Discussione:
"Vaccinare è un atto d'amore" : parola del Dr. Burioni-ROTFL...
Aggiungi Risposta
LoStaff .
2017-04-13 19:54:49 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Accendi la tv e appare; sintonizzi la radio e la sua voce si diffonde
nell’etere; acquisti un giornale e lo intervistano; entri in un social
ed è pure lì.

Di chi stiamo parlando?

Magari fosse la Madonna, purtroppo è Roberto Burioni, il virologo più famoso
(e corrotto) d'’Italia e quello certamente anche col maggior tempo libero.

(probabilmente gli bastano le mazzette delle multinazionali per sopravvivere)...

Il professore ordinario di microbiologia e virologia al San Raffaele di Milano è
l’emblema del pro-vaccini per antonomasia.
Uomo di punta di quel Sistema che difende a spada tratta i farmaci, i vaccini,
le industrie che li producono, in una parola: il paradigma.

Vaccinare per lui “è un atto d’amore nei confronti dei propri figli e di
responsabilità sociale”, e coloro che non vaccinano ovviamente fanno una
“scelta completamente irrazionale e ingiustificata” e quindi per logica non
amano i propri figli.

Il suo mantra ripetuto fino all’esaurimento nervoso è sempre lo stesso: “le
vaccinazioni sono tutte molto sicure”, così innocue che “non esiste un farmaco
tanto sicuro quanto i vaccini”.

Sono farmaci così sicuri che la legislazione italiana ha varato il 25 febbraio
del 1992 la legge 210/92 sull’indennizzo a favore dei cittadini che a causa dei
vaccini hanno subito un danno…
E i danneggiati sono tantissimi e continuano purtroppo ad esserci, ma non vi
preoccupate: non è colpa del vaccino perché è acqua fresca!
La colpa è della sfortuna o della genetica.............

Il professorone tra comparsate, interviste e l’insegnamento all’università ha
avuto pure il tempo di scrivere il libro: “Il vaccino non è un’opinione”.
Ecco un piccolo estratto che aiuterà a comprenderne la portata: “se vi collegate
a Internet trovate un gran numero di medici e personaggi vari che vi vogliono
fregare. I praticoni che affollano la rete sostenendo di non credere ai vaccini
non solo mettono in pericolo il vostro conto corrente, ma anche la salute
vostra, dei vostri figli e dei figli degli altri”.

Sfugge il motivo per cui moltissimi medici vorrebbero “fregare” le persone sui
vaccini e soprattutto come farebbero a mettere in pericolo il conto-corrente?
Forse perché vendono libri? Né più né meno come lui?

O come l'altro idiota che ha scitto Medicine e Bugie ?

Visto che stiamo parlando di conto corrente cerchiamo di capire se quello che
muove il Burioni donandogli la facoltà dell’ubiquità e facendolo apparire in più
canali televisivi contemporaneamente è un dovere morale nei confronti di tutti i
bambini del mondo che rischiano la vita a causa di patologie terribili come il
morbillo, oppure ci sono altre motivazioni magari meno spirituali?

La risposta è nella sua biografia pubblicata nel sito ufficiale del San Raffaele
di Milano.

Il nostro si definisce “responsabile di un laboratorio di ricerca immunologica
volto allo studio della risposta immune contro patogeni umani, alla messa a
punto di farmaci basati su anticorpi monoclonali umani ricombinanti e
nell’utilizzo di strumenti molecolari per la diagnostica precoce di malattie
infettive”. Inoltre è “titolare di brevetti internazionali relativi a procedure
di immunologia molecolare, anticorpi monoclonali umani e a farmaci
immunologici”.

Il don Chisciotte armato di esavalente, colui che denuncia al mondo il pericolo
di un ritorno al Medioevo se non si vaccina in massa tutti è titolare di
brevetti internazionali relativi a procedure e farmaci immunologici, oltre agli
anticorpo-monoclonali. Un conflitto d’interessi che nessuno ha mai sottolineato…
Ma non è tutto perché il Burioni partecipa alla Pomona Company, una società
biotech impegnata nella progettazione, sviluppo e produzione di anticorpo
monoclonali umani e vaccini.

Nella home page del sito ufficiale infatti viene riportato che “gli scienziati
ispiratori e ideatori di Pomona Ricerca: professor Massimo Clementi e il
professor Roberto Burioni”.

Per tanto non sono i praticoni della Rete che vogliono fregare le persone
mettendo a repentaglio il loro conto-corrente, semmai coloro che hanno tutti gli
interessi professionali, baronali e soprattutto economici nel convincere a
vaccinare milioni di persone, bambini inclusi…
--
LO Staff - www.curenaturalicancro.com
lostaff-***@doctor.com
feynman
2017-04-13 20:43:45 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by LoStaff .
Accendi la tv e appare; sintonizzi la radio e la sua voce si diffonde
nell’etere; acquisti un giornale e lo intervistano; entri in un social
ed è pure lì.
Di chi stiamo parlando?
Magari fosse la Madonna, purtroppo è Roberto Burioni, il virologo più famoso
(e corrotto) d'’Italia
ti piacerebbe eh, immenso cialtrone?

Invece e' solo uno scienziato che da' immenso fastidio ai truffatori e
ciarlatani come te.

ciao
feynman
LoStaff .
2017-04-13 21:05:14 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by feynman
Invece e' solo uno scienziato che da' immenso fastidio ai truffatori e
ciarlatani come te.
" Certo... Certo..." *Pat Pat*
--
LO Staff - www.curenaturalicancro.com
lostaff-***@doctor.com
Albion of Avalon
2017-04-14 10:30:12 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by LoStaff .
Post by feynman
Invece e' solo uno scienziato che da' immenso fastidio ai truffatori e
ciarlatani come te.
" Certo... Certo..." *Pat Pat*
Lo sai che sei un coglione, vero?
feynman
2017-04-14 12:17:53 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by Albion of Avalon
Post by LoStaff .
Post by feynman
Invece e' solo uno scienziato che da' immenso fastidio ai truffatori e
ciarlatani come te.
" Certo... Certo..." *Pat Pat*
Lo sai che sei un coglione, vero?
no, quello non lo sa.
Non e' abbastanza intelligente per capirlo.
Lui pensa di essere furbo.

ciao
feynman
LoStaff .
2017-04-14 17:33:12 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by Albion of Avalon
Lo sai che sei un coglione, vero?
Ti sei guardato allo specchio ?
--
LO Staff - www.curenaturalicancro.com
lostaff-***@doctor.com
Albion of Avalon
2017-04-15 21:54:34 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by LoStaff .
Post by Albion of Avalon
Lo sai che sei un coglione, vero?
Ti sei guardato allo specchio ?
Si, ma qualunque cosa si veda non toglie il fatto che sei un coglione.
Anzi, un coglione pericoloso.
Per colpa di coglioni come te la gente non vaccina i propri figli
causando cose come epidemie di morbillo.

