Discussione:
Quanto costerebbe un litro di benzina senza le accise?
(troppo vecchio per rispondere)
Hugo Stiglitz
2021-09-23 20:20:00 UTC
Permalink
Ma cosa paghiamo quando facciamo benzina? Ecco, alcune delle accise pagate
dagli italiani:

0,0001 euro per il finanziamento della guerra d'Etiopia del 1935-1936;
0,007 euro per il finanziamento della crisi di Suez del 1956;
0,005 euro per la ricostruzione dopo il disastro del Vajont del 1963;
0,005 euro per la ricostruzione dopo l'alluvione di Firenze del 1966;
0,005 euro per la ricostruzione dopo il terremoto del Belice del 1968;
0,051 euro per la ricostruzione dopo il terremoto del Friuli del 1976;
0,038 euro per la ricostruzione dopo il terremoto dell'Irpinia del 1980;
0,106 euro per il finanziamento della guerra del Libano del 1983;
0,0114 euro per il finanziamento della missione in Bosnia del 1996;
0,02 euro per il rinnovo del contratto degli autoferrotranvieri del 2004.


Secondo le rilevazioni settimanali del Mite, il prezzo medio della benzina
verde in modalità self è arrivato, nella scorsa settimana, a 1,670 euro al
litro, con un rialzo di 8,58 centesimi, raggiungendo così il livello più
alto da fine ottobre 2014: un record senza dubbio infelice.



---

Italiani sempre rumore, sempre cantare chitarra e
mandolino! Silenzio! Teteschi noi, no italiani mandolino.
Roberto Deboni DMIsr
2021-09-23 23:12:50 UTC
Permalink
Post by Hugo Stiglitz
Ma cosa paghiamo quando facciamo benzina? Ecco, alcune delle accise
0,0001 euro per il finanziamento della guerra d'Etiopia del 1935-1936;
0,007 euro per il finanziamento della crisi di Suez del 1956;
0,005 euro per la ricostruzione dopo il disastro del Vajont del 1963;
0,005 euro per la ricostruzione dopo l'alluvione di Firenze del 1966;
0,005 euro per la ricostruzione dopo il terremoto del Belice del 1968;
0,051 euro per la ricostruzione dopo il terremoto del Friuli del 1976;
0,038 euro per la ricostruzione dopo il terremoto dell'Irpinia del 1980;
0,106 euro per il finanziamento della guerra del Libano del 1983;
0,0114 euro per il finanziamento della missione in Bosnia del 1996;
0,02 euro per il rinnovo del contratto degli autoferrotranvieri del 2004.
La sfido a trovare una legge dove ci sono questi ammontari.
Converta pure in lire, non la sto fregando sulla valuta.
La questione e' che non c'e' una legge, ad esempio, che dice:
mettiamo x,xx per uno dei tanti balzelli elencati.

E' vero che invece ci sono stati aumenti della aliquota, come e'
avvenuto per l'IVA nel corso dei decenni. Oppure ha anche pronto
uno stupido elenco per dire che paghiamo 1% di IVA per questo
e un 2,4% di IVA per quello e un 1,8% di IVA per quest'altro ?

Tra l'altro, l'aumento dell'accisa per la guerra d'Etiopia e'
pure stato l'unico aumento dell'accisa (se escludiamo il "reset"
a fine guerra) che e' stato revocato poco tempo dopo, il che
rende una impossibilita' matematica, anche con la vostra ottusa
interpretazione, che si stia pagando il finanziamento della
guerra d'Etiopia del 1935-36, anche senza considerare che l'accisa,
dopo il 1945 e' stata "rinizializzata" ad un nuovo valore, che
per coincidenza era molto piu' basso.

Ma vi mancano i neuroni per capire ...

8>< ----
LB
2021-09-26 08:04:07 UTC
Permalink
Post by Roberto Deboni DMIsr
Ma vi mancano i neuroni per capire ...
Se ci mancano i neuroni per capire, dovrebbe mancarne qualcuno anche a
lei che continua a a intestardirsi nello scrivere post "adesso
semi"-chilometrici nel tentativo di "istruire" chi non è in grado di
capire per mancanza di neuroni.

Se la smettesse di essere sempre e comunque "uber alles" governando
meglio il suo ego un "tantino" smisurato ed evitasse di offendere in
modo generalizzato, ne godrebbe di sicuro la conversazione.

Roberto Deboni DMIsr
2021-09-23 23:29:28 UTC
Permalink
Come spiega Money.it, se venissero aboliti i costi odiosi
Odiosi per gli evasori fiscali e chi odia contribuire alla
comunita'. Ma l'accisa sui carburanti e' una impposta importante
per la sua funzione di controllo dei consumi di una merce
che dipende dalla importazione di una materia prima che ci costa
cara (anche in termini di vite umane, se ricordiamo tutte le
guerricciole in cui il vostro vizio dei carburanti ci ha trascinato
dentro). Notare che dal punto di vista dell'introito totale
non e' cosi' importante come invece gli idioti vogliono farvi
credere e basta giusto per pagare il ripristino delle strade
e la loro costruzione. STrade, si badi bene, servono proprio
ai tizi che si lamentano cosi' tanto della accisa.


