Discussione:
Condizionatore SENZA tubo ?
(troppo vecchio per rispondere)
pierino
2017-06-23 08:33:29 UTC
Permalink
Raw Message
Ciao,
Ma questi condizionatori, per i quali non e' necessario avere il tubo
collegato con l' esterno in quanto sembra sfruttino principi fisici di
raffreddamento e condensazione dell' acqua, funzionano veramente ?

Oppure....

Grazie
Bernardo Rossi
2017-06-23 08:58:41 UTC
Permalink
Raw Message
Post by pierino
Ma questi condizionatori, per i quali non e' necessario avere il tubo
collegato con l' esterno
Non li conosco. Ci puoi dare un link?
--
Byebye from Verona, Italy

Bernardo Rossi
Fra
2017-06-23 09:04:07 UTC
Permalink
Raw Message
Post by pierino
Ciao,
Ma questi condizionatori, per i quali non e' necessario avere il tubo
collegato con l' esterno in quanto sembra sfruttino principi fisici di
raffreddamento e condensazione dell' acqua, funzionano veramente ?
No. Vanno contro i principi della termodinamica.
pierino
2017-06-23 09:12:56 UTC
Permalink
Raw Message
...
Post by Fra
No. Vanno contro i principi della termodinamica.
Questi:

http://bit.ly/2rYjNXz

bugie ?
Nedo
2017-06-23 09:22:50 UTC
Permalink
Raw Message
Post by pierino
...
Post by Fra
No. Vanno contro i principi della termodinamica.
http://bit.ly/2rYjNXz
bugie ?
Non è un *condizionatore*, è un raffrescatore evaporativo.
Ha un recipiente di acqua che viene fatta evaporare con un ventilatore
per cui teoricamente abbassa di poco la temperatura grazie al calore
latente di evaporazione; praticamente aumenta l'umidità dell'aria per
cui l'effetto percepito è ancora piu' di afa di prima
pierino
2017-06-23 09:42:51 UTC
Permalink
Raw Message
....
Post by Nedo
Non è un *condizionatore*, è un raffrescatore evaporativo.
Ha un recipiente di acqua che viene fatta evaporare con un ventilatore
per cui teoricamente abbassa di poco la temperatura grazie al calore
latente di evaporazione; praticamente aumenta l'umidità dell'aria per
cui l'effetto percepito è ancora piu' di afa di prima
:-(, sospettavo,

Volendo installare un condizionatore *normale*, a questo punto con la
macchina esterna e split interno, esiste qualche prodotto facile da
installare ?

In pratica metterei la macchina esterna sotto la finestra e lo split
dalla parte interna della parete, quindi ad una distanza di 20/30 cm circa.

Sbagliato ?

Grazie
Bernardo Rossi
2017-06-23 09:56:56 UTC
Permalink
Raw Message
Post by pierino
Volendo installare un condizionatore *normale*, a questo punto con la
macchina esterna e split interno, esiste qualche prodotto facile da
installare ?
L'ostacolo piu' grosso all'installazione faidate e' fare il vuoto nei
tubi.

1) Prendi l'apposita pompa per fare il vuoto
2) Prendi i tubi appositi, gia' pieni di vuoto
un kit a caso http://tinyurl.com/yc7n2w3g
Quello andra' bene per tutti i condizionatori che montino tubi di quel
diametro.

Tutto il resto sara' spiegato nelle istruzioni, sia del condizionatore
che di quel kit.
--
Byebye from Verona, Italy

Bernardo Rossi
Soprano
2017-06-23 09:57:11 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Bernardo Rossi
gia' pieni di vuoto
lol
--
Soprano
Nedo
2017-06-23 10:03:46 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Bernardo Rossi
gia' pieni di vuoto
lol
Basta comprare un po' di antiaria (aria costituita da antimateria) e
introdurla nel tubo in quantità pari all'aria presente ed ecco fatto il
vuoto.
GIulia
2017-06-23 13:44:17 UTC
Permalink
Raw Message
Basta comprare un po' di antiaria (aria costituita da antimateria) e introdurla nel tubo in quantità pari all'aria presente ed ecco fatto il vuoto.
I raggi gamma generati possono sempre ritornare utili .