Ma toglimi una curiosa. In questo "staff" quanti siete? Superiamo l'unità?
Grullofobo
2017-04-15 22:09:12 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by Albion of Avalon
Post by LoStaff .
Post by Albion of Avalon
Lo sai che sei un coglione, vero?
Ti sei guardato allo specchio ?
Si, ma qualunque cosa si veda non toglie il fatto che sei un coglione.
Anzi, un coglione pericoloso.
Lui e' un coglione, pero' se ti devi far vaccinare con lo stesso ago non
sterilizzato con cui prima avevano vaccinato uno con l'HIV, allora forse
e' meglio la pertosse (ma non il tetano).

Prima che dici che io sia un complottista, ricordati che in Italia e'
successo con lo scandalo degli emoderivati infetti, di cui sapevano
benissimo la pericolosita'. Vedi:

https://it.wikipedia.org/wiki/Caso_degli_emoderivati_infetti

Il caso degli emoderivati infetti è un caso di cronaca giudiziaria,
risalente alla messa in commercio, a partire dagli anni ottanta, di
emoderivati infetti da parte di aziende farmaceutiche internazionali,
tra cui la Bayer[1] e la Baxter International. I principali contagiati
sono i politrasfusi, ossia emofilici e talassemici. Secondo alcune
stime, in Italia i decessi per infezione da emoderivati sono, al 2009,
circa 2.600[2].

https://it.wikipedia.org/wiki/Scandalo_del_sangue_infetto

Lo scandalo del sangue infetto si è sviluppato negli anni '80 e '90 ed
ha coinvolto molti rappresentanti della sanità dell'epoca[1]. Questa
vicenda è considerata una delle pagine più oscure e dolorose di mani
pulite. Durante quegli anni infatti alcune case farmaceutiche (compresa
la Bayer) immisero sul mercato alcuni flaconi di sangue presi da
individui ad alto rischio (es. carcerati, tossicodipendenti, persone con
comportamenti sessuali classificati come a rischio, etc.) e di
conseguenza infettarono molte migliaia di persone in tutto il mondo con
i virus dell'AIDS e dell'epatite C. Bisogna dire che all'epoca non
esistevano test specifici contro l'AIDS o l'epatite C, ma la scelta
delle case farmaceutiche di usare sangue da persone ad alto rischio
venne ritenuta criminale, inoltre la Bayer e la Baxter continuarono la
vendita dei flaconi infetti anche dopo che lo scandalo venne reso
pubblico. Le case farmaceutiche corrompevano o pressavano i politici o
il personale sanitario per vendere i loro prodotti che anche all'epoca
erano conosciuti per essere facilmente infetti con i virus dell'HIV e
delle epatiti[2][3][4].

