Discussione:
Rinvio al 2019 della abolizione delle tariffe imposte AEEGSI
(troppo vecchio per rispondere)
Roberto Deboni DMIsr
2017-04-06 02:13:41 UTC
Permalink
Raw Message
Il segreto di pulcinella e' arrivato alla luce del sole:

http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2017-04-05/energia-fine-tariffe-tutelate-slitta-2019-rischi-e-vantaggi-i-consumatori-125201.shtml

<http://web.archive.org/web/20170406010458/http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2017-04-05/energia-fine-tariffe-tutelate-slitta-2019-rischi-e-vantaggi-i-consumatori-125201.shtml>

"L'abolizione delle tariffe elettriche e del gas dal servizio di maggior
tutela slitta di un anno, dal primo luglio 2018 al luglio 2019."

Che un Bersani sia contro il libero mercato posso capirlo (e' un comunista):

" Posizioni contrarie erano state espresse dal deputato Mdp, Pierluigi
Bersani, che vede nel passaggio «un’ottima occasione per qualche azienda
e un rischio serio per i piccoli consumatori»."

Un po' meno posso capire il movimento M5S, che sta esprimendo sempre
piu' posizione retrogade, ormai fa a gara con i comunisti.

Ma veramente disgustoso e' che contro siano proprio le cosidette
associazioni dei consumatori (le maggiori delle quali a questo punto
dovrebbero prendere il nome di "Corporazioni dei Consumatori").

Quello che e' indubbiamente vero e' che:

"Capire esattamente chi guadagna e chi perde con l’abbandono della
maggior tutela non è un’impresa facile, perché molto dipende dal
contesto di mercato e dalle condizioni previste dai contratti."

In teoria questo "intermezzo" dal nome AEEGSI, prima di passare al
mercato voluto dell'Europa, avrebbe dovuto servire ad "educare" il
timido e credulone consumatore italiano. Ma pare che non sia stato
fatto. Perche' ?

In quanto alle famiglie passate al libero mercato per "pagare di piu'",
la colpa e':

- della credulonita' che fa credere a tanti che i venditori porta a
porta lavorino per beneficienza (basterebbe la domanda: "ma chi li paga"
per fare capire che MAI si dovrebbe aderire ad una offerta di un
promotore porta a porta): secondo me il 99% di quelle stipule sono state
estorte con modalita' truffaldine per fare accettare al cliente
contratti piu' cari, molto piu' cari, di quelli mostrati qui:

http://www.autorita.energia.it/it/trovaofferte.htm

- dell'AEEGSI che ha complicato cosi' tanto la formazione del prezzo
dell'energia, da fare spesso porre la domanda: "Ma alla fine, ma quanto
mi costa il kW*h ?". Eppure non e' affatto difficile dare un prezzo
dell'energia elettrica come si fa per la benzina (un tot al litro, senza
che ogni volta davanti al distributore dobbiamo discettare tra quota al
petroliere, quota al oleodotto, quota alla raffineria, quota al
trasportatore, quota alla benzinaio, quanto di accisa, e quanto di IVA
...). Questa farraginosita' ha spianato la strada ai truffatori.

Leggiamo:

"L’addio al mercato tutelato dell’energia e del gas «è una
liberalizzazione grandissima, che impatta su tantissime famiglie e su
cui non ci può essere alcun rischio, deve essere fatta con tutte le
cautele e il tempo necessario»."

"tempo necessario" ?

Ma quante generazioni sono necessarie ? Forse il popolino e' cosi'
smemorato da dimenticare che ormai l'AEEGSI ha oltre 20 anni di vita e
che il "suo" accrocchio di mercato libero compie dieci anni ?

Ma il danno piu' grosso e' ormai stato fatto, rovinando il libero
mercato prima ancora che possa nascere. Ovviamente in queste situazioni
prosperano due tipologie di rivenditori:
- quelli incombenti (che ovviamente in condizioni di quasi monopolio, si
guardano bene dal fare sconti - chi glielo fa fare ?)
- i truffatori (che pigliano i consumatori piu' insofferenti del falso
mercato per dargli una lezione che non si scordano, spesso a nome degli
incombenti citati prima)

Ragionateci sopra: quali sono i costi del rivenditore ?

a) la materia prima, che ormai in bolletta rappresenta molto poco (meno
di un quarto)
b) i costi di gestione amministrativa (rilevazione consumi,
bolletazione, gestione incassi)
c) imposte (accisa, oneri di sistema ed IVA, circa meta' della bolletta
elettrica)

Sulla materia prima non ci sono molti margini (salvo appartenere ad un
SEU o simili) di competere (pochi centesimi, che impallidiscono di
fronte alle imposte, insomma un 5% di sconto sull'energia, significa su
una fattura di 30 euro uno sconto di un paio di centesimi ... ridicolo).

Sulle imposte ovviamente c'e' poco da fare.

Ma c'e' ampio spazio di ottimizzazione sui costi amministrativi,
qualcosa come 5 centesimi al kW*h (da non confondere con un 5% di sconto
dell'energia, che e' molto, ma molto meno).

Sull'importanza dei costi amministrativi non ci sono dubbi, se
confrontiamo le offerte via Web, che vanno a premiare l'eliminazione di
svariate voci:
- i costi di spedizione (stampa, imbustamento e spedizione)
- i costi di incasso (addebito diretto)
- eliminazione intermediari (promotori e brokers, etc.)

I risparmi sono interessanti, dell'ordine di 40-50 euro/anno per la
famiglia media (in termini di consumi).
Ma questa e' la situazione attuale, deformata dall'AEEGSI.
Come ha fatto ?

Dunque, i tedeschi sono persone che non amano fare sprechi. Ed E.ON e'
una azienda tedesca che rivende l'energia elettrica anche in Italia.
E quindi deve sottostare al farraginoso sistema imposto da AEEGSI.
Lato rivenditore. Quello che (quei ingenui ?) di E.ON fanno pero' e' di
fornire tutto il lavoro che sta dietro alla bolletazione direttamente al
cliente. Tal quale. Cosi' non devono discutere con i clienti per
giustificare come si formano le cifre nelle loro fatture. Loro lo
chiamano "Voci Bolletta Energia Elettrica". In fondo al presente
messaggio trovate l'esempio per una singola bolletta (ho mascherato con
x,xx le cifre per ragioni di riservatezza, ma la loro somma da
esattamente quanto fatturato nella bolletta).

Avete notato la quantita' pazzesca di voci che un rivenditore in Italia
deve gestire per come AEEGSI ha impostato il mercato ?
Quanto costa in termini di:
- programmazione dei centri di calcolo
- capacita' di calcolo degli elaboratori per ogni fattura (ogni voce va
calcolata ogni mese)
- memoria impegnata (EON mostra le voci degli ultimi dieci anni, e credo
che sia un obbligo di legge per tutti i rivenditori tenere i dati in
memoria anche se non vengono esposti ai loro clienti)
- verifica della correttezza, gestione dei contenziosi con i clienti che
"vogliono capire" (ed e' un loro diritto avere il dettaglio), etc.
?

Ebbene, chi credete che paga tutto questo ?
E come e cosa puo' un rivenditore snellire per fare una offerta in
risparmio ai suoi clienti ? Con una mole del genere, in pratica vanno ad
aiutare le grosse burocrazie, come quelle di ENEL (indovina ?) e nel
contempo pongono un tale carico comune a tutti i rivenditori, che i
margini per sconti su una eventuale maggiore efficienza nel gestire la
fatturazione e gestione cliente diventano marginali.

Piu' che abolire il libero mercato, andrebbe abolita l'AEEGSI!

Ma scusate, per quale ragione, l'AGCM va bene per il libero mercato di
quasi tutto, ma per l'elettricita' ed il gas abbiamo bisogno un gestore
a parte apposito ?

Ma veramente pensiamo che il consumatore italiano abbiamo bisogno di un
tutore da asilo infantile ?


Ecco la folle formazione di una singola bolletta elettrica (cortesi di
EON Italia):

