragione di cui sopra
sono i primi a sapere tutto, quindi in tal caso converrebbe ottenere carte
c.d. cifrate, anonime ovvero a copertura sebbene avendo costi maggiori,
chiaramente in tal caso e' da evitare il piu' possibile di richiedere
fatture ovvero prenotazioni ecc. bastando lo scontrino.
Fermo restando comunque di trattenere una riserva in contanti, ma ci sono
poi altri metodologie di financial engineering ancor piu' sofisticati.
Tutto cio' per chi ha quel minimo di disponibilita' altrimenti non rimane
altro che sopravvivere e adeguarsi come si puo' e amem.
Prego ? Triangolazioni ? Paesi esteri ?
Mi rivolgevo a chi cercava di mettere da parte tipo 100 euro al mese e
non ci riusciva mai perche' a fine mese, finiva per spenderli in un
modo o l'altro solo perche' erano ancora sul conto corrente.
Ghost
2021-09-07 07:30:40 UTC
Permalink
Post by Roberto Deboni DMIsr
Post by Hans
Post by Roberto Deboni DMIsr
E se riuscite a stabilire un limite
per cui avanza qualcosa a fine mese (cosa non per tutti),
impostate un bonifico automatico mensile dal vostro conto
di servizio "spesa" al rapporto di risparmio sull'altra banca.
In tal caso, per chi puo' e per quanto possibile, sempre che si
provveda con attente triangolazioni oltre il secondo conto o piu'
essere in paesi differenti altrimenti in caso di default relativo a
un conto, seppur avendo piu' conti nello stesso paese, ti ritrovi con
un click con tutti i conti bloccati, comprese le carte di credito e
di debito perche' dato di fatto essere globalmente monopolizzate, e
oggi non e' detto che ti ritrovi pure bloccati in conti pure su
estero ed e' per tal ipotesi che bisogna pure fare molta attenzione
alla scelta di dove e di quali conti servirsi e ancor meglio
periodicamente chiudere e aprire nuovi conti oltreche' distinguere
pure per quali finalita'.
Relativo ai costi dei conti, pure per quelli alternativi e su altri
paesi, ci sono pure conti di cui si paga solo la transazione senza
aggiunta di alcunche' d'altro.
Grazie ai fanatici delle carte pero' La fregatura di quanto sopra
sono proprio le carte di credito debito, perche' per logica ragione
di cui sopra sono i primi a sapere tutto, quindi in tal caso
converrebbe ottenere carte c.d. cifrate, anonime ovvero a copertura
sebbene avendo costi maggiori, chiaramente in tal caso e' da evitare
il piu' possibile di richiedere fatture ovvero prenotazioni ecc.
bastando lo scontrino.
Fermo restando comunque di trattenere una riserva in contanti, ma ci
sono poi altri metodologie di financial engineering ancor piu'
sofisticati.
Tutto cio' per chi ha quel minimo di disponibilita' altrimenti non
rimane altro che sopravvivere e adeguarsi come si puo' e amem.
Prego ? Triangolazioni ? Paesi esteri ?
Mi rivolgevo a chi cercava di mettere da parte tipo 100 euro al mese e
non ci riusciva mai perche' a fine mese, finiva per spenderli in un
modo o l'altro solo perche' erano ancora sul conto corrente.
E in tal caso, sempreche' il secondo conto non sia soggetto ad alcun fee
periodico e finche' non si hanno problemi di sconfinamento, potrei pure
pure essere d'accordo.

Ma poi, in seguito, hai accennato ad un altro scenario cioe' nel caso di
status di default avendo affermato quanto sotto riportato (Doc 01) e
siccome, come tu stesso hai scritto, non e' affatto cosi' raro che chi puo'
debba pure mettere in conto quanto sopra ebbi esposto.