Giulia
pierino
2017-06-23 12:33:26 UTC
Permalink
Raw Message
....
Post by Bernardo Rossi
L'ostacolo piu' grosso all'installazione faidate e' fare il vuoto nei
tubi.
1) Prendi l'apposita pompa per fare il vuoto
2) Prendi i tubi appositi, gia' pieni di vuoto
un kit a caso http://tinyurl.com/yc7n2w3g
Quello andra' bene per tutti i condizionatori che montino tubi di quel
diametro.
Cioe' , in pratica, avendo il kit non mi serve la pompa per fare il vuoto ?

Mi sembra che i tubi siano di 3 mt, se li devo tagliare ?


Grazie
Bernardo Rossi
2017-06-23 12:55:49 UTC
Permalink
Raw Message
Post by pierino
Cioe' , in pratica, avendo il kit non mi serve la pompa per fare il vuoto ?
L'dea e' quella.
Post by pierino
Mi sembra che i tubi siano di 3 mt, se li devo tagliare ?
Come avevo scritto, quello e' un kit a caso, vedi se ne trovi uno con
i tubi piu' corti.
Se li tagli, non servono piu' a nulla.
Oppure fai fare ai tubi qualche giro vizioso dietro ad un armadio o
roba simile.
--
Byebye from Verona, Italy

Bernardo Rossi
pierino
2017-06-23 13:15:44 UTC
Permalink
Raw Message
....
Post by Bernardo Rossi
Come avevo scritto, quello e' un kit a caso, vedi se ne trovi uno con
i tubi piu' corti.
Se li tagli, non servono piu' a nulla.
Oppure fai fare ai tubi qualche giro vizioso dietro ad un armadio o
roba simile.
Ah, ok, bene, grazie per le info....
John Doez
2017-06-23 14:05:33 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Bernardo Rossi
1) Prendi l'apposita pompa per fare il vuoto
2) Prendi i tubi appositi, gia' pieni di vuoto
un kit a caso http://tinyurl.com/yc7n2w3g
Mi sembra molto critico e con alta probabilità che il vuoto scappi via,
non è meglio comprarsi la pompa e magari fai l'impianto ad altri 3 amici
e ve la siete ripagata?

Qualcuno di voi del gruppo ha la pompa?
Fra
2017-06-23 14:10:08 UTC
Permalink
Raw Message
Post by John Doez
Post by Bernardo Rossi
1) Prendi l'apposita pompa per fare il vuoto
2) Prendi i tubi appositi, gia' pieni di vuoto
un kit a caso http://tinyurl.com/yc7n2w3g
Mi sembra molto critico e con alta probabilità che il vuoto scappi via,
non è meglio comprarsi la pompa e magari fai l'impianto ad altri 3 amici
e ve la siete ripagata?
Qualcuno di voi del gruppo ha la pompa?
Ma non vi conviene farvi fare l'installazione da un tecnico qualificato?
Con 100 euro (o meno) a split ve la cavate e vi levate dalle scatole una marea di problemi.
pierino
2017-06-23 14:19:54 UTC
Permalink
Raw Message
....
Post by Fra
Ma non vi conviene farvi fare l'installazione da un tecnico qualificato?
Con 100 euro (o meno) a split ve la cavate e vi levate dalle scatole una marea di problemi.
Indovina perche' mi *devo* arrangiare x l' installazione del
condizionatore ..... :-(
WNC2
2017-06-23 15:23:49 UTC
Permalink
Raw Message
Post by pierino
....
Post by Fra
Ma non vi conviene farvi fare l'installazione da un tecnico qualificato?
Con 100 euro (o meno) a split ve la cavate e vi levate dalle scatole
una marea di problemi.
Indovina perche' mi *devo* arrangiare x l' installazione del
condizionatore ..... :-(
Perché hai rotto talmente il cazzo, con e-mail, PEC e quant'altro che
gli installatori si sono dati alla fuga nella tua zona....
Bernardo Rossi
2017-06-23 16:24:31 UTC
Permalink
Raw Message
Post by WNC2
Perché hai rotto talmente il cazzo, con e-mail, PEC e quant'altro che
gli installatori si sono dati alla fuga nella tua zona....
La prossima PEC la mandera' a se' stesso perche' il condizionatore non
e' riuscito come vuole lui.
--
Byebye from Verona, Italy

Bernardo Rossi
pierino
2017-06-23 16:30:10 UTC
Permalink
Raw Message
...
Post by WNC2
Perché hai rotto talmente il cazzo, con e-mail, PEC e quant'altro che
gli installatori si sono dati alla fuga nella tua zona....
WNC2 non sforzarti a fare battute, ci hai provato tantissime volte, NON
TI RIESCE !