Gruppo voce costo Voce costo Importo
------------------------------------------------------------------
Addebiti e Accrediti Oneri Amministrativi € x,xx
Addebiti e Accrediti Oneri di gestione servizio € x,xx
Aggregazione Misure Oneri fissi di Aggregazione Misure Del. 107/09 -
Art. 15.2 lett.b) del TIS € x,xx
Componente PCV1 Commercializzazione vendita € x,xx
Componente PCV1 Componente di dispacciamento (DISPbt) -€ x,xx
Componente Trasporto MIS Corrispettivo Fisso Componente MIS € x,xx
Componente Trasporto TRAS Corrispettivo Variabile Componente TRAS -
FASCIA 1 € x,xx
Componente Trasporto TRAS Corrispettivo Variabile Componente TRAS -
FASCIA 2 € x,xx
Componente Trasporto TRAS Corrispettivo Variabile Componente TRAS -
FASCIA 3 € x,xx
IMPOSTE Imposta Erariale € x,xx
Oneri Dispacciamento CD Oneri dispacciamento art. 48 Del. AEEG n. 111/06
€ x,xx
Oneri Dispacciamento CD Perdite - Oneri dispacciamento art. 48 Del. AEEG
n. 111/06 € x,xx
Oneri Dispacciamento INT Oneri dispacciamento art. 73 Del. AEEG n.
111/06 € x,xx
Oneri Dispacciamento INT Perdite - Oneri dispacciamento art. 73 Del.
AEEG n. 111/06 € x,xx
Oneri Dispacciamento OD Oneri dispacciamento art. 44 bis Del. AEEG n.
111/06 € x,xx
Oneri Dispacciamento OD Oneri dispacciamento art. 44 bis Del. AEEG n.
111/06 (#COMPETENCE#) € x,xx
Oneri Dispacciamento OD Oneri dispacciamento art. 44.3 Del. AEEG n.
111/06 (#COMPETENCE#) € x,xx
Oneri Dispacciamento OD Oneri dispacciamento art. 45 Del. AEEG n. 111/06
-€ x,xx
Oneri Dispacciamento OD Oneri dispacciamento art. 45 Del. AEEG n. 111/06
(#COMPETENCE#) € x,xx
Oneri Dispacciamento OD Oneri dispacciamento art. 46 Del. AEEG n. 111/06
€ x,xx
Oneri Dispacciamento OD Perdite - Oneri dispacciamento art. 44.3 Del.
AEEG n. 111/06 € x,xx
Oneri Dispacciamento OD Perdite - Oneri dispacciamento art. 44bis Del.
AEEG n. 111/06 € x,xx
Oneri Dispacciamento OD Perdite - Oneri dispacciamento art. 44bis Del.
AEEG n. 111/06 (#COMPETENCE#) € x,xx
Oneri Dispacciamento OD Perdite - Oneri dispacciamento art. 45 Del. AEEG
n. 111/06 -€ x,xx
Oneri Dispacciamento OD Perdite - Oneri dispacciamento art. 45 Del. AEEG
n. 111/06 (#COMPETENCE#) € x,xx
Oneri Dispacciamento OD Perdite - Oneri dispacciamento art. 46 Del. AEEG
n. 111/06 € x,xx
Oneri sistema A Corrispettivo Fisso Onere A2 € x,xx
Oneri sistema A Corrispettivo Fisso Onere A3 € x,xx
Oneri sistema A Corrispettivo Fisso Onere A5 € x,xx
Oneri sistema A Corrispettivo Variabile Onere A2 € x,xx
Oneri sistema A Corrispettivo Variabile Onere A3 € x,xx
Oneri sistema A Corrispettivo Variabile Onere A4 € x,xx
Oneri sistema A Corrispettivo Variabile Onere A5 € x,xx
Oneri sistema A Corrispettivo Variabile Onere AE € x,xx
Oneri sistema A Corrispettivo Variabile Onere AS € x,xx
Oneri sistema MCT Corrispettivo Variabile Onere MCT € x,xx
Oneri sistema UC Corrispettivo Fisso Onere UC6 € x,xx
Oneri sistema UC Corrispettivo Variabile Onere UC3 € x,xx
Oneri sistema UC Corrispettivo Variabile Onere UC4 € x,xx
Oneri sistema UC Corrispettivo Variabile Onere UC6 € x,xx
Oneri sistema UC Corrispettivo Variabile Onere UC7 € x,xx
Opzione tariffaria trasporto per BT altri usi con potenza disponibile
fino a 16,5 kW - BTA1, BTA2, BTA3, BTA4, BTA5; Corrispettivo di Potenza
Componente Trasporto € x,xx
Opzione tariffaria trasporto per BT altri usi con potenza disponibile
fino a 16,5 kW - BTA1, BTA2, BTA3, BTA4, BTA5; Corrispettivo Fisso
Componente Trasporto € x,xx
Opzione tariffaria trasporto per BT altri usi con potenza disponibile
fino a 16,5 kW - BTA1, BTA2, BTA3, BTA4, BTA5; Corrispettivo Variabile
Componente Trasporto € x,xx
Prezzo energia Indicizzato BRENT611 - MIX Energia F1 € x,xx
Prezzo energia Indicizzato BRENT611 - MIX Energia F2 € x,xx
Prezzo energia Indicizzato BRENT611 - MIX Energia F3 € x,xx
Prezzo energia Indicizzato BRENT611 - MIX Perdite F1 € x,xx
Prezzo energia Indicizzato BRENT611 - MIX Perdite F1 € x,xx
Prezzo energia Indicizzato BRENT611 - MIX Perdite F2 € x,xx
Prezzo energia Indicizzato BRENT611 - MIX Perdite F2 € x,xx
Prezzo energia Indicizzato BRENT611 - MIX Perdite F3 € x,xx
Prezzo energia Indicizzato BRENT611 - MIX Perdite F3 € x,xx
Prezzo energia Indicizzato BRENT611 - MIX Qv F1 € x,xx
Prezzo energia Indicizzato BRENT611 - MIX Qv F1 € x,xx
Prezzo energia Indicizzato BRENT611 - MIX Qv F3 € x,xx
Spese MAV Metodo di pagamento diverso da SDD € x,xx
Addebiti e Accrediti Oneri Amministrativi € x,xx
Addebiti e Accrediti Oneri di gestione servizio € x,xx
Aggregazione Misure Oneri fissi di Aggregazione Misure Del. 107/09 -
Art. 15.2 lett.b) del TIS € x,xx
Componente PCV1 Commercializzazione vendita € x,xx
Componente PCV1 Componente di dispacciamento (DISPbt) -€ x,xx
Componente Trasporto MIS Corrispettivo Fisso Componente MIS € x,xx
Componente Trasporto TRAS Corrispettivo Variabile Componente TRAS -
FASCIA 1 € x,xx
Componente Trasporto TRAS Corrispettivo Variabile Componente TRAS -
FASCIA 2 € x,xx
Componente Trasporto TRAS Corrispettivo Variabile Componente TRAS -
FASCIA 3 € x,xx
IMPOSTE Imposta Erariale € x,xx
Oneri Dispacciamento CD Oneri dispacciamento art. 48 Del. AEEG n. 111/06
€ x,xx
Oneri Dispacciamento CD Perdite - Oneri dispacciamento art. 48 Del. AEEG
n. 111/06 € x,xx
Oneri Dispacciamento INT Oneri dispacciamento art. 73 Del. AEEG n.
111/06 € x,xx
Oneri Dispacciamento INT Perdite - Oneri dispacciamento art. 73 Del.
AEEG n. 111/06 € x,xx
Oneri Dispacciamento OD Oneri dispacciamento art. 44 bis Del. AEEG n.
111/06 -€ x,xx
Oneri Dispacciamento OD Oneri dispacciamento art. 44 bis Del. AEEG n.
111/06 (#COMPETENCE#) € x,xx
Oneri Dispacciamento OD Oneri dispacciamento art. 44.3 Del. AEEG n.
111/06 (#COMPETENCE#) € x,xx
Oneri Dispacciamento OD Oneri dispacciamento art. 45 Del. AEEG n. 111/06
-€ x,xx
Oneri Dispacciamento OD Oneri dispacciamento art. 45 Del. AEEG n. 111/06
(#COMPETENCE#) € x,xx
Oneri Dispacciamento OD Oneri dispacciamento art. 46 Del. AEEG n. 111/06
€ x,xx
Oneri Dispacciamento OD Perdite - Oneri dispacciamento art. 44.3 Del.
AEEG n. 111/06 € x,xx
Oneri Dispacciamento OD Perdite - Oneri dispacciamento art. 44bis Del.
AEEG n. 111/06 € x,xx
Oneri Dispacciamento OD Perdite - Oneri dispacciamento art. 44bis Del.
AEEG n. 111/06 (#COMPETENCE#) € x,xx
Oneri Dispacciamento OD Perdite - Oneri dispacciamento art. 45 Del. AEEG
n. 111/06 -€ x,xx
Oneri Dispacciamento OD Perdite - Oneri dispacciamento art. 45 Del. AEEG
n. 111/06 (#COMPETENCE#) € x,xx
Oneri Dispacciamento OD Perdite - Oneri dispacciamento art. 46 Del. AEEG
n. 111/06 € x,xx
Oneri sistema A Corrispettivo Fisso Onere A2 € x,xx
Oneri sistema A Corrispettivo Fisso Onere A3 € x,xx
Oneri sistema A Corrispettivo Fisso Onere A5 € x,xx
Oneri sistema A Corrispettivo Variabile Onere A2 € x,xx
Oneri sistema A Corrispettivo Variabile Onere A3 € x,xx
Oneri sistema A Corrispettivo Variabile Onere A4 € x,xx
Oneri sistema A Corrispettivo Variabile Onere A5 € x,xx
Oneri sistema A Corrispettivo Variabile Onere AE € x,xx
Oneri sistema A Corrispettivo Variabile Onere AS € x,xx
Oneri sistema MCT Corrispettivo Variabile Onere MCT € x,xx
Oneri sistema UC Corrispettivo Fisso Onere UC6 € x,xx
Oneri sistema UC Corrispettivo Variabile Onere UC3 € x,xx
Oneri sistema UC Corrispettivo Variabile Onere UC4 € x,xx
Oneri sistema UC Corrispettivo Variabile Onere UC6 € x,xx
Oneri sistema UC Corrispettivo Variabile Onere UC7 € x,xx
Opzione tariffaria trasporto per BT altri usi con potenza disponibile
fino a 16,5 kW - BTA1, BTA2, BTA3, BTA4, BTA5; Corrispettivo di Potenza
Componente Trasporto € x,xx
Opzione tariffaria trasporto per BT altri usi con potenza disponibile
fino a 16,5 kW - BTA1, BTA2, BTA3, BTA4, BTA5; Corrispettivo Fisso
Componente Trasporto € x,xx
Opzione tariffaria trasporto per BT altri usi con potenza disponibile
fino a 16,5 kW - BTA1, BTA2, BTA3, BTA4, BTA5; Corrispettivo Variabile
Componente Trasporto € x,xx
Prezzo energia Indicizzato BRENT611 - MIX Energia F1 € x,xx
Prezzo energia Indicizzato BRENT611 - MIX Energia F2 € x,xx
Prezzo energia Indicizzato BRENT611 - MIX Energia F3 € x,xx
Prezzo energia Indicizzato BRENT611 - MIX Perdite F1 € x,xx
Prezzo energia Indicizzato BRENT611 - MIX Perdite F1 € x,xx
Prezzo energia Indicizzato BRENT611 - MIX Perdite F2 € x,xx
Prezzo energia Indicizzato BRENT611 - MIX Perdite F2 € x,xx
Prezzo energia Indicizzato BRENT611 - MIX Perdite F3 € x,xx
Prezzo energia Indicizzato BRENT611 - MIX Perdite F3 € x,xx
Prezzo energia Indicizzato BRENT611 - MIX Qv F1 € x,xx
Prezzo energia Indicizzato BRENT611 - MIX Qv F1 € x,xx
Prezzo energia Indicizzato BRENT611 - MIX Qv F3 € x,xx
Franz_aRTiglio
2017-04-06 06:29:56 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Roberto Deboni DMIsr
Ma veramente pensiamo che il consumatore italiano abbiamo bisogno di un
tutore da asilo infantile ?
Forse no, ma di sicuro tu hai bisogno di una badante che controlli e
limiti il tuo accesso ad internet, cosi forse la pianti di scrivere
'sta marea di cazzate complottiste e di crosspost INUTILI.

Loading Image...
Luca85
2017-04-06 08:06:05 UTC
Permalink
Raw Message
Carissimo,

Io invece ne sono felicissimo di questo rimandare. Nell'ottica di libero mercato, che problema c'è se esiste una tariffa gestita dal pubblico? Se operatori privati sanno fare prezzi più bassi l'utente migrerà verso questi. Altrimenti se ne resta in maggior tutela!