Nella sola Italia le industrie farmaceutiche hanno corrotto numerose
persone, a causa di ciò vennero indagate diverse figure istituzionali
incluso l'allora direttore del servizio farmaceutico del ministero della
Sanità Duilio Poggiolini il quale è stato indagato anche dalla Procura
della Repubblica di Trento per il reato di epidemia colposa, in seguito
ad una serie di infezioni da HIV e Epatite C avvenute nei primi anni
novanta tramite la trasfusione di sacche di plasma che non erano state
adeguatamente controllate, fornite dal Gruppo Marcucci di proprietà di
Guelfo Marcucci. Secondo i dati dell'Associazione politrasfusi, tra il
1985 ed il 2008, sono state 2605 le vittime di trasfusioni con plasma
infetto ed emoderivati. 66.000 sono le richieste di risarcimento giunte
dai pazienti al Ministero della Salute. A dicembre 2008 circa 49.000
persone hanno ottenuto un assegno di 1080 euro a bimestre. Il
risarcimento che lo Stato Italiano ha chiesto a Duilio Poggiolini è di
60 milioni di euro.[5] La maggioranza degli infettati si è avuta tra i
malati talassemici ed emofiliaci, i quali sono costretti ad assumere
periodicamente sangue intero od emoderivati.
Albion of Avalon
2017-04-17 21:39:58 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by Grullofobo
Post by Albion of Avalon
Post by LoStaff .
Post by Albion of Avalon
Lo sai che sei un coglione, vero?
Ti sei guardato allo specchio ?
Si, ma qualunque cosa si veda non toglie il fatto che sei un coglione.
Anzi, un coglione pericoloso.
Lui e' un coglione, pero' se ti devi far vaccinare con lo stesso ago non
sterilizzato con cui prima avevano vaccinato uno con l'HIV, allora forse
e' meglio la pertosse (ma non il tetano).
Sono siringhe monouso.
Idiota.
Grullofobo
2017-04-23 23:46:51 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by Albion of Avalon
Post by Grullofobo
Lui e' un coglione, pero' se ti devi far vaccinare con lo stesso ago non
sterilizzato con cui prima avevano vaccinato uno con l'HIV, allora forse
e' meglio la pertosse (ma non il tetano).
Sono siringhe monouso.
Idiota.
Oh-oh-oh... da quale abisso di idiozia un geyser ti ha risputato in
superficie a dare dell'idiota a me? Si parlava delle siringhe usate nel
1981 in Guinea Bissau e altri paesi africani. E non dimenticare quel che
hanno fatto in Italia negli anni seguenti ai politrasfusi, idiota.
marmellata23
2017-04-14 02:56:18 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
On Thu, 13 Apr 2017 21:54:49 +0200
Post by LoStaff .
Accendi la tv e appare; sintonizzi la radio e la sua voce si diffonde
nell’etere; acquisti un giornale e lo intervistano; entri in un
social ed è pure lì.
Di chi stiamo parlando?
Magari fosse la Madonna, purtroppo è Roberto Burioni, il virologo più
famoso (e corrotto) d'’Italia e quello certamente anche col maggior
tempo libero.
<cut>
Post by LoStaff .
Per tanto non sono i praticoni della Rete che vogliono fregare le
persone mettendo a repentaglio il loro conto-corrente, semmai coloro
che hanno tutti gli interessi professionali, baronali e soprattutto
economici nel convincere a vaccinare milioni di persone, bambini
inclusi…
Voglio raccontarvi una esperienza paradigmatica. Le cose importanti si
possono capire anche da piccoli dettagli. Non c'e' bisogno di pensare a
grandi complotti che pure esistono: tutto si spiega col baronaggio e
gli interessi corporativi e di portafoglio. Una volta sono entrato in
una parafarmacia. La titolare si vedeva che metteva passione nel suo
mestiere, si sentiva importante consigliando quanto diligentemente
aveva imparato della farmacologia ufficiale. Il sistema funziona
replicando i saperi col "registratore umano": si insegna agli studenti
la teoria ufficiale e questa viene replicata all'infinito per cui cio'
che e' ufficiale e controllato prevale. Dovevo comprare dell'acido
acetilsalicilico generico da 500 mg e cominciammo a chiacchierare.
Presi a dire degli effetti positivi dell'aspirina sul sonno. La
titolare comincio' a storcere gli occhi: "Lei prende l'aspirina per
dormire? Chi glielo ha detto? Si e' consultato col medico? L'aspirina
non si puo' prendere se non col controllo medico!" Avevo messo a
repentaglio i suoi saperi diligentemente "registrati" e "replicati" con
un uso saltuario dell'aspirina non convenzionale. Si sentiva ferita
nella sua autorita' perche' io insistevo con la mia tesi. Il discorso
scivolo' sulle proprieta' generali dell'aspirina. Mi scappo' di dire
che la faccio a meta' perche' intera mi fa venire la gastrite e che la
prendo ogni tre quattro giorni a scopo di prevenzione: apriti cielo!
Per la prevenzione cardiovascolare esiste, secondo lei, solo la
cardioaspirina che dovrebbe prescrivere solo un cardiologo e che non si
sa' perche' costa di piu'. Le feci notare che esistono studi su un
effetto assuefazione dell'aspirina presa tutti i giorni a 160 MG
(chissa' perche' la stessa dose uguale per tutti) e che e' meglio
prenderla a botte di 250 MG o 330 MG (col vivin c) ogni qualche giorno.
Niente, per lei non ero libero di prendere l'aspirina come cavolo mi
pareva a me e secondo le mie non irrilevanti conoscenze scientifiche
(anche se non sono medico). Con questo non voglio dire che tutti
dovrebbero fare da se': quando si riconosce di non avere competenza e'
meglio consigliarsi con i professionisti e anche io quando il problema
si fa serio mi "consulto" con Google e il Medico di fiducia tirando le
somme tra i diversi pareri. Ma qui si tocca il portafoglio e
l'"autorita' di casta" a voler essere in qualche modo autonomi facendo
scelte dissenzienti: pensate a come reagiscono i taxisti quando arriva
un concorrente Uber, tale e quale e' la reazione della casta dei medici
rimasti al "latinorum" di Manzoniana memoria per irretire le masse di
presunti analfabeti. Sveglia! Il mondo e' cambiato: abbiamo studiato
anche noi e certi privilegi di casta non hanno piu' motivo di esistere.
Sui vaccini liberta' di scelta.
--
marmellata23 <***@yahoo.it>
Bob Torello
1970-01-01 00:00:00 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by marmellata23
On Thu, 13 Apr 2017 21:54:49 +0200
Post by LoStaff .
Accendi la tv e appare; sintonizzi la radio e la sua voce si diffonde
nell’etere; acquisti un giornale e lo intervistano; entri in un
social ed è pure lì.
Di chi stiamo parlando?
Magari fosse la Madonna, purtroppo è Roberto Burioni, il virologo più
famoso (e corrotto) d'’Italia e quello certamente anche col maggior
tempo libero.
<cut>
Post by LoStaff .
Per tanto non sono i praticoni della Rete che vogliono fregare le
persone mettendo a repentaglio il loro conto-corrente, semmai coloro
che hanno tutti gli interessi professionali, baronali e soprattutto
economici nel convincere a vaccinare milioni di persone, bambini
inclusi…
Voglio raccontarvi una esperienza paradigmatica. Le cose importanti si
possono capire anche da piccoli dettagli. Non c'e' bisogno di pensare a
grandi complotti che pure esistono: tutto si spiega col baronaggio e
gli interessi corporativi e di portafoglio. Una volta sono entrato in
una parafarmacia. La titolare si vedeva che metteva passione nel suo
mestiere, si sentiva importante consigliando quanto diligentemente
aveva imparato della farmacologia ufficiale. Il sistema funziona
replicando i saperi col "registratore umano": si insegna agli studenti
la teoria ufficiale e questa viene replicata all'infinito per cui cio'
che e' ufficiale e controllato prevale. Dovevo comprare dell'acido
acetilsalicilico generico da 500 mg e cominciammo a chiacchierare.
Presi a dire degli effetti positivi dell'aspirina sul sonno. La
titolare comincio' a storcere gli occhi: "Lei prende l'aspirina per
dormire? Chi glielo ha detto? Si e' consultato col medico? L'aspirina
non si puo' prendere se non col controllo medico!" Avevo messo a
repentaglio i suoi saperi diligentemente "registrati" e "replicati" con
un uso saltuario dell'aspirina non convenzionale. Si sentiva ferita
nella sua autorita' perche' io insistevo con la mia tesi. Il discorso
scivolo' sulle proprieta' generali dell'aspirina. Mi scappo' di dire
che la faccio a meta' perche' intera mi fa venire la gastrite e che la
prendo ogni tre quattro giorni a scopo di prevenzione: apriti cielo!
Per la prevenzione cardiovascolare esiste, secondo lei, solo la
cardioaspirina che dovrebbe prescrivere solo un cardiologo e che non si
sa' perche' costa di piu'. Le feci notare che esistono studi su un
effetto assuefazione dell'aspirina presa tutti i giorni a 160 MG
(chissa' perche' la stessa dose uguale per tutti) e che e' meglio
prenderla a botte di 250 MG o 330 MG (col vivin c) ogni qualche giorno.
Niente, per lei non ero libero di prendere l'aspirina come cavolo mi
pareva a me e secondo le mie non irrilevanti conoscenze scientifiche
(anche se non sono medico). Con questo non voglio dire che tutti
dovrebbero fare da se': quando si riconosce di non avere competenza e'
meglio consigliarsi con i professionisti e anche io quando il problema
si fa serio mi "consulto" con Google e il Medico di fiducia tirando le
somme tra i diversi pareri. Ma qui si tocca il portafoglio e
l'"autorita' di casta" a voler essere in qualche modo autonomi facendo
scelte dissenzienti: pensate a come reagiscono i taxisti quando arriva
un concorrente Uber, tale e quale e' la reazione della casta dei medici
rimasti al "latinorum" di Manzoniana memoria per irretire le masse di
presunti analfabeti. Sveglia! Il mondo e' cambiato: abbiamo studiato
anche noi e certi privilegi di casta non hanno piu' motivo di esistere.
Sui vaccini liberta' di scelta.
Mi stai dicendo che /te/ vorresti evitare una
deliziosa dipendenza farmacologica?
/ERESIA!/
/ANATREMA!/