Invece il vero balzello odioso e' quello degli oneri di sistema
sull'energia elettrica. Infatti, e' una imposta che non ha
nulla a che fare con i consumatori di energia elettrica, ma
riguarda le scelte energetiche governative. Ed e' ancora piu'
odiosa perche' un minimo di consumo di energia elettrica
non e' un "optional", ma un necessita' anche per le famiglie
povere. Gli oneri di sistema, come l'accisa, non tiene in
alcun conto la capacita' contributiva, ma almeno con la benzina
si puo' scegliere di prendere un auto che consuma poco o un
motorino, o anche andare a piedi, Ma con l'energia elettrica
non si puo' fare di questi tagli: che la famiglia sia povera
o ricca, fare la lavatrice consuma la stessa energia, e
pretendere che una casalinga torni a fare il bucato a mano
e' da paese incivile. In realta', gli oneri di sistema sono
stati incrementati a dismisura (per tanti anni sono stati
una cifra piu' simbolica che altro per piccoli finanziamenti
laterali) da Berlusconi, l'amico dei venditori di fossili,
per disincentivare i consumi di energia elettrica, per tenere
la gente attaccata al gas.

Ma forse questo governo, ennesimo tecnico, la finira' con
tale brutalita' anti-costituzionale, anche se per ora
sembra solo provvisorio:

<https://www.ilsole24ore.com/art/in-cdm-taglio-bollette-via-oneri-luce-e-gas-e-bonus-sociale-potenziato-AEayzvk?refresh_ce=1>

"Per circa 6 milioni di piccolissime e piccole imprese con utenze
in bassa tensione per 26 milioni di utenze domestiche fino a
16,5 kw saranno azzerate le aliquote relative agli oneri generali
di sistema."

In realta' le spese coperte dagli oneri di sistema andrebbero
nel bilancio pubblico generale, in modo che ognuno contribuisca
in base alla sua capacita' reddituale e non in base ai
consumi elettrici, che per le utenze dei poveri, in genere
famiglie numerose (si vive in piu' persone nella stessa casa
per risparmiare sugli affitti), sono piu' elevati, ad esempio,
del benestante celibe/nubile che vive solo, ma agiato per un
ottimo stipendio e si trova pure esentato dall'accisa
elettrica se sta sotto i 2000 kW·h/anno.
e datati delle accise, un litro di benzina costerebbe
di meno del gasolio ...

8>< ----
Shylock
2021-09-24 05:30:11 UTC
Permalink
Post by Roberto Deboni DMIsr
Come spiega Money.it, se venissero aboliti i costi odiosi
Odiosi per gli evasori fiscali e chi odia contribuire alla
comunita'.
Yeah. Pago 57 cent/litro, inclusa iva al 5%.
Shylock
2021-09-24 05:29:12 UTC
Permalink
Come spiega Money.it, se venissero aboliti i costi odiosi e datati delle
accise, un litro di benzina costerebbe 0,555 euro
Esatto. La pago 57 cent/litro, inclusa iva locale al 5%.
Gennaro
2021-09-24 06:27:16 UTC
Permalink
Post by Hugo Stiglitz
Ma cosa paghiamo quando facciamo benzina? Ecco, alcune delle accise
0,0001 euro per il finanziamento della guerra d'Etiopia del 1935-1936;
0,007 euro per il finanziamento della crisi di Suez del 1956;
0,005 euro per la ricostruzione dopo il disastro del Vajont del 1963;
0,005 euro per la ricostruzione dopo l'alluvione di Firenze del 1966;
0,005 euro per la ricostruzione dopo il terremoto del Belice del 1968;
0,051 euro per la ricostruzione dopo il terremoto del Friuli del 1976;
0,038 euro per la ricostruzione dopo il terremoto dell'Irpinia del 1980;
0,106 euro per il finanziamento della guerra del Libano del 1983;
0,0114 euro per il finanziamento della missione in Bosnia del 1996;
0,02 euro per il rinnovo del contratto degli autoferrotranvieri del 2004.
Ma la domanda delle domande è:
questi soldi stanno andando a finanziare quanto stabilito?
Si sta, ad esempio, finanziando la guerra in Etiopia ancora? Badoglio
sta vincendo contro i ribelli?
--
Questa email è stata esaminata alla ricerca di virus da AVG.
http://www.avg.com
rootkit
2021-09-24 07:58:00 UTC
Permalink
Post by Gennaro
Post by Hugo Stiglitz
Ma cosa paghiamo quando facciamo benzina? Ecco, alcune delle accise
0,0001 euro per il finanziamento della guerra d'Etiopia del 1935-1936;
0,007 euro per il finanziamento della crisi di Suez del 1956;
0,005 euro per la ricostruzione dopo il disastro del Vajont del 1963;
0,005 euro per la ricostruzione dopo l'alluvione di Firenze del 1966;
0,005 euro per la ricostruzione dopo il terremoto del Belice del 1968;
0,051 euro per la ricostruzione dopo il terremoto del Friuli del 1976;
0,038 euro per la ricostruzione dopo il terremoto dell'Irpinia del
1980; 0,106 euro per il finanziamento della guerra del Libano del 1983;
0,0114 euro per il finanziamento della missione in Bosnia del 1996;
0,02 euro per il rinnovo del contratto degli autoferrotranvieri del 2004.
questi soldi stanno andando a finanziare quanto stabilito?
nessuno. quello specchietto riporta quello che sono state le emergenze di
cassa che di volta in volta hanno portato lo stato ad applicare un
aumento di accisa, dal 95 un decreto dini sancisce un unica aliquota e
che il gettito finianzia genericamente il bilancio dello stato.
Post by Gennaro
Si sta, ad esempio, finanziando la guerra in Etiopia ancora? Badoglio
sta vincendo contro i ribelli?
quella è una dei pochi balzelli che è stato esplicitamente abolito:
https://financecue.it/con-le-accise-non-paghiamo-la-guerra-in-etiopia-
del-1935/12482/
Continua a leggere su narkive:
Loading...