Io l'ultima volta che ho analizzato le tariffe offerte sul libero mercato il massimo risparmio che avrei potuto ottenere *pareva* essere 10€ l'anno. La maggioranza di quelle comparate sul sito di riferimento eran più care invece.

Secondo lei io dovrei rischiare di prendere le note fregature per risparmiare 10€ l'anno se va tutto bene? E chi me lo fa fare???
David
2017-04-06 09:07:36 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Luca85
Carissimo,
Io invece ne sono felicissimo di questo rimandare. Nell'ottica di libero
mercato, che problema c'è se esiste una tariffa gestita dal pubblico? Se
operatori privati sanno fare prezzi più bassi l'utente migrerà verso questi.
Altrimenti se ne resta in maggior tutela!
Io l'ultima volta che ho analizzato le tariffe offerte sul libero mercato il
massimo risparmio che avrei potuto ottenere *pareva* essere 10€ l'anno. La
maggioranza di quelle comparate sul sito di riferimento eran più care invece.
Secondo lei io dovrei rischiare di prendere le note fregature per risparmiare
10€ l'anno se va tutto bene? E chi me lo fa fare???
Parole santissime, sottoscrivo in pieno. Liberalizzano sulla pelle dei
consumatori
--
David
Roberto
2017-04-06 09:17:49 UTC
Permalink
Raw Message
"Luca85" <***@gmail.com> ha scritto nel messaggio news:c8039a83-dc4b-49b1-b858-***@googlegroups.com...
Carissimo,
Post by Luca85
Io invece ne sono felicissimo di questo rimandare. Nell'ottica di libero
mercato, che problema c'è se esiste una tariffa gestita dal pubblico?
Testa di comunista!
SD's NoSpam Newsreading account
2017-04-07 08:19:45 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Luca85
Io invece ne sono felicissimo di questo rimandare.
Io pure. Essendo a basso consumo mi trovo benissimo con la maggior
tutela dell'ex monopolista municipale (che e' anche quello che gestisce
la rete in caso di guasto, che e' la cosa principale che interessa
all'utente).
Roberto Deboni DMIsr
2017-04-07 14:27:03 UTC
Permalink
Raw Message
Post by SD's NoSpam Newsreading account
Post by Luca85
Io invece ne sono felicissimo di questo rimandare.
Io pure. Essendo a basso consumo mi trovo benissimo con la maggior
tutela dell'ex monopolista municipale (che e' anche quello che gestisce
la rete in caso di guasto, che e' la cosa principale che interessa
all'utente).
Il monopolista municipale (che in realta si definisce il "distributore
geografico) continua a gestire la rete anche se lei cambia rivenditore.
Il "distributore elettrico" e' pagato lautamente per l'attivita' che
svolge, ed in ogni caso, rischia di pagare pesanti penali al rivenditore
di turno, in caso non operi con diligenza.

Anche lei e' uno di quelli che crede/sparge la voce che cambiando
rivenditori di energia elettrica si rischia di restare senza corrente
elettrica ?

Dimenticate la telefonia ed ADSL !!!

ENEL (o quale che sia io vostro operatore geografico) non puo'
selettivamente creare disturbi sulla vostra linea elettrica.

Nel caso della connettivita' digitale e telefonica, ognuno ha una sua
linea specifica dedicata (il doppino telefonico) fino alla locale
centrale telefonica (ma con la "fibra" ci si avvicina sempre di piu'
alla vostra abitazione). E quindi, una manutenzione "distratta" da
operatori "pelosi" potrebbe indubbiamente crearvi problemi se avete un
operatore diverso.

Nel caso della rete elettrica, invece fino ai contatori, il cavo di
servizio e' comune a tutti i clienti!!! I distratti tecnici che lavorano
per ENEL non potranno mai fare in modo che voi vi prendiate una linea
elettrica sotto tensione, piena di disturbi, con frequenti interruzioni
di servizio, senza coinvolgere TUTTI i clienti della locale cabina
elettrica. Quando c'e' un blackout, lo subiamo tutti, io cliente di
Dolomiti Energia, i vicini clienti di ENEL Servizio Elettrico, quelli di
Edison Energia, quelli di ogni altri rivenditore.

Vi sono invece due dispetti che possono fare i distributori (se fossero
cosi' idioti): staccarvi il contatore - ma questo non e' qualcosa
assimilabile ad un "disturbo" della linea telefonica (dove pagate per un
servizio che non arriva come promesso, ma degradato), bensi' e' una
evenienza chiaramente registrabile (o c'e' l'energia elettrica o non
c'e' e nel caso di distacco "erroneo", il distributore ha pagare anche
una penale, oltre ai danni se e' si configura, volendo essere buoni, un
problema di mancanza di diligenza). Insomma, non si possono fare
"dispetti" senza conseguenze e traccia inequivocabili (e' una condizione
di servizio on/off, non di qualita' della corrente elettrica). L'altro
dispetto e' dare le letture con ritardo o non darle, ma se avete scelto
un rivenditore serio, con la vostra collaborazione si puo' rimediare a
questo, e dopo una fase iniziale di rodaggio, il rivenditore diligente
e' in grado di farvi fatture stimate abbastanza precise, nel mentre che
sbologna la faccenda con il distributore, che tra l'altro rischia
pesanti penali.

Quindi, dimenticate i paragoni con la telefonia: se il vostro
distributore fosse una carogna, non potrebbe darvi selettivamente una
qualita' elettrica scadente (la linea elettrica "personale" parte da
dopo il contatore ed e' di VOSTRA proprieta') e rischia sanzioni non
piccole se prova ad interrompervi "artatamente" l'alimentazione
elettrico oppure sabota l'attivita' di rivendita (che si basa su una
tempestiva lettura dei consumi) del vostro fornitore.
ilChierico
2017-04-15 10:31:40 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Roberto Deboni DMIsr
alla vostra abitazione). E quindi, una manutenzione "distratta" da
operatori "pelosi" potrebbe indubbiamente crearvi problemi se avete un
operatore diverso.
Che dici?

Guarda che la manutenzione e le centrali telefoniche sono saldamente in
mano ai tecnici della TIM e ai terzisti autorizzati da loro.
Roberto Deboni DMIsr
2017-04-06 14:00:15 UTC
Permalink
Raw Message
On 06/04/17 04:13, Roberto Deboni DMIsr wrote:

...snip...
Post by Roberto Deboni DMIsr
Ecco la folle formazione di una singola bolletta elettrica (cortesi di
Gruppo voce costo Voce costo Importo
------------------------------------------------------------------
Addebiti e Accrediti Oneri Amministrativi € x,xx
Addebiti e Accrediti Oneri di gestione servizio € x,xx
Aggregazione Misure Oneri fissi di Aggregazione Misure Del. 107/09 -
Art. 15.2 lett.b) del TIS € x,xx
Componente PCV1 Commercializzazione vendita € x,xx
Componente PCV1 Componente di dispacciamento (DISPbt) -€ x,xx
Componente Trasporto MIS Corrispettivo Fisso Componente MIS € x,xx
Componente Trasporto TRAS Corrispettivo Variabile Componente TRAS -
FASCIA 1 € x,xx
Componente Trasporto TRAS Corrispettivo Variabile Componente TRAS -
FASCIA 2 € x,xx
Componente Trasporto TRAS Corrispettivo Variabile Componente TRAS -
FASCIA 3 € x,xx
IMPOSTE Imposta Erariale € x,xx
Oneri Dispacciamento CD Oneri dispacciamento art. 48 Del. AEEG n.
111/06 € x,xx
Oneri Dispacciamento CD Perdite - Oneri dispacciamento art. 48 Del.
AEEG n. 111/06 € x,xx
Oneri Dispacciamento INT Oneri dispacciamento art. 73 Del. AEEG n.
111/06 € x,xx
Oneri Dispacciamento INT Perdite - Oneri dispacciamento art. 73 Del.
AEEG n. 111/06 € x,xx
Oneri Dispacciamento OD Oneri dispacciamento art. 44 bis Del. AEEG n.
111/06 € x,xx
Oneri Dispacciamento OD Oneri dispacciamento art. 44 bis Del. AEEG n.
111/06 (#COMPETENCE#) € x,xx
Oneri Dispacciamento OD Oneri dispacciamento art. 44.3 Del. AEEG n.
111/06 (#COMPETENCE#) € x,xx
Oneri Dispacciamento OD Oneri dispacciamento art. 45 Del. AEEG n.
111/06 -€ x,xx
Oneri Dispacciamento OD Oneri dispacciamento art. 45 Del. AEEG n.
111/06 (#COMPETENCE#) € x,xx
Oneri Dispacciamento OD Oneri dispacciamento art. 46 Del. AEEG n.
111/06 € x,xx
Oneri Dispacciamento OD Perdite - Oneri dispacciamento art. 44.3 Del.
AEEG n. 111/06 € x,xx
Oneri Dispacciamento OD Perdite - Oneri dispacciamento art. 44bis
Del. AEEG n. 111/06 € x,xx
Oneri Dispacciamento OD Perdite - Oneri dispacciamento art. 44bis
Del. AEEG n. 111/06 (#COMPETENCE#) € x,xx
Oneri Dispacciamento OD Perdite - Oneri dispacciamento art. 45 Del.
AEEG n. 111/06 -€ x,xx
Oneri Dispacciamento OD Perdite - Oneri dispacciamento art. 45 Del.
AEEG n. 111/06 (#COMPETENCE#) € x,xx
Oneri Dispacciamento OD Perdite - Oneri dispacciamento art. 46 Del.
AEEG n. 111/06 € x,xx
Oneri sistema A Corrispettivo Fisso Onere A2 € x,xx
Oneri sistema A Corrispettivo Fisso Onere A3 € x,xx
Oneri sistema A Corrispettivo Fisso Onere A5 € x,xx
Oneri sistema A Corrispettivo Variabile Onere A2 € x,xx
Oneri sistema A Corrispettivo Variabile Onere A3 € x,xx
Oneri sistema A Corrispettivo Variabile Onere A4 € x,xx
Oneri sistema A Corrispettivo Variabile Onere A5 € x,xx
Oneri sistema A Corrispettivo Variabile Onere AE € x,xx
Oneri sistema A Corrispettivo Variabile Onere AS € x,xx
Oneri sistema MCT Corrispettivo Variabile Onere MCT € x,xx
Oneri sistema UC Corrispettivo Fisso Onere UC6 € x,xx
Oneri sistema UC Corrispettivo Variabile Onere UC3 € x,xx
Oneri sistema UC Corrispettivo Variabile Onere UC4 € x,xx
Oneri sistema UC Corrispettivo Variabile Onere UC6 € x,xx
Oneri sistema UC Corrispettivo Variabile Onere UC7 € x,xx
Opzione tariffaria trasporto per BT altri usi con potenza disponibile
fino a 16,5 kW - BTA1, BTA2, BTA3, BTA4, BTA5; Corrispettivo di
Potenza Componente Trasporto € x,xx
Opzione tariffaria trasporto per BT altri usi con potenza disponibile
fino a 16,5 kW - BTA1, BTA2, BTA3, BTA4, BTA5; Corrispettivo Fisso
Componente Trasporto € x,xx
Opzione tariffaria trasporto per BT altri usi con potenza disponibile
fino a 16,5 kW - BTA1, BTA2, BTA3, BTA4, BTA5; Corrispettivo
Variabile Componente Trasporto € x,xx
Prezzo energia Indicizzato BRENT611 - MIX Energia F1 € x,xx
Prezzo energia Indicizzato BRENT611 - MIX Energia F2 € x,xx
Prezzo energia Indicizzato BRENT611 - MIX Energia F3 € x,xx
Prezzo energia Indicizzato BRENT611 - MIX Perdite F1 € x,xx
Prezzo energia Indicizzato BRENT611 - MIX Perdite F1 € x,xx
Prezzo energia Indicizzato BRENT611 - MIX Perdite F2 € x,xx
Prezzo energia Indicizzato BRENT611 - MIX Perdite F2 € x,xx
Prezzo energia Indicizzato BRENT611 - MIX Perdite F3 € x,xx
Prezzo energia Indicizzato BRENT611 - MIX Perdite F3 € x,xx
Prezzo energia Indicizzato BRENT611 - MIX Qv F1 € x,xx
Prezzo energia Indicizzato BRENT611 - MIX Qv F1 € x,xx
Prezzo energia Indicizzato BRENT611 - MIX Qv F3 € x,xx
Scusate, per un errore ho duplicato due volte l'incolla, ma anche se la
lista e' dimezzata, rimane un numero impressionante di voci da gestire.
E tutto questo la paga Pantalone, regalo dei bastardi (come altro
definire che ti frega il tempo libero, la vita ?) con tanto tempo
spesato da Pantalone, che lavorano all'AEEGSI. che invece avevano avuto
la direttiva dall'Europa di semplificare l'offerta in modo da avere un
mercato libero gestibile dal comune consumatore.