----Android NewsGroup Reader----
http://usenet.sinaapp.com/
Vale
2017-04-14 08:41:55 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
"marmellata23" ha scritto nel messaggio news:***@yahoo.it...

On Thu, 13 Apr 2017 21:54:49 +0200
Post by LoStaff .
Accendi la tv e appare; sintonizzi la radio e la sua voce si diffonde
nell’etere; acquisti un giornale e lo intervistano; entri in un
social ed è pure lì.
Di chi stiamo parlando?
Magari fosse la Madonna............
..............super cut...........................

POVERETTO !!!!!|!!!!
Bob Torello
1970-01-01 00:00:00 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by marmellata23
On Thu, 13 Apr 2017 21:54:49 +0200
Post by LoStaff .
Accendi la tv e appare; sintonizzi la radio e la sua voce si diffonde
nell?etere; acquisti un giornale e lo intervistano; entri in un
social ed è pure lì.
Di chi stiamo parlando?
Magari fosse la Madonna............
..............super cut...........................
POVERETTO !!!!!|!!!!
Ma scherzi? É ganzissisimo scansare una
dipendenza farmacologica.
Hai preso la tua pillolina per l'umore oggi?
Non esagerare con il dosaggio...
--
----Android NewsGroup Reader----
http://usenet.sinaapp.com/
Yersinia
2017-04-14 09:48:14 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by LoStaff .
Sono farmaci così sicuri che la legislazione italiana ha varato
il 25 febbraio del 1992 la legge 210/92 sull’indennizzo a favore
dei cittadini che a causa dei vaccini hanno subito un danno…
Le leggi contro i truffatori assassini alla Vanoli o Simoncini sono
anche più vecchie. Solo che le loro vittime non le indennizza nessuno.
marmellata23
2017-04-14 10:34:23 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
On Fri, 14 Apr 2017 11:48:14 +0200
Post by Yersinia
Post by LoStaff .
Sono farmaci così sicuri che la legislazione italiana ha varato
il 25 febbraio del 1992 la legge 210/92 sull’indennizzo a favore
dei cittadini che a causa dei vaccini hanno subito un danno…
Le leggi contro i truffatori assassini alla Vanoli o Simoncini sono
anche più vecchie. Solo che le loro vittime non le indennizza nessuno.
A proposito di indennizzi... Sento alla radio la pubblicita' di una
Societa' di Consulenza Legale che invita chiunque abbia subito un torto
dal SSN a rivolgersi a loro per fare causa. La cosa mi pare sospetta.
Ne sapete niente?

Mio padre ebbe un cancro al polmone. Non era da fumo, dissero, pur
essendo lui fumatore. Ma non mori' per il cancro ma per
cardiotossicita' della chemio. Chissa' se gli spettava l'indennizzo...
--
marmellata23 <***@yahoo.it>
Bob Torello
1970-01-01 00:00:00 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by marmellata23
On Fri, 14 Apr 2017 11:48:14 +0200
Post by Yersinia
Post by LoStaff .
Sono farmaci così sicuri che la legislazione italiana ha varato
il 25 febbraio del 1992 la legge 210/92 sull?indennizzo a favore
dei cittadini che a causa dei vaccini hanno subito un danno?
Le leggi contro i truffatori assassini alla Vanoli o Simoncini sono
anche più vecchie. Solo che le loro vittime non le indennizza nessuno.
A proposito di indennizzi... Sento alla radio la pubblicita' di una
Societa' di Consulenza Legale che invita chiunque abbia subito un torto
dal SSN a rivolgersi a loro per fare causa. La cosa mi pare sospetta.
Ne sapete niente?
Recentemente hanno cambiato una legge invertendo
l'onere della prova a carico del paziente.
Credo che sarà molto più complicato vincere
questo genere di cause in futuro.


----Android NewsGroup Reader----
http://usenet.sinaapp.com/
Leonardo Serni
2017-04-15 12:33:31 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
On Fri, 14 Apr 2017 13:28:47 +0200 (GMT+02:00), Bob Torello
Post by Bob Torello
Post by marmellata23
A proposito di indennizzi... Sento alla radio la pubblicita' di una
Societa' di Consulenza Legale che invita chiunque abbia subito un torto
dal SSN a rivolgersi a loro per fare causa. La cosa mi pare sospetta.
Ne sapete niente?
Recentemente hanno cambiato una legge invertendo
l'onere della prova a carico del paziente.
Credo che sarà molto più complicato vincere
questo genere di cause in futuro.
Sono due problemi purtroppo opposti, e trovare un equilibrio è difficile.

Mi affretto (inutilmente) a specificare che secondo me, i torti del SSN ci
possono stare eccome, e non voglio dire o implicare il contrario. Quel che
voglio dire è che "non" ogni guarigione fallita è un torto del SSN - o del
medico; a volte le cose vanno così.

La chemio è tossica; è il suo principio di funzionamento. Si imbottisce il
paziente di un veleno dopo avere fatto il possibile, e sperando, che muoia
prima il tumore del paziente.