Cio' che invece alla tua novella hai errato, vedasi Doc 01 riportato a pie'
di pagina, e' la tua affermazione che in caso di default il correntista,
seppur avendo in essere una sorte di transazione, possa nel frattempo
accedere al secondo conto seppure acceso in altro istituto bancario mentre
nella cruda realta e quale dato di fatto cio' invece non accadendo perche'
a cascata venendo pure anch'esso bloccato, se non in parte anch'esso
pignorato, cosi' pure relativo alele carte di credito debito, e
specialmente se il secondo conto risulta essere attivo nello stesso paese
in cui risulta essere attivo il primo conto in status di default, tra
l'altro in italia e' pure prassi assodata praticamente da sempre sebbene a
suo tempo accadevano, sommandosi, altre conseguenze ben peggiori.

Anzi, aggiungo, nella cruda realta' il tapino - in senso buono -
correntista di cui sopra che in tal status di default nel frattempo
trovandosi pure di fronte non solo nel non poter accendere altri conti,
ossia per un periodo determitato, ma pure se pensionato affrontando anche
non poche difficolta' e subendo pure tempi morti, restando cosi' per il
momento in una sorte di limbo e senza alcunche' per la sopravvivenza, al
fine di poter escutere la propria pensione, dedotta dell'importo
eventualmente pignorato, ossia per cio' che gli serve per la mera
sopravvivenza e cio' arrogantemente e nella vita reale, e mio parere
essendo un vero schifo, avvenendo ugualmente seppure il correntista di cui
sopra essere tutelato diversamente come da Legge e norme vigenti di cui
giusto un riferimento:

https://www.laleggepertutti.it/475656_quando-la-pensione-non-e-pignorabile

(Doc 01)
"Un altro beneficio e' che in caso di "default" (cosa che oggi
non e' affatto rara come il secolo scorso), non vi restano
bloccati tutti i soldi. Se vi bloccano i soldi del conto
di spesa, potete spostarvi sull'altra banca, quella del
conto di risparmio, e trasformarlo nel nuovo conto di spesa
(spostandoci li' le entrate) in attesa di definizione della
situazione nella banca di spesa."

Ricordiamo sempre che la banca e' un posto dove ti prestano l'ombrello
quando c'e' bel tempo e te lo chiedono indietro quando inizia a piovere ma
non solo anche perche' le banche hanno provocato piu' danni alla religione,
alla moralita', alla tranquillita', alla prosperita' e anche alla ricchezza
della nazione rispetto al bene che possono aver fatto finora o che mai, se
mai (!), faranno.
Ghost
2021-09-07 08:00:40 UTC
Permalink
Post by Ghost
quanto sopra ebbi esposto
quanto sopra ebbe esposto
Roberto Deboni DMIsr
2021-09-07 15:39:49 UTC
Permalink
On 07/09/2021 09:30, Ghost wrote:

8>< ----
Post by Ghost
Ma poi, in seguito, hai accennato ad un altro scenario cioe' nel caso di
status di default avendo affermato quanto sotto riportato
Cielo! Si intendeva il default dell'istituto bancario !!!
Post by Ghost
e siccome, come tu stesso hai scritto, non e' affatto cosi' raro che chi puo'
debba pure mettere in conto quanto sopra ebbi esposto.
Basta leggere i giornali ... a quanto banche fallite siamo ormai ?

8>< ---- (fischi per fiaschi ...)
Post by Ghost
(Doc 01)
"Un altro beneficio e' che in caso di "default" (cosa che oggi
"default" della banca!!!!
Post by Ghost
non e' affatto rara come il secolo scorso), non vi restano
bloccati tutti i soldi. Se vi bloccano i soldi del conto
di spesa, potete spostarvi sull'altra banca, quella del
conto di risparmio, e trasformarlo nel nuovo conto di spesa
(spostandoci li' le entrate) in attesa di definizione della
situazione nella banca di spesa."
8>< ----
Ghost
2021-09-08 02:32:14 UTC
Permalink
Post by Roberto Deboni DMIsr
Cielo! Si intendeva il default dell'istituto bancario !!!
Oops! Qui pro quo.
SalvMinkia
2021-09-06 21:55:49 UTC
Permalink
Buon secolo scorso.
Adesso tutti ricchi con i Bitcoin
:-)
Che cazzo centrano i bitcoin.