Hanno invece complicato tutto in un modo assurdo, ancora peggio della
tariffe a scaglione e fasce orarie dei tempi dell'elettricita'
nazionalizzata. Secondo voi e' solo ottusita', oppure e' una azione
deliberata ?

E chi beneficia di questo perversione burocratica ?
Chi e' che ha ottenuto, senza alcuna gara d'appalto (come invece avvento
per il settore di consumatori tutelati non domestici), la fornitura dei
consumatori nel mercato a prezzo imposto AEEGSI ?

Complotto o idiota chi non mangia la foglia ?

Per chi non ha capito:

http://www.autorita.energia.it/it/schedetecniche/16/538-16st.htm

Il servizio di salvaguardia e l'equivalente nel settore non domestico
del mercato tutelato. Ebbene, l'assegnazione dell'incarico di rivendere
l'energia a questi consumatori e' data periodicamente tramite gara
d'appalto, e suddividendo l'Italia per zone:

Ecco l'ultimo esito:

http://nuovosito.acquirenteunico.it/stampa/notizie/servizio-di-salvaguardia-2017-2018-esito-della-procedura-24-novembre-2016

Non fatevi ingannare dal fatto di vedere solo due vincitori (ENEL ed
Hera Comm), perche' per vincere hanno dovuto competere con una decina di
altre realta', a tutto vantaggio dei consumatori.

Perche' invece, per i ben piu' numerosi consumatori domestici, non si e'
scelto questa strada (forse perche' sono piu' ingenui, mentre quelli non
domestici si sarebbero subito rivolti al tribunale europeo se il mercato
fosse stato assegnato d'ufficio ad ENEL, senza alcuna gara ?).
Franz_aRTiglio
2017-04-06 14:09:33 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Roberto Deboni DMIsr
...snip...
Eccazzo: fallo un po' piu longo 'sto snip.

[snip di altra roba inutile]
Post by Roberto Deboni DMIsr
Scusate, per un errore ho duplicato due volte l'incolla, ma anche se la lista
e' dimezzata, rimane un numero impressionante di voci da gestire.
Che e' comunque inutile, di cui fottesega ed e' OT su IHFDT.
Post by Roberto Deboni DMIsr
E tutto questo la paga Pantalone, regalo dei bastardi
Ecco il fine, l'asceta che non insulta.
Post by Roberto Deboni DMIsr
Secondo voi e' solo ottusita', oppure e' una azione deliberata ?
Ottusità, malattia mentale e mania di protagonismo.
Post by Roberto Deboni DMIsr
E chi beneficia di questo perversione burocratica ?
Quelli come te che hanno le medicine scontate ? ma prendile però...
Post by Roberto Deboni DMIsr
Complotto o idiota chi non mangia la foglia ?
Debò.. e levalo quel cappello di carta stagnola, che anche la betulla
ti rimane indigesta.
Per chi non a capito che ha rotto il cazzo con 'sti crosspost
deliranti c'e' sempre un F-up ove consono.
Roberto Deboni DMIsr
2017-04-06 14:18:20 UTC
Permalink
Raw Message
On 06/04/17 04:13, Roberto Deboni DMIsr wrote:

...snip...
Post by Roberto Deboni DMIsr
Ecco la folle formazione di una singola bolletta elettrica (cortesi di
Gruppo voce costo Voce costo Importo
------------------------------------------------------------------
Addebiti e Accrediti Oneri Amministrativi € x,xx
Addebiti e Accrediti Oneri di gestione servizio € x,xx
Aggregazione Misure Oneri fissi di Aggregazione Misure Del. 107/09 -
Art. 15.2 lett.b) del TIS € x,xx
Componente PCV1 Commercializzazione vendita € x,xx
Componente PCV1 Componente di dispacciamento (DISPbt) -€ x,xx
Componente Trasporto MIS Corrispettivo Fisso Componente MIS € x,xx
Componente Trasporto TRAS Corrispettivo Variabile Componente TRAS -
FASCIA 1 € x,xx
Componente Trasporto TRAS Corrispettivo Variabile Componente TRAS -
FASCIA 2 € x,xx
Componente Trasporto TRAS Corrispettivo Variabile Componente TRAS -
FASCIA 3 € x,xx
IMPOSTE Imposta Erariale € x,xx
Oneri Dispacciamento CD Oneri dispacciamento art. 48 Del. AEEG n.
111/06 € x,xx
Oneri Dispacciamento CD Perdite - Oneri dispacciamento art. 48 Del.
AEEG n. 111/06 € x,xx
Oneri Dispacciamento INT Oneri dispacciamento art. 73 Del. AEEG n.
111/06 € x,xx
Oneri Dispacciamento INT Perdite - Oneri dispacciamento art. 73 Del.
AEEG n. 111/06 € x,xx
Oneri Dispacciamento OD Oneri dispacciamento art. 44 bis Del. AEEG n.
111/06 € x,xx
Oneri Dispacciamento OD Oneri dispacciamento art. 44 bis Del. AEEG n.
111/06 (#COMPETENCE#) € x,xx
Oneri Dispacciamento OD Oneri dispacciamento art. 44.3 Del. AEEG n.
111/06 (#COMPETENCE#) € x,xx
Oneri Dispacciamento OD Oneri dispacciamento art. 45 Del. AEEG n.
111/06 -€ x,xx
Oneri Dispacciamento OD Oneri dispacciamento art. 45 Del. AEEG n.
111/06 (#COMPETENCE#) € x,xx
Oneri Dispacciamento OD Oneri dispacciamento art. 46 Del. AEEG n.
111/06 € x,xx
Oneri Dispacciamento OD Perdite - Oneri dispacciamento art. 44.3 Del.
AEEG n. 111/06 € x,xx
Oneri Dispacciamento OD Perdite - Oneri dispacciamento art. 44bis
Del. AEEG n. 111/06 € x,xx
Oneri Dispacciamento OD Perdite - Oneri dispacciamento art. 44bis
Del. AEEG n. 111/06 (#COMPETENCE#) € x,xx
Oneri Dispacciamento OD Perdite - Oneri dispacciamento art. 45 Del.
AEEG n. 111/06 -€ x,xx
Oneri Dispacciamento OD Perdite - Oneri dispacciamento art. 45 Del.
AEEG n. 111/06 (#COMPETENCE#) € x,xx
Oneri Dispacciamento OD Perdite - Oneri dispacciamento art. 46 Del.
AEEG n. 111/06 € x,xx
Oneri sistema A Corrispettivo Fisso Onere A2 € x,xx
Oneri sistema A Corrispettivo Fisso Onere A3 € x,xx
Oneri sistema A Corrispettivo Fisso Onere A5 € x,xx
Oneri sistema A Corrispettivo Variabile Onere A2 € x,xx
Oneri sistema A Corrispettivo Variabile Onere A3 € x,xx
Oneri sistema A Corrispettivo Variabile Onere A4 € x,xx
Oneri sistema A Corrispettivo Variabile Onere A5 € x,xx
Oneri sistema A Corrispettivo Variabile Onere AE € x,xx
Oneri sistema A Corrispettivo Variabile Onere AS € x,xx
Oneri sistema MCT Corrispettivo Variabile Onere MCT € x,xx
Oneri sistema UC Corrispettivo Fisso Onere UC6 € x,xx
Oneri sistema UC Corrispettivo Variabile Onere UC3 € x,xx
Oneri sistema UC Corrispettivo Variabile Onere UC4 € x,xx
Oneri sistema UC Corrispettivo Variabile Onere UC6 € x,xx
Oneri sistema UC Corrispettivo Variabile Onere UC7 € x,xx
Opzione tariffaria trasporto per BT altri usi con potenza disponibile
fino a 16,5 kW - BTA1, BTA2, BTA3, BTA4, BTA5; Corrispettivo di
Potenza Componente Trasporto € x,xx
Opzione tariffaria trasporto per BT altri usi con potenza disponibile
fino a 16,5 kW - BTA1, BTA2, BTA3, BTA4, BTA5; Corrispettivo Fisso
Componente Trasporto € x,xx
Opzione tariffaria trasporto per BT altri usi con potenza disponibile
fino a 16,5 kW - BTA1, BTA2, BTA3, BTA4, BTA5; Corrispettivo
Variabile Componente Trasporto € x,xx
Prezzo energia Indicizzato BRENT611 - MIX Energia F1 € x,xx
Prezzo energia Indicizzato BRENT611 - MIX Energia F2 € x,xx
Prezzo energia Indicizzato BRENT611 - MIX Energia F3 € x,xx
Prezzo energia Indicizzato BRENT611 - MIX Perdite F1 € x,xx
Prezzo energia Indicizzato BRENT611 - MIX Perdite F1 € x,xx
Prezzo energia Indicizzato BRENT611 - MIX Perdite F2 € x,xx
Prezzo energia Indicizzato BRENT611 - MIX Perdite F2 € x,xx
Prezzo energia Indicizzato BRENT611 - MIX Perdite F3 € x,xx
Prezzo energia Indicizzato BRENT611 - MIX Perdite F3 € x,xx
Prezzo energia Indicizzato BRENT611 - MIX Qv F1 € x,xx
Prezzo energia Indicizzato BRENT611 - MIX Qv F1 € x,xx
Prezzo energia Indicizzato BRENT611 - MIX Qv F3 € x,xx
Scusate, per un errore ho duplicato due volte l'incolla, ma anche se la
lista e' dimezzata, rimane un numero impressionante di voci da gestire.
E tutto questo la paga Pantalone, regalo dei bastardi (come altro
definire che ti frega il tempo libero, la vita ?) con tanto tempo
spesato da Pantalone, che lavorano all'AEEGSI. che invece avevano avuto
la direttiva dall'Europa di semplificare l'offerta in modo da avere un
mercato libero gestibile dal comune consumatore.