Non c'e' peggior antipatico di chi vuole essere simpatico per forza !
John Doez
2017-06-23 14:52:31 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Fra
Ma non vi conviene farvi fare l'installazione da un tecnico qualificato?
Con 100 euro (o meno) a split ve la cavate e vi levate dalle scatole una marea di problemi.
Pensavo fosse il gruppo fai da te,
comunque vedo che le pompe si trovano a poco più di 100 euri
e siccome ormai i climatizzatori sono diffusi quanto i tv
le occasioni per usare l'attrezzatura non mancherebbero.
Soprano
2017-06-23 09:44:09 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Nedo
Post by pierino
...
Post by Fra
No. Vanno contro i principi della termodinamica.
http://bit.ly/2rYjNXz
bugie ?
Non è un *condizionatore*, è un raffrescatore evaporativo.
Ha un recipiente di acqua che viene fatta evaporare con un ventilatore
per cui teoricamente abbassa di poco la temperatura grazie al calore
latente di evaporazione; praticamente aumenta l'umidità dell'aria per
cui l'effetto percepito è ancora piu' di afa di prima
panetti di ghiaccio, ma il senso è quello
--
Soprano
Bernardo Rossi
2017-06-23 09:48:38 UTC
Permalink
Raw Message
Post by pierino
http://bit.ly/2rYjNXz
bugie ?
I condizionatori fanno 2 cose per farci stare meglio:
1) Raffreddano l'aria
2) Tolgono l'umidita'

Quelli li invece:
1) Riscaldano l'aria
2) Aumentano l'umidita'

Non mi e' chiara la loro utilita'.
--
Byebye from Verona, Italy

Bernardo Rossi
Nedo
2017-06-23 09:53:05 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Bernardo Rossi
1) Riscaldano l'aria
2) Aumentano l'umidita'
Non mi e' chiara la loro utilita'.
a me è chiarissima. Per chi li costruisce e per chi li vende.
Andrea
2017-08-10 20:59:58 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Bernardo Rossi
Post by pierino
http://bit.ly/2rYjNXz
bugie ?
1) Raffreddano l'aria
2) Tolgono l'umidita'
1) Riscaldano l'aria
2) Aumentano l'umidita'
Non mi e' chiara la loro utilita'.
--
Byebye from Verona, Italy
Bernardo Rossi
Ti sbagli. In realtà incamerano aria calda, la rinfrescano, e la reimmettono all'esterno.

Anche sull'umidità hai scritto una cosa sbagliata. Perche l'acqua che evapora è talmente poca che risulta impercettibile e si asciuga in pochi secondi.

Se non mi credi puoi leggere in fondo a questa pagina: http://bit.ly/2fwvb7K
Fra
2017-08-11 12:52:26 UTC
Permalink
Raw Message
Se così fosse violerebbe i principi della termodinamica.
WNC2
2017-08-11 14:22:39 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Andrea
Post by Bernardo Rossi
Post by pierino
http://bit.ly/2rYjNXz
bugie ?
1) Raffreddano l'aria
2) Tolgono l'umidita'
1) Riscaldano l'aria
2) Aumentano l'umidita'
Non mi e' chiara la loro utilita'.
--
Byebye from Verona, Italy
Bernardo Rossi
Ti sbagli. In realtà incamerano aria calda, la rinfrescano, e la reimmettono all'esterno.
e il calore generato dove finisce?
Archaeopteryx
2017-06-23 10:04:18 UTC
Permalink
Raw Message
Ciao, Ma questi condizionatori, per i quali non e'
necessario avere il tubo collegato con l' esterno in
quanto sembra sfruttino principi fisici di
raffreddamento e condensazione dell' acqua, funzionano
veramente ?
A mio parere è fisicamente impossibile che funzionino. Nel
più favorevole dei casi devono avere un'efficienza molto
bassa dato che non c'è la seconda fonte di calore a
temperatura minore di quella ambiente. Ma credo che questo
sia solo l'inizio; ho chiesto su altro NG riguardo a
quelli che hanno anche il tubo e pare siano trappole. Come
potrà andare un aggeggio che sulla carta sembra
infinitamente peggio? Non so ma non mi fiderei.
--
"La teoria è sapere come funzionano le cose e
non sapere come farle funzionare; la pratica è
sapere come far funzionare la cose senza sapere come
funzionano; il nostro scopo è unire la pratica
alla teoria per riuscire a non far funzionare
le cose senza capire come abbiamo fatto"
Fra
2017-06-23 11:03:56 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Archaeopteryx
quelli che hanno anche il tubo e pare siano trappole. Come
Quelli col tubo vanno da dio. Hanno solo due problemi:

- Il rumore
- Il fatto che spesso dal buco che fai per il tubo entra un casino di aria calda

Ma per il resto il classico pinguino de longhi fa il suo dovere
Archaeopteryx
2017-06-23 11:30:03 UTC
Permalink
Raw Message
- Il rumore - Il fatto che spesso dal buco che fai per
il tubo entra un casino di aria calda
Il primo è più che sufficiente per squalificare un oggetto
che sta sui 600 euro, almeno per la mia scala di priorità.

Un dato invece meno soggettivo è che quei cosi non hanno
l'inverter con le seguenti conseguenze: 1) consumano 2)
Non possono climatizzare nel senso di rendere confortevole
una stanza mantenendone la temperatura. Credo che una
persona anziana a forza di spento-acceso a tutta forza
possa anche prenderci una polmonite. Però posso capire che
se il rumore e la non costanza di funzionamento non sono
un limite, si possano tranquillamente usare. Cosa che
peraltro accade.
--
"La teoria è sapere come funzionano le cose e
non sapere come farle funzionare; la pratica è
sapere come far funzionare la cose senza sapere come
funzionano; il nostro scopo è unire la pratica
alla teoria per riuscire a non far funzionare
le cose senza capire come abbiamo fatto"
Nedo
2017-06-23 12:08:08 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Archaeopteryx
- Il rumore - Il fatto che spesso dal buco che fai per
il tubo entra un casino di aria calda
Il primo è più che sufficiente per squalificare un oggetto
che sta sui 600 euro, almeno per la mia scala di priorità.
Un dato invece meno soggettivo è che quei cosi non hanno
l'inverter con le seguenti conseguenze: 1) consumano 2)
Non possono climatizzare nel senso di rendere confortevole
una stanza mantenendone la temperatura. Credo che una
persona anziana a forza di spento-acceso a tutta forza
possa anche prenderci una polmonite. Però posso capire che
se il rumore e la non costanza di funzionamento non sono
un limite, si possano tranquillamente usare. Cosa che
peraltro accade.
concordo: mia esperienza con i condizionatori on-off:
quando attacca, dopo 3 minuti fa freddo
quando stacca muori di caldo

Unica maniera per non starci male con gli on-off:
trovare il punto di equilibrio per cui non stacca mai:
(ad esempio aprendo parzialmente una finestra che fa rientrare aria
calda o impostando la temperatura al minimo e vestendosi piu' pesantemente)

a quel punto dopo un po' si raggiunge lo steady-state: la quantità di
calore portata all'esterno dal condizionatore "on" equivale alla
quantità di calore che rientra nel locale (attraverso muri, finestre
piu' o meno aperte, ma anche chiuse, ecc). Lo spreco di energia è
notevole ma si ha il vantaggio che a quel punto la temperatura è costante.

E' l'unico modo per rendere la temperatura veramente costante.
s***@gmail.com
2017-06-23 13:12:15 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Archaeopteryx
Un dato invece meno soggettivo è che quei cosi non hanno
l'inverter con le seguenti conseguenze: 1) consumano 2)
Non possono climatizzare nel senso di rendere confortevole
una stanza mantenendone la temperatura. Credo che una
persona anziana a forza di spento-acceso a tutta forza
possa anche prenderci una polmonite. Però posso capire che
se il rumore e la non costanza di funzionamento non sono
un limite, si possano tranquillamente usare. Cosa che
peraltro accade.
Tutto questo non è vero... il risparmio in un inverter esiste, ma è minimo, e relativo solo all'efficienza delle singole componenti....
Per raffreddare una stanza devi estrarre la stessa quantità di calore, sia con un inverter, sia con un On-Off e, se i principi della termodinamica sono ancora validi, l'operazione costa la stessa quantità di energia.