Quello che vuore fare quel vecchio rincoglionito di deboni si può fare
con qualsiasi conto corrente un po' più evoluto.
Deboni sarà rimasto al libretto postale che si fa timbrare allo sportello.
carletto
2021-09-07 19:39:33 UTC
Permalink
Post by Roberto Deboni DMIsr
Ovvero, voi decidete a priori quanti soldi volete (o dovete)
spendere in un mese.
Un PAC, automatizzato o meno, di importo a piacere, lo fa qualunque
broker o banca. Persino le Poste.
L'idea di aprire un secondo conto all'uopo e' quantomeno "creativa"...

carletto
carletto
2021-09-07 20:43:14 UTC
Permalink
Un problema puo' avere tante soluzioni, ho solo esposto una
possibile.
Mbe' certo, un po' come se uno per bere un bicchiere di latte fresco si
compra una mucca.
E' un po'... come dire... faticoso, ma si puo' fare.
Finora nessuna delle "mie" banche e' fallita (anche se le azioni
di una sono finite giu' per il cesso), ma se accadesse, avere
le mie modeste risorse sparse in vari cestini, mi crea un certo
conforto.
Se senti l'esigenza di ripartire i tuoi averi tra 5 banche diverse per
timore dei fallimenti, devi essere uno bene in grana. Visto che il FITD
copre 100mila euro per ogni conto...
Insomma, con almeno mezzo milione nel granaio penserei a godermi un po'
la vita, altro che risparmio...

carletto
carletto
2021-09-08 09:20:50 UTC
Permalink
Cioe' secondo lei, il concetto delle uova in piu' paniere s'ha
da usare solo riempiendo ogni paniere al massimo ?
Se i panieri te li regalassero, e lo sbattimento di ripartire le uova, e
di ricordarsi il come e il dove non esistesse, allora sarebbe senz'altro
come dici tu.
Altrimenti... e' da valutare il senso della cosa...
Per tutto il resto c'e' la FITD.
Ad esempio, se un paniere tiene fino a 12 uova, per dividere le
uova in due panieri, occorre averne almeno 13 ?
Cioe' l'idea di avere solo 6 uova e metterne 2 per ogni paniere,
usando quindi tre in tutto, non le passa per la testa ?
Il prinicipio in se' e' sempre valido.
E' la sua applicazione ad un caso come il tuo che non ha ne' capo ne' coda.
In ogni caso, non ho diviso i miei "averi" tra 5 banche diverse,
non ho cifra che lo usino, ma ho solo voluto replicare a quelli
che mi hanno insultato a fronte dell'ipotesi di tenere piu' di
un banca per i propri rapporti finanziari. Semplicemente utilizzo
5 banche diverse per varie ragioni che e' inutile che spieghi,
visto che non avete recepito. Ma e' indubbio che, diversamente dai
polli, che se mi arriva notizia stampa che una delle banche fosse
in difficolta', non solo non mi agiterei neanche un po', ma ci
metto pochi minuti per spostare qualche somma, se la banca
"chiaccherata" fosse quella maggiormente utilizzata.
Alle prime avvisaglie di "problemi", e solo allora, basta aprire un
nuovo conto con una banca diversa.
Perche' fasciarsi la testa prima di essersela rotta?
Che vantaggio trae dal mandare in vacca qualcosa
che potrebbe diventare uno spunto utile di riflessione.
Ha litigato con la moglie o l'amica ?
E' stato sgridato dal capoufficio o da un cliente ?
O e' solo un vecchio rancoroso a cui da fastidio tutto cio'
che potrebbe, dico solo, potrebbe avere riflessi positivi ?
Stai facendo tutto tu... LOL

carletto
Continua a leggere su narkive:
Loading...