Hanno invece complicato tutto in un modo assurdo, ancora peggio della
tariffe a scaglione e fasce orarie dei tempi dell'elettricita'
nazionalizzata. Secondo voi e' solo ottusita', oppure e' una azione
deliberata ?

E chi beneficia di questo perversione burocratica ?
Chi e' che ha ottenuto, senza alcuna gara d'appalto (come invece avvento
per il settore di consumatori tutelati non domestici), la fornitura dei
consumatori nel mercato a prezzo imposto AEEGSI ?

Complotto o idiota chi non mangia la foglia ?

Per chi non ha capito:

http://www.autorita.energia.it/it/schedetecniche/16/538-16st.htm

Il servizio di salvaguardia e l'equivalente nel settore non domestico
del mercato tutelato. Ebbene, l'assegnazione dell'incarico di rivendere
l'energia a questi consumatori e' data periodicamente tramite gara
d'appalto, e suddividendo l'Italia per zone:

Ecco l'ultimo esito:

http://nuovosito.acquirenteunico.it/stampa/notizie/servizio-di-salvaguardia-2017-2018-esito-della-procedura-24-novembre-2016

Non fatevi ingannare dal fatto di vedere solo due vincitori (ENEL ed
Hera Comm), perche' per vincere hanno dovuto competere con una decina di
altre realta', a tutto vantaggio dei consumatori.

Perche' invece, per i ben piu' numerosi consumatori domestici, non si e'
scelto questa strada (forse perche' sono piu' ingenui, mentre quelli non
domestici si sarebbero subito rivolti al tribunale europeo se il mercato
fosse stato assegnato d'ufficio ad ENEL, senza alcuna gara ?).
MariaStella
2017-04-06 18:50:49 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Roberto Deboni DMIsr
http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2017-04-05/energia-fine-tariffe-tutelate-slitta-2019-rischi-e-vantaggi-i-consumatori-125201.shtml
<http://web.archive.org/web/20170406010458/http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2017-04-05/energia-fine-tariffe-tutelate-slitta-2019-rischi-e-vantaggi-i-consumatori-125201.shtml>
"L'abolizione delle tariffe elettriche e del gas dal servizio di maggior
tutela slitta di un anno, dal primo luglio 2018 al luglio 2019."
mi sembra giusto in italia non esiste il mercato libero e la
concorrenza..l'unica sfida fra i venditori è su come ladrare sul povero
cliente e giò ora nel mercato tutelato l'energia elettrica è troppo cara
Roberto Deboni DMIsr
2017-04-07 01:01:34 UTC
Permalink
Raw Message
Post by MariaStella
Post by Roberto Deboni DMIsr
http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2017-04-05/energia-fine-tariffe-tutelate-slitta-2019-rischi-e-vantaggi-i-consumatori-125201.shtml
<http://web.archive.org/web/20170406010458/http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2017-04-05/energia-fine-tariffe-tutelate-slitta-2019-rischi-e-vantaggi-i-consumatori-125201.shtml>
"L'abolizione delle tariffe elettriche e del gas dal servizio di maggior
tutela slitta di un anno, dal primo luglio 2018 al luglio 2019."
mi sembra giusto in italia non esiste il mercato libero e la
concorrenza..l'unica sfida fra i venditori è su come ladrare sul povero
cliente e giò ora nel mercato tutelato l'energia elettrica è troppo cara
Sia chiaro che se oggi l'energia elettrica e' troppo cara e' per
l'enorme impatto della tassazione occulta tramite i cosidetti "oneri di
sistema", che quando c'era ENEL ente statale, erano sostanzialmente
irrisori. Spostare sulla bolletta elettrica una sovvenzione che doveva
essere caricata sul bilancio pubblico e' stata un abile mossa (sorprende
che non sia della sinistra, bensi' del sig.Berlusconi) che ha raggiunto
due risultati:

a) ha evitato un ulteriore duro impatto diretto sul bilancio pubblico
(dell'ordine di una finanziaria, se non si e' capito), ma l'impatto sui
contribuenti c'e' stato ugualmente, anzi, pure iniquo, perche' si paga
in base ai consumi e non alla capacita' reddituale.

b) ha irritato i consumatori elettrici, che per la maggior parte sono
ignari della ragione degli aumenti e quindi li imputano al cosidetto
(che ancora non e') libero mercato

Per dare dei numeri che tutti possano comprendere, consideriamo una
famiglia che consumi 3000 kW*h (tre persone ?).

Le cifre che dovra' pagare su base annua sono cosi' riepilogabili:

€ 171,02 per l'energia elettrica (la "materia prima")

€ 62,92 per la gestione della fornitura e un contributo per le piccole
realta' (pochi clienti e vasti territori)

€ 34,64 di quota fissa per le spese amministrative (che come spiegato
sono gonfiati dall'allucinante gestione messa in piedi in dieci anni
dalla AEEGSI - e' su questi che, se si smontasse tutto il castello di
carte burocratico, il rivenditore diligente ed innovativo potrebbe
facilmente tagliare via anche 30 euro, potendo limitarsi a pochi euro di
costo per chi non richiede il cartaceo)

€ 109,28 per pagare Terna ed il distributore ed il contatore elettronico
(che ai tempi di ENEL ente di Stato non c'era, ed un elettromeccanico
durava una vita)

€ 114,96 per oneri di sistema, una tassa occulta che non c'era ai tempi
di ENEL ente di Stato

€ 35,41 accisa

€ 52,82 IVA su tutte le voci sopra, inclusa l'accisa

Il tutto arriva ad un totale di €581,06 all'anno.

Ebbene, rendetevi conto che la parte fiscale/sovvenzioni totalizzano in
€ 203,19 !!! Non siamo ai livelli dei carburanti, ma poco ci manca.

Ora, chi sarebbe il "ladro" ?

Ma andiamo a guardare cosa ci propone il libero mercato OGGI, quel
libero mercato che "sareste costretti" a sondare con il piede timoroso
dell'acqua fredda (per poi scoprire quanto e' divertente nuotare):

Offerta EON Energia LuceClick da stipulare on-line (evitando quindi
promotori e commercianti, un contratto in vero fai-da-te, come quando
andate a fare benzina, senza intermediari, senza brokers ...):


€ 101,02 per l'energia elettrica (la "materia prima"), confrontate con i
la cifra che ENEL ottiene grazie alla mediazione di AEEGSI: € 171,02
Lei puo' negare che un rivenditore (tra l'altro straniero) non sta
cercando di fare concorrenza ? Quanto e' lo sconto ? 40% ? Ma cosa
volete dalle aziende ? Cavarci sangue ? Piuttosto, domandatevi, ma ENEL
cosa fa con i €70 in piu' che piglia ? Beneficienza sul territorio
italiano ? Oppure li usa per costruire centrali all'estero ?

€ 51,13 per la gestione della fornitura e un contributo per le piccole
realta' (pochi clienti e vasti territori) Anche qui il libero mercato
riesce a limare un ulteriore sconto di 10 euro (piu' l'IVA risparmiata)

€ 34,64 di quota fissa per le spese amministrative
Questa cifra e' uguale a quella AEEGSI, la ragione l'ho gia' spiegata:
EON deve affrontare l'allucinante sistema tariffario AEEGSI e quindi i
corrispondenti pesanti costi.

€ 109,28 per pagare Terna ed il distributore ed il contatore elettronico
Anche qui EON non puo' farci nulla, perche' non ha distributori, ma deve
fare arrivare l'energia elettrica tramite ENEL Distribuzione o Edison
Distribuzione e subire le tariffe di Terna (oltre i costi del trasporto
dalla Germania ?).

€ 114,96 per oneri di sistema, una tassa occulta che non c'era ai tempi
di ENEL ente di Stato
Sono tasse, quindi EON le deve passare tale quale al cliente.

€ 35,41 accisa
Sono tasse, quindi EON le deve passare tale quale al cliente.
Notare come questa e' la precedente sono costanti, non importa quale e'
il prezzo fatto da EON

€ 44,64 IVA su tutte le voci sopra, inclusa l'accisa
Sono tasse, quindi EON le deve passare tale quale al cliente. Notare
pero' che qui almeno con EON si paga 8 euro di meno, perche' il totale
imponibile e' piu' basso. Risulato finale, IVATO e finito sono €491,08

Invece di €581,06 all'anno. Fa un risparmio di €89,98, insomma 90 euro
all'anno !!! Ma cosa volete ancora di piu' dalle aziende private ?
E chi sarebbe il ladro, visto che EON fa questo sconto di €90,
nonostante che deve passare sul totale ben €203 allo Stato!!! (e/o GSE,
che poi e' la stessa cosa)

In percentuale significa uno sconto del 15% sul totale fatturato AEEGSI.
Sconto che e' ottenuto, togliendo la tassazione, grazie ad un taglio
sulle competenze aziendali ed i soli costi del sistema elettrico, di ben
il 23,8% !!! Ma cosa volete ? Cavare sangue dal settore privato ?