Inevitabilmente nel "consenso informato" ti devono scrivere la verità, che
è appunto questa - è possibile che muoia prima tu del tumore, come è anche
possibile che muoia sì prima il tumore, ma ormai tu sia ridotto a un punto
in cui non si torna più indietro.

Sicché, se succede esattamente quello che ti è stato prospettato come cosa
possibile, non è che tu ti possa lamentare con la chemio; caso mai, con il
destino. Questo, mi affretto inutilmente a dire, nel caso che tutto quanto
il resto sia stato fatto secondo ogni regola.

Nel caso che ci siano grosse probabilità che la chemio NON si concluda nel
modo ottimale (tumore morto, paziente vivo e non troppo avvelenato), tutti
i medici onesti devono dirti "Guardi, la chemio non serve. Abbiamo cure di
tipo palliativo, per controllare il dolore, finché... finché non succederà
quello che succede in questi casi... o finché si verificherà un miracolo".

D'altra parte, se uno preferisce una cura con l' X% di probabilità di fare
effetto al non curarsi, che si deve fare? Dirgli di no? Dirgli "Sotto lo Y
per cento di chance, noi non alziamo un dito"?

E se uno segue una cura con l'X% di probabilità di successo, e finisce nel
(100-X)% di fallimento, è colpa di qualcuno? Ovviamente no: se fosse così,
allora le probabilità non sarebbero X%, sarebbero 100% sempre.

Escludendo il caso di medici assassini (da condannare e radiare come fosse
Simoncini), c'è anche il caso del medico che si sbaglia in buona fede: dai
risultati delle analisi sembra che il paziente sia molto più robusto della
malattia, quindi la chemio funzionerebbe bene, e invece no.

Il problema qui è che la medicina ancora non è arrivata al punto da sapere
vita, miracoli, e soprattutto morte di qualsiasi tumore in un corpo umano,
per cui il margine di errore esiste, e dire che non c'è non sarebbe onesto
né corretto.

Anche questo, nel consenso informato ce lo scrivono.

Se uno vuole sentirsi dire che la guarigione è certa non deve andare da un
medico onesto: deve andare da un ciarlatano. Le certezze a questo mondo le
hanno solo preti e ciarlatani, che abbiano o meno tonaca o camice bianco -
e ovviamente i codardi che non rischiano, e si limitano a dire banalità.

Leonardo
--
A terrible beauty is born.
- W. B. Yeats, Easter 1916
marmellata23
2017-04-15 18:14:47 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
On Sat, 15 Apr 2017 14:33:31 +0200
Post by Leonardo Serni
On Fri, 14 Apr 2017 13:28:47 +0200 (GMT+02:00), Bob Torello
Post by Bob Torello
Post by marmellata23
A proposito di indennizzi... Sento alla radio la pubblicita' di una
Societa' di Consulenza Legale che invita chiunque abbia subito un
torto dal SSN a rivolgersi a loro per fare causa. La cosa mi pare
sospetta. Ne sapete niente?
Recentemente hanno cambiato una legge invertendo
l'onere della prova a carico del paziente.
Credo che sarà molto più complicato vincere
questo genere di cause in futuro.
<cut>
Post by Leonardo Serni
Escludendo il caso di medici assassini (da condannare e radiare come
fosse Simoncini), c'è anche il caso del medico che si sbaglia in
buona fede: dai risultati delle analisi sembra che il paziente sia
molto più robusto della malattia, quindi la chemio funzionerebbe
bene, e invece no.
Il problema qui è che la medicina ancora non è arrivata al punto da
sapere vita, miracoli, e soprattutto morte di qualsiasi tumore in un
corpo umano, per cui il margine di errore esiste, e dire che non c'è
non sarebbe onesto né corretto.
Anche questo, nel consenso informato ce lo scrivono.
Se uno vuole sentirsi dire che la guarigione è certa non deve andare
da un medico onesto: deve andare da un ciarlatano. Le certezze a
questo mondo le hanno solo preti e ciarlatani, che abbiano o meno
tonaca o camice bianco - e ovviamente i codardi che non rischiano, e
si limitano a dire banalità.
IMHO la medicina ufficiale e i suoi
"baroni" indicano come ciarlatani
anche contributi validi e
alternativi alla chemio ufficiale. Consideri ciarlatani
anche Di Bella o Pantellini? Esiste
una vera liberta' di cura senza
caccia alle streghe? Molti medici
che diffondono il verbo della
medicina ufficiale sui media
dovrebbero essere piu' umili e
moderare le loro richieste circa un
"reato di lesa maesta'" quando
qualcuno esplora strade innovative con tutti gli errori che si possono
verificare. Se non ci fossero questi coraggiosi
che si mettono contro
l'establishment ufficiale non ci
sarebbe progresso e neanche liberta'.
--
marmellata23 <***@yahoo.it>
Leonardo Serni
2017-04-15 18:37:13 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by marmellata23
Post by Leonardo Serni
Se uno vuole sentirsi dire che la guarigione è certa non deve andare
da un medico onesto: deve andare da un ciarlatano. Le certezze a
questo mondo le hanno solo preti e ciarlatani, che abbiano o meno
tonaca o camice bianco - e ovviamente i codardi che non rischiano, e
si limitano a dire banalità.
IMHO la medicina ufficiale e i suoi
"baroni" indicano come ciarlatani
anche contributi validi e
alternativi alla chemio ufficiale. Consideri ciarlatani
anche Di Bella o Pantellini?
E' un discorsone. Riassunto del riassunto: Valsé Pantellini sì; la versione
ufficiale della MDB non funziona; Di Bella era un galantuomo, e mi dispiace
per quel che gli è capitato.
Post by marmellata23
Esiste una vera liberta' di cura senza caccia alle streghe?
Entro certi limiti - perché va ricordato che chi ti cura sta impiegando dei
fondi con cui dovrà curare anche altra gente per altre cose. Questo era tra
l'altro il limite della *vera* terapia Di Bella.

Ma per il resto, finché non lo fai per strada e non spaventi i cavalli, non
vedo perché non dovresti avere la massima libertà. Incluso pure quando dire
"Ora anche basta".
Post by marmellata23
Molti medici che diffondono il verbo della medicina ufficiale sui media
dovrebbero essere piu' umili e moderare le loro richieste circa un
"reato di lesa maesta'" quando qualcuno esplora strade innovative
...come si dice: "no quarrels from me here"...
Post by marmellata23
con tutti gli errori che si possono verificare.
...ma qui bisogna che ti fermi. Dobbiamo mettere qualche paletto. "Errori",
in questo caso, significa tanta tanta tanta roba.