Sono d'accordo invece sul miglior confort, ma per contro vi è della componentistica di potenza in aggiunta (inverter) che può essere soggetta a guasti. E, per il confort, basta non mettercisi sotto....
Peraltro non è che gli on-off raffreddano solo se in "on", perche la serpentina dell'unità interna rimane fredda, riscaldandosi leggermente finche' non viene riacceso il motore.
Non e' che o "muori di freddo" o "muori di caldo" tra un ciclo e l'altro....
Certo.... se poi prendi un on-off cinese da 200 euro....
pierino
2017-06-23 13:20:15 UTC
Permalink
Raw Message
....
Post by s***@gmail.com
Tutto questo non è vero... il risparmio in un inverter esiste, ma è minimo, e relativo solo all'efficienza delle singole componenti....
Per raffreddare una stanza devi estrarre la stessa quantità di calore, sia con un inverter, sia con un On-Off e, se i principi della termodinamica sono ancora validi, l'operazione costa la stessa quantità di energia.
Hum, scusate, forse mi sono perso qualcosa: esistono i condizionatori,
con il tubo o l'unita' esterna, di tipo on-off o inverter?

On-off vuol dire che raggiunta la temperatura programmata si spengono e
si riaccendono quando la temperatura sale oltre un certo valore, sempre
programmato ?

Quelli inverter, invece ?

Non ho capito ?

Grazie
Fra
2017-06-23 13:28:04 UTC
Permalink
Raw Message
Post by pierino
....
Post by s***@gmail.com
Tutto questo non è vero... il risparmio in un inverter esiste, ma è minimo, e relativo solo all'efficienza delle singole componenti....
Per raffreddare una stanza devi estrarre la stessa quantità di calore, sia con un inverter, sia con un On-Off e, se i principi della termodinamica sono ancora validi, l'operazione costa la stessa quantità di energia.
Hum, scusate, forse mi sono perso qualcosa: esistono i condizionatori,
con il tubo o l'unita' esterna, di tipo on-off o inverter?
On-off vuol dire che raggiunta la temperatura programmata si spengono e
si riaccendono quando la temperatura sale oltre un certo valore, sempre
programmato ?
Quelli inverter, invece ?
Se fai un grafico della temperatura della stanza, con inverter avrai una linea quasi orizzontale, con delle piccole curve che vanno su e giu'. Con l'on off invece avrai una linea con diverse gobbe che fanno su e giu'.
pierino
2017-06-23 13:29:48 UTC
Permalink
Raw Message
....
Post by Fra
Se fai un grafico della temperatura della stanza, con inverter avrai una linea quasi orizzontale, con delle piccole curve che vanno su e giu'. Con l'on off invece avrai una linea con diverse gobbe che fanno su e giu'.
Ah, bene, ma come funziona ? Non soi spegne e riaccende ma *regola* la
capacita' raffreddante ?

Grazie
Fra
2017-06-23 13:31:13 UTC
Permalink
Raw Message
Post by pierino
....
Post by Fra
Se fai un grafico della temperatura della stanza, con inverter avrai una linea quasi orizzontale, con delle piccole curve che vanno su e giu'. Con l'on off invece avrai una linea con diverse gobbe che fanno su e giu'.
Ah, bene, ma come funziona ? Non soi spegne e riaccende ma *regola* la
capacita' raffreddante ?
Esatto
Praticamente hai un confort maggiore a fronte pero' di una maggiore spesa.

PS: ma esistono ancora in commercio condizionatori senza inverter?
pierino
2017-06-23 13:35:09 UTC
Permalink
Raw Message
...
Post by Fra
Post by pierino
Ah, bene, ma come funziona ? Non soi spegne e riaccende ma *regola* la
capacita' raffreddante ?
Esatto
Praticamente hai un confort maggiore a fronte pero' di una maggiore spesa.
Spesa nell' acquisto e nell' esercizio ? L' inverter consuma di piu' ?

Grazie
Fra
2017-06-23 13:42:29 UTC
Permalink
Raw Message
Post by pierino
...
Post by Fra
Post by pierino
Ah, bene, ma come funziona ? Non soi spegne e riaccende ma *regola* la
capacita' raffreddante ?
Esatto
Praticamente hai un confort maggiore a fronte pero' di una maggiore spesa.
Spesa nell' acquisto e nell' esercizio ? L' inverter consuma di piu' ?
Nell'acquisto. Nell'esercizio, come ti hanno già spiegato, la quantità di energia che serve è la stessa.
GIulia
2017-06-23 13:52:17 UTC
Permalink
Raw Message
Tutto questo non è vero... il risparmio in un inverter esiste, ma è minimo.
Lo pensavo anche io all inizio, ma poi ho realizzato che non e' cosi'(anche guardando tabelle e prove),
l'inverter(che va sempre abbondantemente sovradimensionato ) ha gli elementi di scambio
piu grossi del necessario , tubi piu' grossi , motore sovradimensionato, che in funzionamento parzializzato
risultano piu' efficenti di un on-off che sostanzialmente va sempre al massimo.