Oppure, se volete suppore che le aziende private non fanno beneficienza
(tanto meno una azienda tedesca) ne viene fuori un altra conclusione: ma
quanto sono ladri quelli del sistema ex-statale ?

Vuoi vedere che abbiamo scoperto come si fa a pagare bonus "milionari"
ai super amministratori italiani ?

Mi fanno cosi' tanta pena questi signori blasonati che ridono delle
vostre poverta', da volerli proteggere da una vera concorrenza che gli
constringerebbe a tirare la cinghia ? In quanto agli operai, state
tranquilli che le aziende vincenti andrebbero ad assumerli, perche'
hanno bisogno di tecnici esperti. Quelli che resterebbero a casa
sarebbero gli odiati burocrati. Via il libero mercato !!!
Roberto Deboni DMIsr
2017-04-07 01:05:36 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Roberto Deboni DMIsr
Post by MariaStella
Post by Roberto Deboni DMIsr
http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2017-04-05/energia-fine-tariffe-tutelate-slitta-2019-rischi-e-vantaggi-i-consumatori-125201.shtml
<http://web.archive.org/web/20170406010458/http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2017-04-05/energia-fine-tariffe-tutelate-slitta-2019-rischi-e-vantaggi-i-consumatori-125201.shtml>
"L'abolizione delle tariffe elettriche e del gas dal servizio di maggior
tutela slitta di un anno, dal primo luglio 2018 al luglio 2019."
mi sembra giusto in italia non esiste il mercato libero e la
concorrenza..l'unica sfida fra i venditori è su come ladrare sul povero
cliente e giò ora nel mercato tutelato l'energia elettrica è troppo cara
Sia chiaro che se oggi l'energia elettrica e' troppo cara e' per
l'enorme impatto della tassazione occulta tramite i cosidetti "oneri di
sistema", che quando c'era ENEL ente statale, erano sostanzialmente
irrisori. Spostare sulla bolletta elettrica una sovvenzione che doveva
essere caricata sul bilancio pubblico e' stata un abile mossa (sorprende
che non sia della sinistra, bensi' del sig.Berlusconi) che ha raggiunto
a) ha evitato un ulteriore duro impatto diretto sul bilancio pubblico
(dell'ordine di una finanziaria, se non si e' capito), ma l'impatto sui
contribuenti c'e' stato ugualmente, anzi, pure iniquo, perche' si paga
in base ai consumi e non alla capacita' reddituale.
b) ha irritato i consumatori elettrici, che per la maggior parte sono
ignari della ragione degli aumenti e quindi li imputano al cosidetto
(che ancora non e') libero mercato
Per dare dei numeri che tutti possano comprendere, consideriamo una
famiglia che consumi 3000 kW*h (tre persone ?).
€ 171,02 per l'energia elettrica (la "materia prima")
€ 62,92 per la gestione della fornitura e un contributo per le piccole
realta' (pochi clienti e vasti territori)
€ 34,64 di quota fissa per le spese amministrative (che come spiegato
sono gonfiati dall'allucinante gestione messa in piedi in dieci anni
dalla AEEGSI - e' su questi che, se si smontasse tutto il castello di
carte burocratico, il rivenditore diligente ed innovativo potrebbe
facilmente tagliare via anche 30 euro, potendo limitarsi a pochi euro di
costo per chi non richiede il cartaceo)
€ 109,28 per pagare Terna ed il distributore ed il contatore elettronico
(che ai tempi di ENEL ente di Stato non c'era, ed un elettromeccanico
durava una vita)
€ 114,96 per oneri di sistema, una tassa occulta che non c'era ai tempi
di ENEL ente di Stato
€ 35,41 accisa
€ 52,82 IVA su tutte le voci sopra, inclusa l'accisa
Il tutto arriva ad un totale di €581,06 all'anno.
Ebbene, rendetevi conto che la parte fiscale/sovvenzioni totalizzano in
€ 203,19 !!! Non siamo ai livelli dei carburanti, ma poco ci manca.
Ora, chi sarebbe il "ladro" ?
Ma andiamo a guardare cosa ci propone il libero mercato OGGI, quel
libero mercato che "sareste costretti" a sondare con il piede timoroso
Offerta EON Energia LuceClick da stipulare on-line (evitando quindi
promotori e commercianti, un contratto in vero fai-da-te, come quando
€ 101,02 per l'energia elettrica (la "materia prima"), confrontate con i
la cifra che ENEL ottiene grazie alla mediazione di AEEGSI: € 171,02
Lei puo' negare che un rivenditore (tra l'altro straniero) non sta
cercando di fare concorrenza ? Quanto e' lo sconto ? 40% ? Ma cosa
volete dalle aziende ? Cavarci sangue ? Piuttosto, domandatevi, ma ENEL
cosa fa con i €70 in piu' che piglia ? Beneficienza sul territorio
italiano ? Oppure li usa per costruire centrali all'estero ?
€ 51,13 per la gestione della fornitura e un contributo per le piccole
realta' (pochi clienti e vasti territori) Anche qui il libero mercato
riesce a limare un ulteriore sconto di 10 euro (piu' l'IVA risparmiata)
€ 34,64 di quota fissa per le spese amministrative
EON deve affrontare l'allucinante sistema tariffario AEEGSI e quindi i
corrispondenti pesanti costi.
€ 109,28 per pagare Terna ed il distributore ed il contatore elettronico
Anche qui EON non puo' farci nulla, perche' non ha distributori, ma deve
fare arrivare l'energia elettrica tramite ENEL Distribuzione o Edison
Distribuzione e subire le tariffe di Terna (oltre i costi del trasporto
dalla Germania ?).
€ 114,96 per oneri di sistema, una tassa occulta che non c'era ai tempi
di ENEL ente di Stato
Sono tasse, quindi EON le deve passare tale quale al cliente.
€ 35,41 accisa
Sono tasse, quindi EON le deve passare tale quale al cliente.
Notare come questa e' la precedente sono costanti, non importa quale e'
il prezzo fatto da EON
€ 44,64 IVA su tutte le voci sopra, inclusa l'accisa
Sono tasse, quindi EON le deve passare tale quale al cliente. Notare
pero' che qui almeno con EON si paga 8 euro di meno, perche' il totale
imponibile e' piu' basso. Risulato finale, IVATO e finito sono €491,08
Invece di €581,06 all'anno. Fa un risparmio di €89,98, insomma 90 euro
all'anno !!! Ma cosa volete ancora di piu' dalle aziende private ?
E chi sarebbe il ladro, visto che EON fa questo sconto di €90,
nonostante che deve passare sul totale ben €203 allo Stato!!! (e/o GSE,
che poi e' la stessa cosa)
In percentuale significa uno sconto del 15% sul totale fatturato AEEGSI.
Sconto che e' ottenuto, togliendo la tassazione, grazie ad un taglio
sulle competenze aziendali ed i soli costi del sistema elettrico, di ben
il 23,8% !!! Ma cosa volete ? Cavare sangue dal settore privato ?
Oppure, se volete suppore che le aziende private non fanno beneficienza
(tanto meno una azienda tedesca) ne viene fuori un altra conclusione: ma
quanto sono ladri quelli del sistema ex-statale ?
Vuoi vedere che abbiamo scoperto come si fa a pagare bonus "milionari"
ai super amministratori italiani ?
Mi fanno cosi' tanta pena questi signori blasonati che ridono delle
Vi fanno ...
Post by Roberto Deboni DMIsr
vostre poverta', da volerli proteggere da una vera concorrenza che gli
constringerebbe a tirare la cinghia ? In quanto agli operai, state
tranquilli che le aziende vincenti andrebbero ad assumerli, perche'
hanno bisogno di tecnici esperti. Quelli che resterebbero a casa
sarebbero gli odiati burocrati. Via il libero mercato !!!
Viva il libero mercato ...

Devo aggiustare la tastiera ...
Renato_VBI
2017-04-07 06:20:34 UTC
Permalink
Raw Message
Il 07/04/2017 03:05, Roberto Deboni DMIsr ha scritto:

[C U T]
Post by Roberto Deboni DMIsr
Devo aggiustare la tastiera ...
Io consiglierei più una regolazione fine delle sinapsi.....
--
Ciao, Renato
Roberto Deboni DMIsr
2017-04-07 14:39:24 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Renato_VBI
[C U T]
Post by Roberto Deboni DMIsr
Devo aggiustare la tastiera ...
Io consiglierei più una regolazione fine delle sinapsi.....
Gia', un altro problema con l'avanzare dell'eta'.
Devo abituarmi a controllare e ricontrollare.

Vedremo quando tocchera' a voi.
Renato_VBI
2017-04-07 21:05:15 UTC
Permalink
Raw Message
Il 07/04/2017 16:39, Roberto Deboni DMIsr ha scritto:


[C U T]
Post by Roberto Deboni DMIsr
Post by Renato_VBI
Post by Roberto Deboni DMIsr
Devo aggiustare la tastiera ...
Io consiglierei più una regolazione fine delle sinapsi.....
Gia', un altro problema con l'avanzare dell'eta'.
Consiglierei una partita al bocciodromo (*).
Post by Roberto Deboni DMIsr
Devo abituarmi a controllare e ricontrollare.
Meglio lasciarlo fare a chi lo fa di professione, per certe "pratiche"
il faidate é altamente sconsigliato.
Post by Roberto Deboni DMIsr
Vedremo quando tocchera' a voi.
Nessuna paura, frequenteremo il bocciodromo (*)


(*) al posto di stritolare i marroni al NG
--
Ciao, Renato
Bowlingbpsl
2017-04-08 15:16:36 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Renato_VBI
[C U T]
Post by Roberto Deboni DMIsr
Post by Roberto Deboni DMIsr
Devo aggiustare la tastiera ...
Io consiglierei più una regolazione fine delle sinapsi.....
Gia', un altro problema con l'avanzare dell'eta'.
Consiglierei una partita al bocciodromo (*).
Ma scherzi? Al primo "fassistah" o "bastardo", pure i suoi coetanei lo
prenderebbero a sberle a due a due, finche' non diventano dispari!
Post by Renato_VBI
Post by Roberto Deboni DMIsr
Devo abituarmi a controllare e ricontrollare.
Meglio lasciarlo fare a chi lo fa di professione, per certe "pratiche"
il faidate é altamente sconsigliato.
La cronica manipolazione delle affermazioni, porta ad ignorare il resto.
Tu l'hai letto? Io no.
Post by Renato_VBI
Nessuna paura, frequenteremo il bocciodromo (*)
(*) al posto di stritolare i marroni al NG
Iscriviamo Deboni anche ad un corso di bowling! Cosi', dopo le partite,
straccia i maroni a tutti con lo spin, l'oliatura e "hai fatto fallo!"
("hai varcato la linea", traduzione orrenda...).