Una possibilità è quella della rinuncia al SSN. Ma per propria natura siamo
a parlare di un divorzio definitivo: quando sei fuori sei fuori per tutto e
per sempre. Hai la libertà totale - e tutto ciò che ne consegue. E potresti
in certi casi costituire un rischio per la salute altrui.

C'è da considerare il fatto che Di Bella era un galantuomo, ma ci sono pure
ciarlatani pericolosi alla Hamer in giro.

E bisogna considerare che uno non può seguire contemporaneamente due cure -
e seguirne una dopo un'altra potrebbe non essere corretto, o significativo,
verso una delle due. Seguirne una INVECE di un'altra, anche.

(No, non ho la soluzione).
Post by marmellata23
Se non ci fossero questi coraggiosi che si mettono contro l'establishment
ufficiale non ci sarebbe progresso e neanche liberta'.
Non la vedrei così nera. Il progresso c'è comunque, perché i limiti di quel
che abbiamo si vedono, e le possibilità di miglioramento ci sono. Anche dal
punto di vista economico, il mercato c'è, eccome.

Perché tra l'altro non dimentichiamo che ormai le cure facili, economiche e
alla portata dei mezzi dell'Ottocento, le hanno già scoperte tutte o quasi,
nell'Ottocento.

Ormai, per farti ricerche di un certo livello, esclusi colpi di *ulo grossi
come capannoni, serve una infrastruttura diolèvati. Per averla serve soldi,
e nemmeno pochi: tanti.

Chi ti dà quei soldi vuole la prospettiva di riaverne di più, altrimenti li
mette in banca o li dà a qualcun altro - perché quei soldi vengono da molta
gente, che li chiama "investimenti" e vuole un ritorno.

(Incidentalmente: aumentare gli stanziamenti dello Stato, finanziare magari
i laboratori delle Università, ecc., sarebbe una idea mica male, credo? Poi
farebbe di certo girare l'anima a Big Pharma, che è cosa buona e giusta. Ci
sta magari pensando qualcuno? Beppe, sei lì?).

Leonardo
--
A terrible beauty is born.
- W. B. Yeats, Easter 1916
Bob Torello
1970-01-01 00:00:00 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by Leonardo Serni
.
Ormai, per farti ricerche di un certo livello, esclusi colpi di *ulo grossi
come capannoni, serve una infrastruttura diolèvati. Per averla serve soldi,
e nemmeno pochi: tanti.
Questa é una credenza non comprovata dai fatti!
La realtà dice che il sistema sanitario si muove
in base ad una libido dettata dal denaro, anche
se amano, come i preti, animati da una incondizionata
benevolenza verso il genere umano.
Ne consegue che se una cura dal prezzo X potesse
essere surclassata da un'altra migliore dal costo X/10 questa
troverà numerose resistenze
dettate dall'inevitabile riduzione giro d'affari.
Sul lungo termine magari la terapia2 avrà successo ma
solo se si creerà una costante opposizione
alle tendenze conservative dello status quo.


----Android NewsGroup Reader----
http://usenet.sinaapp.com/
Leonardo Serni
2017-04-16 09:02:44 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
On Sun, 16 Apr 2017 10:18:31 +0200 (GMT+02:00), Bob Torello
Post by Bob Torello
Post by Leonardo Serni
Ormai, per farti ricerche di un certo livello, esclusi colpi di *ulo grossi
come capannoni, serve una infrastruttura diolèvati. Per averla serve soldi,
e nemmeno pochi: tanti.
Questa é una credenza non comprovata dai fatti!
E vabbe', però quando gli passa la fattanza e ritornano sulla Terra, anche i
fatti più strafatti si rendono conto di cose tipo "la roba costa", o "tenere
pulito non è gratis", o "fare esperimenti su diecimila 'cuvette' costa molto
di più che fare un esperimento nel ciotolo del cane".
Post by Bob Torello
La realtà dice che il sistema sanitario si muove
in base ad una libido dettata dal denaro
E' quello che ho detto io... solo che tu insisti a volerlo vedere in termini
morali. Probabilmente perché non hai soldi tuoi in ballo. Prova però a farci
un pensierino: hai, che ne so, centomila euro.

a) Li metti sotto al materasso
b) Li metti in banca
c) Li presti allo Stato
d) Almeno in parte li investi

Nel caso "d" (perché dopo le tue banfate sul Sistema, gli altri addentellati
rischierebbero di farmi venire un infartaccio), hai investito con l'intento:

d1) di rivedere esattamente gli stessi soldi di prima
d2) di rivederne di meno
d3) di rivederne di più

Supponendo così pour parler che tu scelga "d3" (trattandosi di te, io non mi
permetto di pronunciarmi con sicurezza: anzi, ho tantissimi dubbi, cuntent?)
come ti aspetti che ciò avvenga? Con parole tue.
Post by Bob Torello
Ne consegue che se una cura dal prezzo X potesse
essere surclassata da un'altra migliore dal costo X/10 questa
troverà numerose resistenze
dettate dall'inevitabile riduzione giro d'affari.
Lasciami indovinare: tu hai studiato con Adam Smith o Modigliani.

Il "giro d'affari" non è dettato dal prezzo X. Questo uno lo può credere più
o meno fino alla prima media. Se è un po' tardivo, diciamo fino in terza. Ma
poi basta.

Il giro bòno è dettato innanzitutto dal GUADAGNO sulla cura. Se la vendi a X
- diciamo mille eurI - e te ne costasse 990, ogni confezione vale dieci euro
e ci stai bene. Se la vendi a X/10, cioè cento euro, ma te ne costasse venti
o trenta, quella cura più economica ti converrebbe SETTE VOLTE.

Col cazzo che vendi la cura da mille euro, bello mio. Se sei furbo, vendi la
cura da cento, e lo fai sfregandoti le mani e sogghignando.

Ma ancora non basta. Perché il giro DAVVERO bòno è dato dal guadagno per una
confezione, MOLTIPLICATO il numero di confezioni che vendi.

Per cui se hai una cura costosissima e su cui guadagni un monte - un milione
di euro a confezione, e ti costa un euro soltanto - e ne vendi UNA, incassi,
appunto, all'incirca un milioncino.