Per capirci e' come andare con un motore termico al massimo della coppia o al massimo della potenza,
al massimo della coppia con la stessa benzina tiri fuori piu' lavoro(ok in piu' tempo).

Giulia
s***@gmail.com
2017-06-23 14:38:15 UTC
Permalink
Raw Message
Post by GIulia
Tutto questo non è vero... il risparmio in un inverter esiste, ma è minimo.
Lo pensavo anche io all inizio, ma poi ho realizzato che non e' cosi'(anche guardando tabelle e prove),
l'inverter(che va sempre abbondantemente sovradimensionato ) ha gli elementi di scambio
piu grossi del necessario , tubi piu' grossi , motore sovradimensionato, che in funzionamento parzializzato
risultano piu' efficenti di un on-off che sostanzialmente va sempre al massimo.
Ripeto... la differenza c'e' ma e' minima. Le differenze che citi si riferiscono solo alle generiche caratteristiche di qualità di un condizionatore. Come se paragonassi un cinese on-off con un Mitsubishi a inverter....
GIulia
2017-06-23 13:46:16 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Archaeopteryx
più favorevole dei casi devono avere un'efficienza molto
bassa
Diciamo che definendo l'efficenza nel campo dei numeri reali , l'efficenza e' negativa.

Giulia
Roberto Deboni DMIsr
2017-08-13 10:48:21 UTC
Permalink
Raw Message
Post by pierino
Ciao,
Ma questi condizionatori, per i quali non e' necessario avere il tubo
collegato con l' esterno in quanto sembra sfruttino principi fisici di
raffreddamento e condensazione dell' acqua, funzionano veramente ?
Oppure....
Se si riferisce agli "evaporativi" (in sostanza una ventola con un
serbatorio di acqua ed un sistema capillare e/o di nebulizzazione)
funzionano bene nei climi secchi ed abitazioni con muri bene
isolanti, con il duplice vantaggio di umidificare l'aria.

Sono una fregatura invece dove il tasso di umidita' supera il 30%
(o dintorni), perche', anche se e' vero che la temperatura si
abbassa, dovendosi ovviamente tenere la stanza chiusa, altrimenti
la non elevata capacita' di raffreddamento viene annullata,
finisce che il conseguente aumento del tasso di umidita' va
a dare una sensazione di "caldo percepito" equivalente alla
situazione di partenza.

Se per esempio la temperatura in una stanza e' di 30 gradi,
ed il tasso di umidita' e' del 30%, la temperature percepita'
e' di 30 gradi. Ma se il tasso di umidita' sale al 40%,
il corpo percepisce una temperatura apparente di 34 gradi.
E se l'umidita' sale al 50%, la temperatura sembra di 36 gradi
che significa che anche senza abiti si suda abbondante (se non
si e' gravemente disidratati) appena ci si muove anche di poco.

Se poi i muri sono poco meno isolanti della lamiera, la
quantita' di acqua che devono fare evaporare e' tale da
aumentare la temperatura percepita' piu' di quanto fanno
scendere la temperatura reale.

Pero', un sistema evaporativo "split" potrebbe anche funzionare
(cioe' se l'evaporazione avviene all'esterno della stanza da
raffreddare). L'ipotesi e' una pompa di ricircolo ed un
radiatore esterno bagnato (stile "torre di raffreddamento"
di una grossa centrale termoelettrica) ed un radiatore
interno raffrescante. Soluzione costruibile in fai-da-te e
ritoccabile in modo sperimentale.

Considerando che l'acqua evaporando assorbe circa 2,25 MJ/kg,
un consumo di un litro all'ora ci toglie 2,25 MJ che significa
una potenza raffrescante equivalente pari a:

2'250'000 / 3600 = 625 watt

Per fare un raffronto, uno split da 625 watt che lavora
a ciclo continuo equivale ad un potere raffrescante pari
a 1875 watt se ipotizziamo un COP = 3.

Loading...