Fabrizio :-D
Renato_VBI
2017-04-09 11:58:36 UTC
Permalink
Raw Message
Il 08/04/2017 17:16, Bowlingbpsl ha scritto:

[C U T]
Post by Bowlingbpsl
Post by Renato_VBI
Consiglierei una partita al bocciodromo (*).
Ma scherzi? Al primo "fassistah" o "bastardo", pure i suoi coetanei lo
prenderebbero a sberle a due a due, finche' non diventano dispari!
E sarebbe giusto e sacrosanto.....
:-)
--
Ciao, Renato
ilChierico
2017-04-15 10:34:24 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Renato_VBI
Meglio lasciarlo fare a chi lo fa di professione, per certe "pratiche"
il faidate é altamente sconsigliato.
Meta' dei medici italiani andrebbero radiati per incompetenza. Io ci
starei attento a scrivere certe cose. E non farmi raccontare dei poco
gustosi episodi cui ho dovuto assistere o che mi hanno coinvolto in un
modo o nell'altro.

ilChierico
2017-04-15 10:33:14 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Roberto Deboni DMIsr
Post by Renato_VBI
Io consiglierei più una regolazione fine delle sinapsi.....
Gia', un altro problema con l'avanzare dell'eta'.
Devo abituarmi a controllare e ricontrollare.
Vedremo quando tocchera' a voi.
Questa e' cattiveria allo stato puro >;->
MariaStella
2017-04-07 11:20:07 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Roberto Deboni DMIsr
Mi fanno cosi' tanta pena questi signori blasonati che ridono delle
vostre poverta', da volerli proteggere da una vera concorrenza che gli
constringerebbe a tirare la cinghia ? In quanto agli operai, state
tranquilli che le aziende vincenti andrebbero ad assumerli, perche'
hanno bisogno di tecnici esperti. Quelli che resterebbero a casa
sarebbero gli odiati burocrati. Via il libero mercato !!!
mettila come vuoi visto che ci sono tutte queste tasse che ovviamente
gli operatori del libero mercato devono farti pagare è quindi inutile
inventarsi un libero mercato sul nulla cioè sul pochissimo che gli
operatori possono limare
Torniamo sempre al punto di partenza è inutile

Però a mio parere gli operatori del libero mercato almeno fino ad ora mi
pare che cerchino solo di arraffare clienti e poi fra offerte a tempo
etc confondere per bene il malcapitato e alla fine spennargli più soldi

Da noi non esiste il libero mercato
Roberto Deboni DMIsr
2017-04-07 13:58:58 UTC
Permalink
Raw Message
Post by MariaStella
Post by Roberto Deboni DMIsr
Mi fanno cosi' tanta pena questi signori blasonati che ridono delle
vostre poverta', da volerli proteggere da una vera concorrenza che gli
constringerebbe a tirare la cinghia ? In quanto agli operai, state
tranquilli che le aziende vincenti andrebbero ad assumerli, perche'
hanno bisogno di tecnici esperti. Quelli che resterebbero a casa
sarebbero gli odiati burocrati. Via il libero mercato !!!
mettila come vuoi visto che ci sono tutte queste tasse che ovviamente
gli operatori del libero mercato devono farti pagare è quindi inutile
inventarsi un libero mercato sul nulla cioè sul pochissimo che gli
operatori possono limare
90 euro per lei sono "pochissimo" ?!!!!
Urca! Ma chi e' lei ?
Post by MariaStella
Torniamo sempre al punto di partenza è inutile
Ohhh certo, se per lei 90 euro (un 15% sul lordo, un 28% sulle
competenze solo elettriche) sono "pochissimo".
Post by MariaStella
Però a mio parere gli operatori del libero mercato almeno fino ad ora mi
pare che cerchino solo di arraffare clienti e poi fra offerte a tempo
Ci sono rivenditori (non sono genericamente "operatori" e questo e' ora
che lo realizzate tutti) che mantengono l'offerta nel tempo. Pero' se
lei non li prova, non li trovera' mai (ho cambiato 3 rivenditori prima
di trovare quello che si confa' alla mia natura).
Post by MariaStella
etc confondere per bene il malcapitato e alla fine spennargli più soldi
Lei sta descrivendo i promotori commerciali e generalizzando tutte le
aziende. Le assicuro che ci sono aziende a cui preme piu' dare un
servizio di cui il consumatore sia soddisfatto.
Vuole un metro della misura di una azienda e confrontarla con i reclami
che spesso abbiamo letto su it.discussioni.consumatori.tutela sulla
tanto coccolata "mamma ENEL" ?
Dolomiti Energia puo' qualche volta sbagliare la fatturazione (sulla
stima dei consumi, quando e' costretta a basarsi su essa). Sono errori
che possono capitare a tutti, siamo essere umani, non macchine. La vera
differenza e' come poi ci si comporta per rimediare. Ebbene, in replica
al reclamo del cliente, Dolomiti Energia, non potendo o forse essendo
piu' complicato bloccare l'addebito automatico sul conto corrente (non
importa quale sia la ragione), effettua tempestivamente un bonifico per
l'ammontare contestato con valuta il giorno dell'addebito sul conto
corrente della fattura sbagliata. In altre parole fanno in modo di
evitare che il vostro conto corrente vada in rosso o si blocchino vostri
prelievi. Le pare che a Dolomiti Energia si possa applicare la sua
definizione di "spennare" i clienti ?
Diversamente, da quello che abbiamo letto, ENEL si fa i suoi "prelievi"
e poi vi "rimborsa" tramite assegno a traenza ... con i lunghi tempi
conseguenti e nel frattempo avete un buco contabile nel vostro conto
corrente (quanto lucra cosi' ENEL di interessi bancari ? ... questo e'
"spennare").

Sa cosa mi ricorda il suo approccio generalizzante, quello degli
antinuclearisti che ripetutamente hanno scritto "il Giappone" o "le
aziende elettriche giapponesi" hanno un problema di corretta gestione
dei reattori nucleari, ha una gestione poco trasparente, e' stata
responsabili di scandali di sotterfugi, etc. Volete leggere la realta',
nascosta a tutti gli italiani (onestamente: quanti di voi sanno cosa
leggeranno ora ?):

Ci sono stati una serie di eventi "scandalosi" o che hanno dimostrato
una "grave carenza di diligenza e forse anche di capacita' dirigenziale":


Nel 2002 il governo giapponese ha preso in castagna una azienda per
avere falsificato i rapporti di manutenzione ordinaria dei suoi reattori
nucleari. L'azienda non arrivo mai ad identificare i responsabili.

Come conseguenza tutti i suoi reattori nucleari sono stati bloccati
dall'autorita', per le opportune verifiche di sicurezza.

Nel 2007 una azienda, obbligata/ordinata ad effettuare una accurata
ispezione interna, ha riscontrato una ampio numero di incidenti di
servizio non comunicati alle autorita'. Questo include un caso di
imprevista criticalita' (come dire il reattore si e' acceso "da solo")
risalente al 1978. Il tutto in un clima di sistematiche falsificazioni
dei rapporti. L'azienda non arrivo mai ad identificare i responsabili.

Nel 2008, dopo un pesante terremoto, non bene sopportato dai suoi
impianti, una azienda ha dovuto mettere fuori servizio la sua centrale
nucleare coinvolta.

Nel 2011, una azienda ha gestito malamente un evento naturale
catastrofico, peraltro aggravato da sue scelte tecniche ed
amministrative prededenti.

Tutto questo viene raccontato a dovizia e cronologicamente dagli
antinuclearisti (ed i loro lettori), ampiamente generalizzando sul
sistema delle aziende elettriche giapponesi e sulle stesse autorita',
dipingendo un Giappone sostanzialmente inaffidabile, forse anche
criminale nel gestire l'energia nucleare.

Ma proviamo a spazzolare via propoganda ed incrostazioni
sessanzionalistiche e vediamo, ad esempio, in nomi delle aziende
coinvolte. Ecco l'elenco:

2002 - Tokyo Electric Power Company
2007 - Tokyo Electric Power Company
2008 - Tokyo Electric Power Company
2011 - Tokyo Electric Power Company

Ops, questo non cambia qualcosa ?
Per cominciare, gli scandali del 2002 e del 2007 e relativo blocco dei
17 reattori della TEPCo sono stati ordinati dalla autorita' giapponesi:
come si puo' quindi implicare una loro "incapacita'" o mancanza di
"diligenza" ?
E poi in Giappone ci sono 9 aziende elettriche nucleari, oltre a TEPCo,
ma solo TEPCo e' stata responsabile di un lungo elenco di schifezze.
Come si puo' quindi anche solo dubitare della correttezza e diligenza
del sistema elettrico giapponese in generale ? Non affermo che la
gestione delle nove concorrenti di TEPCo sia stata cristallina, ma il
loro livello di problemi ed intoppi e' perfettamente in linea con quello
delle migliori aziende nucleari nel resto del mondo (nessuno e'
perfetto, ma hanno dimostrato una buona gestione, pochi incidenti, ed
evitato pratiche deprecabili come la ormai evidentemente corrotta TEPCo).
Quindi, ora, cosa pensate di chi scrive che (tutte) le aziende nucleari
giapponesi sono inaffidabili ed incapaci ?
E' una affermazione corretta e pertinente ? Oppure una esagerazione
ingiusta che non da alcuna possibilita' ai "diligenti" di mostrare
quanto valgono ?
Post by MariaStella
Da noi non esiste il libero mercato
Possiamo concordare che e' "ingessato", specialmente dal lato
consumatori (le possibilita' di ci sono, ma i consumatori non paiono
volerle cogliere, probabilmente per ignoranza delle possibilita' e per
avere creduto alla favola di restare senza corrente durante i passaggi
burocratici).