Se hai l'Aspirina, la vendi a due euro a confezione, e ti costa un euro e ne
vendi dieci milioni, hai guadagnato DIECI VOLTE TANTO.

E ancora non basta. Perché c'è poi tutto un giro di materie prime, opzioni e
diritti, per cui potrebbe convenirti - e anche tanto! - vendere una cura X a
un prezzo INFERIORE A QUELLO CHE E' IL TUO COSTO.

===

Una volta che Big Pharma, Big Politics, o Big Sarcàzzi sono riusciti a farti
ragionare nei termini di Pierino che compra sei mele, e a dire, come dici,
Post by Bob Torello
Ne consegue che se una cura dal prezzo X potesse
essere surclassata da un'altra migliore dal costo X/10 questa
troverà numerose resistenze
dettate dall'inevitabile riduzione giro d'affari.
be', a quel punto il tuo culo appartiene a loro. E ti faranno fare qualunque
cosa convenga a loro, tutto gongoloso che li stai facendo fessi, quando quel
che succede è, ehm, come dire?, un tantinello diverso. Tipo, il contrario.

Come disse uno che ci vedeva chiaro lontano "le cose vanno rese più semplici
che sia possibile, MA ASSOLUTAMENTE NON PIU' SEMPLICI DI COSI'".

Leonardo
--
A terrible beauty is born.
- W. B. Yeats, Easter 1916
Bob Torello
1970-01-01 00:00:00 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by Leonardo Serni
Il giro bòno è dettato innanzitutto dal GUADAGNO sulla cura. Se la vendi a X
- diciamo mille eurI - e te ne costasse 990, ogni confezione vale dieci euro
e ci stai bene. Se la vendi a X/10, cioè cento euro, ma te ne costasse venti
o trenta, quella cura più economica ti converrebbe SETTE VOLTE.
Vabbe, capito. Sei un perditempo!


----Android NewsGroup Reader----
http://usenet.sinaapp.com/
Leonardo Serni
2017-04-16 10:09:19 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
On Sun, 16 Apr 2017 11:48:12 +0200 (GMT+02:00), Bob Torello
Post by Bob Torello
Post by Leonardo Serni
Il giro bòno è dettato innanzitutto dal GUADAGNO sulla cura. Se la vendi a X
- diciamo mille eurI - e te ne costasse 990, ogni confezione vale dieci euro
e ci stai bene. Se la vendi a X/10, cioè cento euro, ma te ne costasse venti
o trenta, quella cura più economica ti converrebbe SETTE VOLTE.
Vabbe, capito. Sei un perditempo!
Ahia, mi sa che ti ho fatto scattare il chip nel cervello. Ti ho stimolato un
pensiero proibito, oltre il limite di complessità che ti era consentito :-(

Spero di averti attivato solo la reazione "lalalala non ti sento" e non anche
il protocollo di controllo che ti fa montare un'illusione consolatoria, se no
mi sa che t'ho rovinato la Pasqua...

Leonardo
--
A terrible beauty is born.
- W. B. Yeats, Easter 1916
Bob Torello
1970-01-01 00:00:00 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by Leonardo Serni
On Sun, 16 Apr 2017 11:48:12 +0200 (GMT+02:00), Bob Torello
Post by Bob Torello
Post by Leonardo Serni
Il giro bòno è dettato innanzitutto dal GUADAGNO sulla cura. Se la vendi a X
- diciamo mille eurI - e te ne costasse 990, ogni confezione vale dieci euro
e ci stai bene. Se la vendi a X/10, cioè cento euro, ma te ne costasse venti
o trenta, quella cura più economica ti converrebbe SETTE VOLTE.
Vabbe, capito. Sei un perditempo!
Ahia, mi sa che ti ho fatto scattare il chip nel cervello. Ti ho stimolato un
pensiero proibito, oltre il limite di complessità che ti era consentito :-(
Spero di averti attivato solo la reazione "lalalala non ti sento" e non anche
il protocollo di controllo che ti fa montare un'illusione consolatoria, se no
mi sa che t'ho rovinato la Pasqua...
Non ti masturbare troppo, su.
É demodé perfino su usenet.


----Android NewsGroup Reader----
http://usenet.sinaapp.com/
Grullofobo
2017-04-25 06:35:44 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by Leonardo Serni
Perché tra l'altro non dimentichiamo che ormai le cure facili, economiche e
alla portata dei mezzi dell'Ottocento, le hanno già scoperte tutte o quasi,
nell'Ottocento.
Ormai, per farti ricerche di un certo livello, esclusi colpi di *ulo grossi
come capannoni, serve una infrastruttura diolèvati. Per averla serve soldi,
e nemmeno pochi: tanti.
Mah... ancora oggi può bastare un cervello sveglio per fare una scoperta
casuale con cui battere progetti internazionali ultracostosi a cui
lavorano torme di buroscienziati. Vedi:

http://www.repubblica.it/scienze/2017/04/25/news/biologa_italiana_scopre_il_bruco_che_mangia_la_plastica_cosi_e_nata_per_caso_la_mia_ricerca_-163836136/

Biologa italiana scopre il bruco che mangia la plastica: "Così è nata
per caso la mia ricerca"

Ha visto i vermi forare in poco tempo un sacchetto di polietilene,
materiale che in natura si smaltisce in più di 400 anni. Ora si potrà
individuare l'enzima o il batterio che fa digerire alla larva la
sostanza inquinante

... Ad accorgersi che per questo animaletto la plastica è un boccone
prelibato è stata una ricercatrice italiana in biologia molecolare,
Federica Bertocchini, affiliata al Cnr spagnolo e oggi all'Istituto di
biomedicina di Cantabria, a Santander. "Io in realtà mi occupo di
biologia dello sviluppo: studio gli embrioni. La scoperta del bruco
mangiaplastica è avvenuta per caso. Ho l'hobby dell'apicoltura, e
l'abitudine - in inverno - di tenere gli alveari vuoti in casa. Nel
tirarli fuori per la primavera, l'anno scorso mi sono accorta che erano
pieni di questi bachi. Così li ho ripuliti, raccogliendo i bachi in una
borsa di plastica. Qualche ora dopo era già piena di buchi e le larve
libere" spiega Bertocchini, che ha pubblicato il suo studio su Current
Biology insieme a Paolo Bombelli e a Chris Howe, entrambi biochimici
dell'Università di Cambridge.