Per esempio, un ricorso in massa al libero mercato, avrebbe gia' ridotto
l'AEEGSI ad una autorita' come lo sono AGCM ed AGCOM, e probabilmente
costretta a rinunciare al suo allucinante sistema tariffario (se un
gruppo di aziende rivenditrici con un folto numero di clienti mette in
minoranza ENEL, spingendo per l'abrogazione di quel sistema astruso di
formazione della bollettazione, AEEGSI sarebbe obbligata a semplificare,
sapendo che altrimenti, tale gruppo di aziende, forte della loro
rappresentanza di mercato, si rivolgerebbero ai tribunali europei,
faccendo vedere i sorci verdi ai burocrati ...).

Questo, ripeto, significa un potenziale ulteriore risparmio di 20-30
euro di spese amministrative, oltre a fatture che finalmente possono
essere lette da chi non ha dimestichezza con il burocratese o la
matematica attuariale. E fatture "comprensibili" renderebbero difficile
ai promotori delle sue "aziende spenna polli" di trovare abbastanza
polli da giustificare la loro esistenza.

Attenzione! Il fatto che, ad esempio, una ENEL Energia sia costretta a
chiudere per mancanza di un adeguato numero di polli, non significhera'
mai la fine di ENEL SpA. Invece potrebbe semplicemente accadere che ENEL
SpA, vista la sua incapacita' a gestire in modo concorrenziali i piccoli
consumatori (domestici e non domestici) si limita alla rivendita'
all'ingrosso. ENEL Produzione ed ENEL Distribuzione continuerebbero ad
esistere e fare profitti. Semplicemente ENEL si priverebbe dei rapporti
con i clienti al minuto, che per una azienda con i suoi profitti, forse
sono "redditizi" solo se vengono "spennati" ?

Pensateci, e domandatevi, ma chi interesse hanno tutti quelli che vi
confondono le idee, non faccendo capire che oggi, chi si trova con il
mercato "tutelato" (io scrivo "a tariffa imposta", altro che tutela) non
e' diverso dalla rana che si trova a galleggiare in pentola posta sopra
il fuoco ? (lentamente, ma sicuramente vi stanno "cuocendo")
MariaStella
2017-04-07 17:40:35 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Roberto Deboni DMIsr
Post by MariaStella
Post by Roberto Deboni DMIsr
Mi fanno cosi' tanta pena questi signori blasonati che ridono delle
vostre poverta', da volerli proteggere da una vera concorrenza che gli
constringerebbe a tirare la cinghia ? In quanto agli operai, state
tranquilli che le aziende vincenti andrebbero ad assumerli, perche'
hanno bisogno di tecnici esperti. Quelli che resterebbero a casa
sarebbero gli odiati burocrati. Via il libero mercato !!!
mettila come vuoi visto che ci sono tutte queste tasse che ovviamente
gli operatori del libero mercato devono farti pagare è quindi inutile
inventarsi un libero mercato sul nulla cioè sul pochissimo che gli
operatori possono limare
90 euro per lei sono "pochissimo" ?!!!!
Urca! Ma chi e' lei ?
non ho idea di chi sei tu ma una cosa l'ho capita che scrivi
troppo..spero che non te la prenderai se ti dico che ho solo letto solo
una minima parte di quanto hai scritto

90 euro su quanti? e poi dici di averne cambiati 3 e ti avranno già
fregato i 90 euro che risparmi con il tuo attuale venditore fino a
quando anche questo ti fregherà di più

penso che sia ormai consolidiato che la stragrande maggioranza di chi ha
scelto il libero mercato ha solo finito per pagare di più

Mica posso stare tutto il tempo a controllare bollette ed offerte
Roberto Deboni DMIsr
2017-04-08 03:49:15 UTC
Permalink
Raw Message
Post by MariaStella
Post by Roberto Deboni DMIsr
Post by MariaStella
Post by Roberto Deboni DMIsr
Mi fanno cosi' tanta pena questi signori blasonati che ridono delle
vostre poverta', da volerli proteggere da una vera concorrenza che gli
constringerebbe a tirare la cinghia ? In quanto agli operai, state
tranquilli che le aziende vincenti andrebbero ad assumerli, perche'
hanno bisogno di tecnici esperti. Quelli che resterebbero a casa
sarebbero gli odiati burocrati. Via il libero mercato !!!
mettila come vuoi visto che ci sono tutte queste tasse che ovviamente
gli operatori del libero mercato devono farti pagare è quindi inutile
inventarsi un libero mercato sul nulla cioè sul pochissimo che gli
operatori possono limare
90 euro per lei sono "pochissimo" ?!!!!
Urca! Ma chi e' lei ?
non ho idea di chi sei tu ma una cosa l'ho capita che scrivi
troppo..
E' questo il problema di tipi come voi, non avete voglia di sedervi a
tavolino con una matita ed un foglio a quadretti. E quindi vi serve uno
che vi fa i conti, e appena arriva un promotore che si offre di farli,
vi fatte subito fregare.
Post by MariaStella
spero che non te la prenderai se ti dico che ho solo letto solo
una minima parte di quanto hai scritto
Ho scritto che oggi la tariffa del mercato AEEGSI per una famiglia che
consuma 3000 kW*h e' in totale €581,06 all'anno.

Ho scritto che oggi EON (come verificato sul sito apposito dell'AEEGSI
ove le offerte sono dettagliate in modo confrontabile) offre la stessa
fornitura per un totale di €491,08 all'anno.

Ho dettagliato per mostrare quanto pesano le voci su cui EON non ha
controllo (le tasse, sia quelle esplicite, che quelle implicite).

Ed ho anche fatto il calcolo dello sconto "globale" e "al netto delle
imposte" fatto da EON: 15% sul totale fatturato, ed un 23,8% al netto
delle imposte. A me sembra uno sforzo encomiabile!

Considerando la complessita amministrativa della fatturazione che EON
deve sorbirsi.
Post by MariaStella
90 euro su quanti?
I numeri gli ho dati, e si vedevano a colpo d'occhio, non ci voleva
alcun sforzo per saltare al totale dei due casi. Ma non c'e' peggior
cieco di chi non vuole vedere.

90 euro su 581 euro che fanno 491 euro
Post by MariaStella
e poi dici di averne cambiati 3 e ti avranno già
fregato i 90 euro che risparmi
Come e' arrivato ad un ragionamento cosi' cretino ?
Post by MariaStella
con il tuo attuale venditore
Solo un idiota punta tutto sul risparmio, specie se modesto.

Il mio attuale rivenditore mi costa leggermente di piu' delle offerte
migliori (Edison ed EON, circa 5-10 euro all'anno in piu', ma pur sempre
molto meno della tariffazione AEEGSI), ma mi soddisfa per la loro
onesta' e diligenza. Edison (o meglio l'ottuso centro servizi che
avevano incaricato - ma ovviamente la responsabilita' resta in capo ad
Edison) invece mi ha fatto proprio arrabbiare perche' non rispondeva mai
in modo puntuale alle mie domande. In quanto ad EON, sarebbe stato il
prossimo "esperimento", ma mi sono fermato su Trenta (oggi Dolomiti
Energia) perche' apprezzo anche la loro modalita' di rapportarsi con i
clienti: se uno ha una domanda da fare non deve attaccarsi ad un idiota
call center e fare numeri su numeri prima di riuscire a parlare con un
operatore. Dolomiti Energia usa il seguente metodo: il cliente manda una
email con la sua richiesta, indicando un cellulare. Il giorno dopo
Dolomiti Energia vi telefona con un loro amministrativo (si capisce sia
dall'accento trentino, che dalla competenza di risposte puntuali e
precise che non e' un call center) ed in pochi minuti il problema si
risolve. In altre parole, Dolomiti Energia perde poco tempo al telefono
con i loro clienti, perche' sono gia' preparati ed informati quando
comincia il colloquio, il cliente non si snerva cercando di passare le
barriere delle selezioni numeriche, e l'efficienza della rapida
risoluzione e' un risparmio per tutti. Ora, se non e' arrivato a leggere
fino a questo punto e' un deficiente, perche' non c'e' altro modo di
spiegare il loro funzionamento e l'evidente ragione per cui non cambio.
Ci sarebbero anche un altro paio di ragioni minori, ma suppongo che se
anche fosse arrivato fin qui, il suo intelletto ormai e' gia' fuso.
Post by MariaStella
fino a quando anche questo ti fregherà di più
Lei deve essere uno che e' meglio evitare ...
Post by MariaStella
penso che sia ormai consolidato che la stragrande maggioranza di chi ha
scelto il libero mercato ha solo finito per pagare di più
Perche' non fanno la fatica di leggere i messaggi (e le offerte) fino in
fondo ? E non mi riferisco ai contratti (che seppure andrebbero letti),
ma neanche il prospetto di una paginetta siete capaci di leggere.
Ripeto: vi fatte bidonare dai promotori oppure, altra possibilita', non
vi interessa risparmiare 90 euro, perche' siete ben pagati, dei
"signori" che scaricano sulla collettivita' la loro pigrizia, e quindi
votano e tramano per impedire una maggiore efficienza e risparmi per chi
non puo' permettersi il lusso di buttare via 90 euro all'anno. Ho
indovinato ?
Post by MariaStella
Mica posso stare tutto il tempo a controllare bollette ed offerte
"tutto il tempo" ?

L'ottusa esagerazione di chi non vuole fare a priori.
L'opposto di chi che i tedeschi dicono: "Se c'e' la volonta', si trova
una soluzione", che nel caso degli italioti come lei si legge:

"Quando manca la volonta', non c'e' soluzione che tenga."

E poi vi lamentate se i tedeschi vi fanno il pelo ed in contropelo.
ilChierico
2017-04-15 10:36:21 UTC
Permalink
Raw Message
Post by MariaStella
Mica posso stare tutto il tempo a controllare bollette ed offerte
Abbiamo scoperto che per alcuni il tempo e' un valore.

Per altri no.

"Il tempo e' danaro", chi lo diceva?
ilChierico
2017-04-15 10:32:38 UTC
Permalink
Raw Message
Post by MariaStella
mi sembra giusto in italia non esiste il mercato libero e la
concorrenza..l'unica sfida fra i venditori è su come ladrare sul povero
cliente e giò ora nel mercato tutelato l'energia elettrica è troppo cara
Buona eh, dobbiamo ancora ridurre alla fame gli ucraini, i siriani e gli
egiziani, poi vedrai che l'energia importata costera' tutta di meno ;-D
Loading...