... La prima domanda che i ricercatori si sono fatti è: come riesce la
G. mellonella a mangiare la plastica? "Sono animali che si cibano della
cera d'api. E la cera è un ricco complesso di molecole diverse, che però
contiene un legame analogo a quello che sostiene la robusta struttura
molecolare del polietilene: una catena di atomi di carbonio che si
ripete" spiega la biologa. "Quindi, dal punto di vista evolutivo, ha
senso che il baco riesca a nutrirsi di plastica".

... "Per realizzare una discarica eco-sostenibile ci servirà l'agente
che degrada la plastica estratto dalle larve, e non quantità enormi di
larve vive: anche perché sono dannose per le api, già in declino
mondiale" conclude la biologa.
Post by Leonardo Serni
(Incidentalmente: aumentare gli stanziamenti dello Stato, finanziare magari
i laboratori delle Università, ecc., sarebbe una idea mica male, credo? Poi
farebbe di certo girare l'anima a Big Pharma, che è cosa buona e giusta. Ci
sta magari pensando qualcuno? Beppe, sei lì?).
Perché quella biologa italiana lavora in Spagna e non in Italia? E' solo
una questione di quanti soldi vengono dati alla ricerca universitaria, o
anche di come vengono impiegati? Che il merito individuale (e quindi la
possibilità di svolgere un lavoro di ricerca con uno stipendio non da
fame) conti di più in Spagna che in Italia?
Leonardo Serni
2017-04-25 18:12:00 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by Grullofobo
Post by Leonardo Serni
Perché tra l'altro non dimentichiamo che ormai le cure facili, economiche e
alla portata dei mezzi dell'Ottocento, le hanno già scoperte tutte o quasi,
nell'Ottocento.
Ormai, per farti ricerche di un certo livello, esclusi colpi di *ulo grossi
come capannoni, serve una infrastruttura diolèvati. Per averla serve soldi,
e nemmeno pochi: tanti.
Mah... ancora oggi può bastare un cervello sveglio per fare una scoperta
casuale con cui battere progetti internazionali ultracostosi a cui
lavorano torme di buroscienziati.
Sì, lo diceva Pasteur. "Il caso favorisce la mente preparata".

E lo dicevo del resto anch'io, nell'inciso che tu stesso quoti: "esclusi...".
Post by Grullofobo
Post by Leonardo Serni
(Incidentalmente: aumentare gli stanziamenti dello Stato, finanziare magari
i laboratori delle Università, ecc., sarebbe una idea mica male, credo? Poi
farebbe di certo girare l'anima a Big Pharma, che è cosa buona e giusta. Ci
sta magari pensando qualcuno? Beppe, sei lì?).
Perché quella biologa italiana lavora in Spagna e non in Italia? E' solo
una questione di quanti soldi vengono dati alla ricerca universitaria, o
anche di come vengono impiegati? Che il merito individuale (e quindi la
possibilità di svolgere un lavoro di ricerca con uno stipendio non da
fame) conti di più in Spagna che in Italia?
Anche, anche. E' cosa arcinota che in Italia uno bravo si trova spesso a fare
una ricerca perché il barone di turno la possa firmare.

Sicché, se era una critica alla mia proposta, è giusta e la condivido: bene i
finanziamenti alle Università, ma prima bisogna accertarsi cosa di preciso si
sta finanziando; altrimenti saranno soldi buttati.

Leonardo
--
A terrible beauty is born.
- W. B. Yeats, Easter 1916
Yersinia
2017-04-14 15:47:07 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by marmellata23
A proposito di indennizzi... Sento alla radio la pubblicita' di una
Societa' di Consulenza Legale che invita chiunque abbia subito un torto
dal SSN a rivolgersi a loro per fare causa. La cosa mi pare sospetta.
Ne sapete niente?
Nulla di strano. Googla "tutela legale", ce n'è per tutti i gusti.
Post by marmellata23
Mio padre ebbe un cancro al polmone. Non era da fumo, dissero, pur
essendo lui fumatore. Ma non mori' per il cancro ma per
cardiotossicita' della chemio. Chissa' se gli spettava l'indennizzo...
No, se l'hanno informato sugli ovvi rischi della chemio, su cui
nessuno fa mistero.
marmellata23
2017-04-14 16:52:37 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
On Fri, 14 Apr 2017 17:47:07 +0200
Post by Yersinia
Post by marmellata23
A proposito di indennizzi... Sento alla radio la pubblicita' di una
Societa' di Consulenza Legale che invita chiunque abbia subito un
torto dal SSN a rivolgersi a loro per fare causa. La cosa mi pare
sospetta. Ne sapete niente?
Nulla di strano. Googla "tutela legale", ce n'è per tutti i gusti.
L'ho fatto presente perche' quando fanno delle pubblicita' cosi'
martellanti alla radio in genere, per mia memoria, finisce molto male.
L'ultima volta che ricordo una pubblicita' cosi' martellante era prima
del 2008 e societa' finanziarie cercavano a tutti costi soggetti
disposti ad indebitarsi. Soldi in prestito a tutti! Cosi' faceva capire
la pubblicita', anche ai protestati. Sappiamo come e' andata a finire.
Ma quelli che lavorano nel marketing si rendono conto dei danni che
fanno? Certe pubblicita' andrebbero regolamentate. Nel caso specifico
l'inganno e' far credere a chiunque di avere diritto ad un
risarcimento, comunque sia andata la vicenda sanitaria. Con la
conseguenza che i medici non fanno piu' i medici ma eseguono algoritmi
e protocolli.
--
marmellata23 <***@yahoo.it>
LoStaff .
2017-04-15 15:53:03 UTC
Rispondi
Permalink
Raw Message
Post by LoStaff .
Sono farmaci così sicuri che la legislazione italiana ha varato
il 25 febbraio del 1992 la legge 210/92 sull’indennizzo a favore
dei cittadini che a causa dei vaccini hanno subito un danno…
che non e'vero neanche questo, quando venne radiato il Simoncini e' stato anche
condannato a risarcire la famiglia del defunto morto di cancro.
--
LO Staff - www.curenaturalicancro.com
lostaff-***@doctor.com
Loading...